I post di Gennaio 2012
3/1/2012
Secondo un’indagine promossa da EURISPESS il gioco d’azzardo legale rappresenta la terza industria italiana dopo Eni e Fiat. Il giro di affari per il 2011 si attesterà infatti su circa 80 miliardi di euro, metà dei quali provenienti dalle slot machine installate nei locali pubblici. E’ necessario un intervento sulle concessioni (metterle a gara), sulla pubblicità e sulla prevenzione soprattutto fra i più giovani.
4/1/2012
Inizia un anno difficile tra cose da fare e profezie.
Autore: Paolo Rossi     Tags: Monti, politica, Maya
4/1/2012
Lo spread è una brutta bestia da domare. Ci vuole tempo. Farsi intimorire dall’accusa di “ammucchiata” è da scocchi. Le mezze maggioranze e le mezze opposizioni non servono a nulla, L’emergenza è tutt’altro che finita.
6/1/2012
L’essere di parte è un antidoto (non il solo) al qualunquismo, all’indifferenza, all’apatia. Vuol dire avere delle idee o almeno sforzarsi di averle, credere in qualcosa, impegnarsi per degli obiettivi sociali. Cercherò di essere sempre di parte rispetto ad ogni Verbo Politico nel mio stesso partito. Che bello essere di parte! Sei più libero e responsabile.
Autore: Giuseppe Adamoli     Tags: pd, Margherita, PPI, DC
7/1/2012
Oggi Monti ha ripreso un concetto importante : occorre cercare di ridurre al minimo quanto richiesto ai cittadini sia per gli adempimenti amministrativi che per il carico fiscale. Per questo motivo l'evasione fiscale colpisce tutti ed e' diventato uno dei fattori che impediscono il nostro sviluppo.
Autore: Stefano Tosi     Tags: fisco
8/1/2012
Interessantissimo il volume su Aldo Moro, “La democrazia incompiuta”, edito e distribuito dal Corriere della Sera giovedì 5 gennaio. E’ un’antologia mirata dei discorsi e degli scritti del presidente della Dc assassinato dalle Brigate Rosse nel 1978 per aver voluto il “compromesso storico” e l’incontro con il partito comunista. Non nascondo di aver pianto quando il suo corpo è stato ritrovato senza vita a Roma dentro una macchina lasciata in un parcheggio: l’unica volta che ho versato lacrime per la politica. Poi mi è successo un’altra volta, per il dolore e la rabbia, alla fine del 1992, ma questa è un’altra storia.
8/1/2012
Confucio fallì come politico ma fu uno dei più grandi 'maestri' del mondo.
Autore: Paolo Rossi     Tags: vento., Erba, Confucio
9/1/2012
E’ oggi più che mai pericolosa una battaglia di campanile con Cittiglio, se si litiga a difesa di posizioni di retroguardia si rischia di perdere tutti. E’ indispensabile evitare la competizione e promuovere l’integrazione tra i due nosocomi, anche gli amministratori locali devono sforzarsi di fare squadra per il bene di tutti i cittadini (ad esempio nel caso dei mezzi per l’emergenza-urgenza).
9/1/2012
Tra qualche mese ci saranno le elezioni per i sindaci in molte località della Lombardia. Si riapre la discussione sulle liste civiche. Non si tratta di prenderle tutte per buone. Alcune si basano su un profondo pregiudizio “anti-partito”. Molto spesso sono però delle risorse importante e sarebbe (politicamente) delittuoso se il Pd le sprecasse.
11/1/2012
Il caso dei 7 milioni di euro della Lega investiti in Tanzania si presta a mille sarcasmi. Penso che sia meglio utilizzarlo in positivo per cambiare il sistema dei cosiddetti “rimborsi elettorali”. Non è un problema esclusivo delle due Camere. Il bilancio dello Stato è responsabilità del governo.
11/1/2012
Dopo che a dicembre il Consiglio Regionale aveva approvato l’ordine del giorno presentato dal Partito Democratico che impegnava la Giunta ad operarsi nei confronti del Governo per favorire l’introduzione dello sconto carburante anche per le auto a gasolio e per rendere competitivo quello in vigore sulla benzina, ho appreso con moderata soddisfazione le dichiarazione della Giunta pubblicate oggi dai giornali.
12/1/2012
L' atavica malattia della politica italiana.
Autore: Paolo Rossi     Tags: pd, malattia, PSDI
12/1/2012
I referendum elettorali non si terranno più. Molti partiti brinderanno. Ma nell’epoca di Internet, i mezzi per continuare la battaglia per cambiare la legge "porcata" sono più forti e potenti che mai. Io li userò dentro e fuori il Pd.
12/1/2012
Prima di andare al prossimo voto nazionale sarebbero opportune per lo meno due modifiche. In primo luogo sarebbe bene introdurre la possibilità di scelta dei candidati con le preferenze, sulla base di circoscrizioni più ridotte rispetto alle attuali. Poi sarebbe necessario intervenire per evitare il formarsi di maggioranze diverse dalla Camera e dal Senato. Sarà possibile?
12/1/2012
La Lega Nord ha salvato per l’ennesima volta dall’arresto il deputato del Pdl Nicola Cosentino, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e ritenuto dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli il referente politico nazionale della cosca dei casalesi. Umberto Bossi è riuscito a salvare il parlamentare napoletano ma non è riuscito a salvare la faccia. Al netto delle sceneggiate padane è la prova di come non si sia affatto spezzato il legame con Berlusconi e con i suoi uomini più discussi. Il leader del carroccio è riuscito a convincere i suoi deputati che Cosentino andava salvato, ora dovrà spiegarlo ai suoi elettori che guardano sempre più basiti le evoluzioni romane di questa Lega.
13/1/2012
Che cosa avrei votato alla Camera sul caso Cosentino. Se ritengo onesto il voto segreto in questi casi. Se Maroni ha davvero ricevuto un ceffone in faccia. Se c’è una superiorità etica del centrosinistra. Qual è la colpa grave del Pdl su Cosentino. Rispondo brevemente a queste domande, sottolineando che l’opinione è strettamente personale.
13/1/2012
Questa mattina sono andato a Laveno per vedere direttamente le condizioni di trasporto delle persone che viaggiano sui traghetti che collegano la sponda lombarda del lago Maggiore con quella piemontese.
14/1/2012
Le divisioni che pone la politica non cancellano mai la stima personale per gli uomini.
Autore: Paolo Rossi     Tags: lega, Maroni, deriva
15/1/2012
Bossi che fa vomitare Maroni. Giorgetti che, suo malgrado, gli comunica la “quasi” scomunica del capo. La tregua armata che durerà qualche giorno. Solo una questione di potere interno o due linee politiche? E’ presto per dirlo.
15/1/2012
Sono allibito e senza parole riguardo quanto accaduto alla nave Costa Concordia vicinissimo all’isola del Giglio. Non si sa cosa abbia spinto il capitano della nave a scegliere questa rotta.
16/1/2012
Milano città metropolitana. Il ticket d’ingresso è una scelta giusta (e migliorabile). La bellezza delle città è in mano a noi, è “roba nostra”, riprendiamocela. Non soltanto a Milano.
16/1/2012
Dopo Prosperini e Nicoli Cristiani, Ponzoni è il terzo ex assessore regionale colpito da una richiesta di arresto. Senza contare che sono diversi gli uomini vicini al presidente Formigoni sotto indagine da parte della magistratura. Occorre approvare in poche settimane una legge elettorale senza più listini bloccati e andare al voto nel più breve tempo possibile per un forte rinnovamento della Regione Lombardia.
16/1/2012
La notizia della richiesta di arresto del consigliere del pdl Massimo Ponzoni, ex assessore regionale all’ambiente e segretario dell’ufficio di presidenza, è scoppiata come una bomba, peraltro confermando le tante denunce su situazioni e intrecci che evidentemente erano arrivate ben oltre l'accettabile. In Regione si sta vivendo una situazione kafkiana. Da una parte ci troviamo di fronte alla chiara compromissione di un sistema giunto alla conclusione, che si sta contorcendo su se stesso. Dall'altra continuiamo a portare avanti il lavoro e il confronto sui problemi che stanno attraversando la società lombarda.
Autore: Stefano Tosi     Tags: Ponzoni, arresto, Kafka, regione
17/1/2012
Non è più credibile la favola delle responsabilità individuali: non si tratta più di casi isolati. Le persone vicine Formigoni e colpite dalle richieste della magistratura hanno rivestito o rivestono ruoli di massima responsabilità in Regione Lombardia. Per non parlare del caso San Raffaele (proprio oggi è stata nominata la commissione d’inchiesta del Consiglio regionale).
17/1/2012
Se se non si decide a favore di qualche detrazione fiscale per chi vuole la fattura su lavori e prestazioni professionali, la piccola elusione, che però fa i numeri grandi, non verrà mai ridotta. E allora si smetta di parlarne. Il governo dei “tecnici”trovi la soluzione giusta. Sennò che tecnici sono?
17/1/2012
E’ inverno. Le temperature vanno sotto zero. Fino a qui tutto regolare. Ma perché quando i binari ghiacciano i treni non riescono più a circolare regolarmente?
Autore: Stefano Tosi     Tags: ghiaccio, treni, disagi, ritardi
18/1/2012
Le incrostazioni del potere formigoniano dopo 17 anni di dominio sono forti, pericolose e visibili. Urge l’alternativa politica o almeno l’alternanza delle persone. Fra poco più di un anno ci saranno le elezioni politiche e Formigoni si ricandiderà per la terza volta. Ebbene stia a Roma e renda inevitabili le elezioni anche in Lombardia..
18/1/2012
Sono arrivati i dati consultivi del 2011 sul sistema aeroportuale Milanese. Dopo che Air France ha trasferito i suoi voli a Linate e Lufthansa ha chiuso la sua base a Malpensa si è acuito il rapporto tra i due scali. I transiti a Malpensa sono calati, mentre a Linate sono più che raddoppiati. Tali dati sono stati interpretati da alcuni giornali come la costituzione di un nuovo hub a Linate. E’ stato scritto a chiare lettere “finalmente è stato raggiunto l’obiettivo di Milano di trovare un hub”. L’alimentazione degli hub di Parigi e Amsterdam risalta il ruolo accresciuto degli altri hub europei e l’affermazione delle compagnie aeree estere. Altro che successo ! Il problema è che, in queste condizioni, è il sistema italiano a perdere. Questo sia come ritorno dai sistemi aeroportuali, che come sviluppo degli operatori del trasporto aereo. Morale? Torniamo al nostro vizio di vedere con ottica campanilista le evoluzioni internazionali che spesso portano alla crescita dei Paesi che riescono a interpretarli al meglio.
19/1/2012
Gli errori pazzeschi del “cerchio magico” (quindi di Bossi) hanno catapultato Maroni al centro della scena. Lui, che non aveva fatto niente per chiudere la fase berlusconiana (anzi, voleva proseguirla) oggi ne è il beneficiario. Ma qual è il sogno dei “barbari di Maroni”? Se è la supremazia dentro la Lega è affar loro. Se è un disegno per l’Italia e l’Europa può interessare tutti noi. La sfida di Maroni è solo all’inizio.
19/1/2012
Novità importanti sulle pensioni. Negli emendamenti al decreto “milleproroghe”, presentati dai relatori alla Camera, sono infatti presenti norme ad hoc per i lavoratori precoci e per gli “esodati”. E’ una buona notizia anche per la provincia di Varese. Con la nuova normativa i lavoratori “esodati” (per cui è prevista la mobilità), della Whirpool e di altre aziende in crisi potranno andare in pensione seguendo l’iter concordato al momento degli accordi aziendali anche se sottoscritti dopo il 4 dicembre 2011.
19/1/2012
Doveva essere approvato come urgenza alla metà di novembre, invece è ancora fermo in commissione quinta. Stiamo parlando del Piano Casa. Lo stesso di cui scrivevo il 13 ottobre scorso, mettendo in luce la fretta con cui allora ci si apprestava ad apportare una maxi modifica alla legge sul governo del territorio. Una modifica che in parte recepiva a livello lombardo la legge nazionale contenuta nel cosiddetto “decreto sviluppo e piano casa”, e in parte andava a variare la legge regionale 12 del 2005.
20/1/2012
Oggi il diesel in svizzera era venduto a 1,57 euro al litro, mentre a Varese arrivava fino a 1,75. Anche se il risparmio non è elevatissimo, molti automobilisti si sono messi in auto con lo scopo di andare a fare il pieno in Svizzera. Ma questo flusso, che qualcuno definisce “turismo del carburante”, potrebbe interrompersi. E' in corso un confronto con il Governo che ha aperto la strada alla creazione di una carta sconto sul diesel.
21/1/2012
Centrosinistra senza il trattino o con lo stesso, comporta, in politica, una differenza enorme.
Autore: Paolo Rossi     Tags: Veltroni, pd, trattino
21/1/2012
Il pacchetto liberalizzazioni costituisce un primo passo in avanti nell’economia e nella società italiana, che darà più opportunità ai giovani e favorirà la concorrenza. Monti ha dato un indirizzo e ha messo le basi per il cambiamento. Adesso, a livello locale, sta a noi creare gli strumenti per far si che questa vera e propria “rivoluzione” si compia nel modo più positivo possibile.
22/1/2012
Chi si interroga sulle cause della più grave crisi economica e finanziaria dopo quella del 1929 trova in questo brano di Carlo Azeglio Ciampi un motivo di seria riflessione. Non parla un ideologo anti-mercato, ma l’ex Governatore della Banca d’Italia, l’ex Presidente della Repubblica, il capo del Governo e il ministro del Tesoro e dell’Economia che aveva fortemente voluto l’euro.
22/1/2012
Il decreto liberalizzazioni prevede l’addio al progetto del ponte sullo stretto di Messina. La somma già messa a bilancio - pari a un miliardo e seicento euro - è stata dunque riprogrammata per la realizzazione di opere medio-piccole immediatamente cantierabili. Tali fondi verranno devoluti all’ammodernamento delle scuole, alla difesa del suolo, alla manutenzione delle ferrovie e delle infrastrutture italiane. Si abbandona finalmente un progetto che avrebbe assorbito gran parte delle nostre risorse finanziarie come un pozzo senza fondo. Nella decisione di non procedere alla costruzione del ponte si legge un cambiamento importante di rotta del nostro Paese. Basta sprechi. L’intenzione ora è quella di devolvere risorse immediatamente spendibili a opere che possono migliorare davvero la qualità dell’ambiente e della vita. Dando un sostengo allo sviluppo economico nel breve periodo.
23/1/2012
Riprendo dopo due mesi il blog su Varesenews a cui devo la gratitudine per ospitarmi. Proverò a comunicare in forma nuova, utilizzando ogni volta un grafico per illustrare un problema cui dovremmo dedicarci e che invece è oscurato dall'irrompere totalizzante della finanza nella vita degli italiani. Sembra che le nostre vite siano usate per una emergenza che alla fine può portare più ingiustizia,il declino di un pianeta che abbiamo in comune e trasformare in danaro le nostre relazioni e le nostre aspettative. Proviamo a vedere se "un grafico al giorno leva lo spread di torno".
Autore: Mario Agostinelli     Tags: blog, spread, grafico
23/1/2012
Qualche anno fa anch’io dicevo: non entrerò nel partito socialdemocratico europeo. Ma cos’è e dov’è la socialdemocrazia oggi? Quale sarebbe il modello? Oggi il grande partito europeo progressista è da reinventare. La partecipazione a questa ricostruzione è la vera scommessa del Pd. Ormai i destini dell’Italia si giocano in Europa.
23/1/2012
Se abbiamo fatto un errore in questi anni, è stato quello di identificare troppo spesso la questione settentrionale con la stessa Lega. L’agenda politica del nord è stata così letteralmente imbrigliata per decenni dalla metafora leghista e anti-leghista. Una prima occasione di discussione sarà questo sabato, 28 gennaio, a Varese in occasione di “Giù al nord, tra secessione e recessione”. In particolare durante la prima tavola rotonda introdotta da Fabrizio Taricco con Dario Di Vico, Aldo Bonomi, Maurizio Martina, Laura Puppato.
23/1/2012
Oggi in commissione attività produttive abbiamo ascoltato una relazione onesta di Carlo Maccari, assessore regionale alla semplificazione e alla digitalizzazione. L’argomento era la semplificazione e l'informatizzazione del sistema lombardo. Ho descritto la relazione come “onesta” perché finalmente i toni trionfalistici e approssimativi hanno lasciato il posto alla descrizione di una realtà più articolata e difficile.
24/1/2012
Lebanche non fanno più mutui a famiglie e piccole imprese. Hanno interesse a speculare sullo spread alto e ad aumentare le rate dei mutui in corso. Un grafico illustra il crollo dei mutui in Italia
Autore: Mario Agostinelli     Tags: mutui, spread, banche
25/1/2012
“Il federalismo ai tempi della crisi” sabato 28 gennaio sarà l’argomento di discussione della seconda tavola rotonda di “Giù al nord, tra secessione e recessione”, ne parleremo con Marco Alfieri (La Stampa), Enrico Borghi (vice Presidente ANCI), Alessandro Cè (ex Assessore sanità Regione Lombardia) e Marco Stradiotto (Senatore, Commissione bicamerale attuazione federalismo fiscale) . L’appuntamento è alle 10.00 presso il teatro Santuccio, in via Sacco 10.
25/1/2012
La definizione scherzosa e divertente di Mino Martinazzoli alcuni anni fa: “Il guaio di Di Pietro non è che parla come Tarzan ma che ragiona come Cita”.
25/1/2012
Inefficienza in crescita per gli autotrasporti su gomma, che spostano l'80% delle merci nel Paese e hanno costi di carburante inquinante sempre più cari.
25/1/2012
Il ministro Elsa Fornero sta preparando una riforma sul lavoro che riguarda le tipologie contrattuali, la formazione e l’apprendistato, la flessibilità, gli ammortizzatori sociali e i servizi per il lavoro. Tra le novità emerse dalle parti sociali ci sarebbero il contratto unico, il ricorso alla flessibilità più caro e una stretta sull'utilizzo della cassa integrazione. Ma proprio su quest'ultimo argomento i sindacati non sono d’accordo. Fino a questo momento il contributo per gli ammortizzatori sociali – nello specifico per la cassa ordinaria, straordinaria e in deroga – è stato importante. Ora la crisi è arrivata a un punto molto critico e urge un confronto che deve portare a una soluzione. Penso che le priorità debbano essere tre: i giovani, le donne e gli over 50 messi in difficoltà dalla riforma pensionistica.
26/1/2012
Positivi questi due anni di blog. Ringrazio i partecipanti ed i numerosi lettori. Da oggi ripartiamo con qualche nuova regola.
Autore: Paolo Rossi     Tags: blog, anonimato, confronto.
26/1/2012
Ancora una volta la questione della Val Susa viene trattata sul piano dell'ordine pubblico, mettendo in sordina una discussione sull'inutilità della grande opera in tempo di crisi. I dati di traffico reali smentiscono le previsioni dei costruttori e quanto sia inopportuno oggi un investimento di 17 miliardi di euro
Autore: Mario Agostinelli     Tags: Polizia, NO TAV, Frejus
26/1/2012
La gente scende in piazza contro le liberalizzazioni. Perché non scendere in piazza (metaforicamente) per la difesa delle proprie città? Siamo ancora in tempo.
26/1/2012
La distanza tra i redditi più elevati e quelli bassi è aumentata. Di conseguenza, gli italiani che percepiscono un salario più basso stanno mettendo mano ai propri risparmi. Se i salari non sono sufficienti bisogna agire riducendo la fiscalità sul lavoro.
Autore: Stefano Tosi     Tags: salario, fisco, lavoro, reddito
27/1/2012
Domani a Varese si terrà “Giù al nord, tra secessione e recessione”, dalle ore 9.30 al teatro Santuccio in via Sacco. Durante la giornata si parlerà di questione settentrionale, federalismo, ambiente, territorio, economia e liberalizzazioni, mentre l’ultima tavola rotonda del pomeriggio avrà come tema “le sfide del nord per uscire dalla crisi”. Si svolgerà con la formula del question time. Alle “interrogazioni” di amministratori e rappresentanti del territorio risponderanno: Giuseppe Bonomi, Presidente SEA, Sergio Chiamparino, già Sindaco di Torino e Michele Graglia, Vice-Presidente di Confindustria Lombardia. Al termine, io e Pippo Civati raccoglieremo gli spunti e le proposte della giornata e presenteremo alcune ipotesi di lavoro per cui ci impegneremo nelle sedi istituzionali. Ci vediamo domani a Varese al teatro Santuccio. Siete tutti invitati!
27/1/2012
L'oblio non vinca mai sulle atrocità naziste.
27/1/2012
Consumiamo troppo ed andiamo in debito con la natura. ma ci preoccupiamo solo del debito finanziario, che, invece, dipende anche da quello ecologico
28/1/2012
le date della campagna elettorale di Alessandro Alfieri
28/1/2012
Nell’elenco delle cose assurde e imbecilli che succedono in Italia adesso bisogna anche inserire il ritiro di un libro. Incredibile che un sindaco (Marco Colombo, primo cittadino di Sesto Calende) abbia tentato di far sparire “L'idiota in politica. Antropologia della Lega Nord” perché a suo parere è fazioso. Assurdo che lo stesso sindaco si dedichi al perseguimento del libro, con dichiarazioni farneticanti e con il tentativo di farlo scomparire dagli scaffali della biblioteca pubblica. Che, in quanto pubblica, dovrebbe contenere più libri, voci e opinioni diverse. Altrimenti dove va a finire il pluralismo? Il degrado culturale, e molto del degrado politico dei nostri giorni, viene dimostrato anche da questi atteggiamenti molto stupidi. Se vogliamo costruire un’Italia nuova, dobbiamo incoraggiare lo scambio di opinioni diverse. E invece, a quanto pare, nel nostro Paese si ragiona troppo per pregiudizi e tribù. Quando sarebbe importante riscoprire i valori fondamentali della democrazia.
29/1/2012
E’ giusto che un Comune conceda contributi alle coppie gay in difficoltà economiche? E’ quanto la Giunta Pisapia ha deciso per Milano tra divisioni molto forti nello stesso Pd. Approvo la sperimentazione di Milano, ma coltivo laicamente il dubbio e, sulle unioni di fatto, ritengo necessaria una normativa che valga per l’intera nazione.
29/1/2012
C'è bisogno di un 'cortocircuito' per cambiare una politica vecchia e stantia.
29/1/2012
Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile la bella giornata di ieri al Teatro Santuccio, "Giù al nord, tra secessione e recessione". Grazie agli organizzatori (ViE e Prossima Fermata), agli ospiti, alle tante persone presenti e a quelle che hanno seguito l'evento sui social network. Si è finalmente parlato di nord cercando di farlo fuori dalla metafora leghista raccontando le difficoltà ma anche la vivacità e la dinamicità di questa parte di paese che non aspetta la politica ma anzi chiede alla stessa di essere all'altezza. Come ho sottolineato nel mio intervento, insieme a Pippo Civati nelle prossime settimane porteremo nelle sedi istituzionali alcune delle proposte emerse e presentate ieri. Vi terremo aggiornati.
29/1/2012
La morte di Oscar Luigi Scalfaro segna i confini di un’epoca e detta la necessità di procedere in una ricostruzione storica più attenta del periodo in cui svolse il suo ruolo presidenziale.
30/1/2012
La Lombardia detiene il triste primato dell'aumento di fallimenti aziendali. La crisi morde nella regione economicamente più forte, ma le banche restringono il credito, preferendo speculare sullo spread alto e sugli interessi elevati dei titoli di stato.
30/1/2012
Nel 1992, essendo in Parlamento quale rappresentante della Regione Lombardia, ho votato Presidente Oscar Luigi Scalfaro solo perché così aveva deciso la Dc. La sua difesa della Costituzione, la laicità dello Stato, l’integrità morale hanno cambiato il mio giudizio che è diventato positivo. Ma le ragioni della mia iniziale diffidenza restano in angolo della mia testa anche questo giorno di cordoglio.
30/1/2012
Scalfaro fu un personaggio apprezzato e criticato. Fu un Presidente che esercitò con piglio il suo ruolo e fu un punto di riferimento della nostra Costituzione che lui stesso definì quella sera a Varese: "il documento irrinunciabile dei diritti e dei doveri di un popolo unito su una strada comune, fatta di libertà, solidarietà a pace e scritta da uomini politici ma senza marchi di partito".
Autore: Alessandro Alfieri     Tags: Scalfaro, varese, ricordo,
30/1/2012
Oggi ci siamo espressi negativamente - in commissione congiunta Attività produttive e Formazione professionale - sul Piano di azione regionale 2011/2015 per la programmazione delle politiche integrate di istruzione formazione e lavoro e del sistema universitario lombardo. Faremo di tutto affinché il piano venga cambiato
I blog
Giuseppe Adamoli
Mario Agostinelli
Alessandro Alfieri
Raffaele Cattaneo
Paolo Rossi
Luciana Ruffinelli
Stefano Tosi
Lega Nord
Partito Democratico
Popolo della Libertà
Liberamente Politica
VareseNews
In primo piano
Dopo l'esperienza di Facebook il consigliere regionale del PD apre un blog su VaresePolitica, per rimanere in contatto ogni giorno con i cittadini
Archivi
Ultimi post
(31/1/2017 - 23:46)
(14/1/2017 - 00:03)
(2/1/2017 - 12:35)
(28/12/2016 - 00:49)
(5/12/2016 - 00:46)
(26/11/2016 - 12:34)
(17/11/2016 - 13:27)
(11/11/2016 - 16:28)
(5/11/2016 - 12:15)
(16/10/2016 - 15:28)