I post con il tag "manovra"
1/8/2012
Oggi una bella notizia: il Governo ha accettato le modifiche portate in Parlamento. Nella sostanza: si è evitato il taglio e le conseguenti manovre straordinarie, come l'aumento delle tariffe e la riduzione delle corse.
Autore: Stefano Tosi     Tags: treni, Pendolari, Tagli, manovra
20/12/2011
In Lombardia il peso della compartecipazione sanitaria è sbilanciato sulle fasce di reddito basse e medio basse della popolazione. Questa mattina con un ordine del giorno chiederemo in aula che la Giunta si impegni a prevedere l’esenzione dal pagamento dei ticket sui farmaci e del superticket sull’attività diagnostica ed ambulatoriale per i lombardi con un reddito familiare 2011 non superiore a 30mila euro.
12/12/2011
Le parole, gli slogan, gli striscioni di chi è sceso in piazza testimoniano un disagio comprensibile di fronte a una manovra molto pesante, dettata dall’emergenza che stiamo attraversando. Sarà importante confrontarsi, riunendo periodicamente un tavolo di verifica che dovrà pronunciarsi nelle prossime settimane sui temi del mercato del lavoro e della riforma degli ammortizzatmercato.
6/12/2011
Con l’approvazione della manovra ed i passi successivi bisognerà intervenire su : la mancata indicizzazione delle pensioni alzando la soglia di 936 euro, il rafforzamento della lotta all’evasione fiscale con la tracciabilità dei pagamenti a 500 euro e l’estensione delle detrazioni (sull’esempio del 55% sulle ristrutturazioni), sugli over55 che devono essere seguiti e coperti durante il periodo che porta al trattamento previdenziale, sulla copertura previdenziale per i giovani. Come devono essere rafforzate ad ogni livello (regionale e locale) le misure previste dal Governo per favorire l’occupazione giovanile e femminile.
1/10/2011
Questa mattina sarò in piazza a Milano per la manifestazione della CISL della Lombardia "Vogliamo farcela! Fuori dalla crisi con equità e sviluppo" alla quale hanno aderito anche Acli e Libera. Obbiettivo sollecitare la Regione a tagliare i costi della politica e ad assumere, insieme a tutte le forze economiche e sociali, iniziative concrete per rilanciare l'economia lombarda.
27/9/2011
Volevamo limitare l'impatto della manovra nazionale sul bilancio regionale e sulle politiche sociali. Purtroppo le nostre proposte, formalizzate anche dopo l'incontro con le parti sociali, non sono state per ora accolte. Ma abbiamo appena iniziato una lunga stagione che ci porterà ancora a confrontarci nelle prossime settimane con la maggioranza. Per uscire dalla crisi e dalla morte del federalismo.
21/9/2011
Le opposizioni scendano in piazza e vadano sui tetti. Abbattano questo governo impresentabile. Se non ci riescono la smettano però con la cantilena stucchevole delle dimissioni di Berlusconi. E’ il racconto di una deprimente impotenza.
19/9/2011
Oggi è stato registrato un aumento di 1,4 centesimi per la benzina verde, di 1,3 per il diesel e di 0,5 per il Gpl. L'aumento dell'Iva dal 20% al 21% ha avuto un effetto immediato – ma ingiustificato - sui prezzi dei carburanti.
15/9/2011
Il sindaco di Varese Fontana ha obbedito alla Lega non partecipando ad una manifestazione da lui stesso organizzata. Un classico percorso da partito romano che ha ripudiato la sua funzione di alfiere delle Autonomia Locali per abbracciare quella di difensore del potere centrale.
Autore: Giuseppe Adamoli     Tags: manovra, anci, lega, Fontana
13/9/2011
Se i tagli contenuti nell'ultima versione della manovra dovessero essere confermati, un treno su due non potrà più circolare in Lombardia. Le previsioni di Giuseppe Biesuz, amministratore delegato di Trenord, sono terrificanti e fanno pensare a un vero e proprio massacro per i pendolari. Anche per il personale la situazione è critica: si prospetta una riduzione di 1.500 dipendenti delle ferrovie. Bisogna assolutamente bloccare questo provvedimento. Dobbiamo protestare tutti insieme contro le misure del governo che colpiscono servizi essenziali e già interessati da pesanti aumenti nel 2011.
Autore: Stefano Tosi     Tags: manovra, Tagli, Ferrovie, treni
13/9/2011
I Comuni per la Lega, una volta, erano “sacri” e Roma era ladrona. Ora i sindaci che protestano contro la manovra del governo sono minacciati di espulsione. Ma la guerra interna è contro Fontana e Tosi o contro Maroni? La risposta sarà in perfetto stile romano.
Autore: Giuseppe Adamoli     Tags: manovra, lega, Trota, Maroni
10/9/2011
Mentre la crisi evoca lo spettro del '29, Berlusconi continua solo ad essere ossessionato dalle sue squallide vicende personali. A casa al più presto!
Autore: Mario Agostinelli     Tags: tasse, manovra, Berlusconi
8/9/2011
Intervista sulla 'manovra' approvata con voto di fiducia ieri dal Senato.
Autore: Paolo Rossi     Tags: manovra, Senato, Governo
6/9/2011
Rosso in piazza, con la Cgil che si è riunita per protestare contro la manovra. Rosso in piazza affari: la Borsa di Milano ha ancora perso. I messaggi che ha lanciato il Pd sono per il dialogo con tutte le parti sociali. La ricerca di una soluzione per uscire dalla difficoltà testimonia la nostra cultura di ricerca dell'interesse nazionale. Non perdiamola.
6/9/2011
La gran parte della classe dirigente del nostro Paese fatica a comprenderlo, ma siamo ormai sull’orlo del baratro. Questo giovedì la Banca Centrale Europea deciderà se continuare a comprare titoli di stato italiani sul mercato secondario. Francesi e tedeschi sono contrari a continuare l’intervento di sostegno al nostro debito.
Autore: Alessandro Alfieri     Tags: crisi, debito, manovra, euro
6/9/2011
I sindacati facciano i sindacati. Il Pd chieda in Parlamento, se vuole, lo stralcio dell’art. 8 in materia di licenziamenti e si preoccupi di trovare i voti necessari. Almeno i voti di tutte le opposizioni. E’ la premessa indispensabile per il governo d’emergenza.
Autore: Giuseppe Adamoli     Tags: manovra, Sindacati, Governo, pd
5/9/2011
Non solo fare lo sciopero generale, ma partecipare attivi alle manifestazioni nelle 100 piazze d'Italia. Il governo Berlusconi se ne deve andare!
5/9/2011
Domani sarò a Varese, in piazza con la Cgil, dimostrando quanto sia importante opporsi alle scelte che sta compiendo il Governo. Scelte che noi del Pd giudichiamo inique perché ricadono su chi già paga le tasse, senza dare nessun aiuto allo sviluppo del Paese, senza favorire le attività economiche e l’occupazione.
Autore: Stefano Tosi     Tags: manovra, sciopero, Cgil, occupazione
3/9/2011
In questi giorni si stanno rafforzando le voci che sostengono l’inizio di una nuova fase di recessione economica. I dati che arrivano dagli USA hanno accentuato le preoccupazioni. Le scelte compiute anche in Europa hanno indebolito le possibilità di riprendere la crescita. Per noi occorrerebbe il “miracolo” di “salvare” il Paese, facendolo rientrare il debito avviando una ripresa. In questo contesto la manovra finanziaria nazionale rischia di trascinarci ancora di più nella recessione. E questo perché non prevede interventi certi (dopo settimane di confusione), non contiene misure strutturali per favorire le attività e l’occupazione. In pratica, la manovra mette goffamente una pezza (dopo tre anni di governo in cui si è negata la gravità della situazione) invece di pianificare qualche intervento per “risanare” il Paese dalle fondamenta, e farlo crescere. Ormai siamo in molti a sostenere questa tesi. L’intervento di oggi del Presidente Napolitano punta a evidenziare la drammaticità del momento e la necessità di guardare al futuro, finalmente con la consapevolezza adeguata ad un cambiamento storico. Non è sicuramente all’altezza dei suoi compiti un Governo pasticciato e una maggioranza molto debole. I nostri interlocutori ci chiedono affidabilità e serietà. Garantiamole.
31/8/2011
Oggi, grazie alle proteste giustificate ed al vizio di probabile incostituzionalità, è arrivato il dietro-front sulle pensioni. Salta così, fortunatamente, il provvedimento ingiusto che prevedeva il mancato riscatto degli anni della laurea e del servizio militare. Si torna quindi a ipotizzare un aumento dell'Iva e del contributo di solidarietà.
31/8/2011
Basta con i dilettanti allo sbaraglio che concordano ad Arcore le manovre sulla pelle della gente! A casa!
Autore: Mario Agostinelli     Tags: manovra, bossi, Berlusconi
31/8/2011
Che casino questa manovra. Fa pagare a chi sempre pagato. Ormai è in mano a Calderoli. Hanno scambiato l’Italia per la Bèrghem Fest. Con l’evasione fiscale galoppante, con le dichiarazioni dei redditi fasulle: evviva la patrimoniale.
30/8/2011
I ritocchi alla manovra regalano continue (sgradite) sorprese. E’ di oggi la notizia che «verrà mantenuto l’attuale regime previdenziale già previsto per coloro che abbiano maturato quarant’anni di contributi con esclusione dei periodi relativi al percorso di laurea e al servizio militare». In pratica: i mesi di servizio militare o civile non contano più un fico secco ai fini dell’età pensionabile.
27/8/2011
Lunedì mattina sarò insieme agli amministratori locali provenienti da tutta la Lombardia e anche dal resto d’Italia che manifesteranno al Pirellone (ore 11.00 ingresso piazza Duca D’Aosta) contro una manovra che rischia di aumentare l’iniquità e di produrre effetti recessivi soprattutto per territori come i nostri.
Autore: Alessandro Alfieri     Tags: manovra, Comuni, anci, Tagli
24/8/2011
Questa manovra, che penalizza soprattutto le piccole realtà comunali, ha un preciso responsabile: il Governo Berlusconi.
Autore: Paolo Rossi     Tags: Governo, manovra, Nicora
17/8/2011
Fatta la manovra, si scopre che è difficilmente applicabile. Un esempio “varesino” sono i 23 comuni con meno di 1000 abitanti che non possono essere accorpati perché mancano i requisiti.
Autore: Stefano Tosi     Tags: 1000 abitanti, Comuni, manovra
13/8/2011
Due manovre approvate in poche settimane sono decisamente troppe, tanto più se la seconda segue di pochi giorni la prima ed è stata raffazzonata in extremis per andare a parare una situazione difficile aggravata dagli errori del governo compiuti negli scorsi tre anni.
12/8/2011
Formigoni dice bene: con i tagli della manovra correttiva il federalismo fiscale è davvero morto. Ma non occorreva attendere le misure allo studio per assecondare le richieste della Bce per capire che questo governo è nemico delle Regioni e dei Comuni.
10/8/2011
Sangue freddo di fronte alla crisi. I dati di oggi sono drammatici per le borse, in particolare per i titoli bancari. Il Ftse Mib lascia il 6,65%, mentre l'Ftse Italia All Share cede il 6,07% a 15.398 punti. In ribasso anche l'Ftse Star, che lascia il 2,12% a quota 9.436 punti. Le voci sul declassamento del debito della Francia, poi smentite, hanno aggravato il clima. L'incontro di oggi fra parti sociali e Governo non ha dato frutti concreti. Le indicazioni sono ancora generiche e si andrà a settimana prossima. Quando, tra il 16 e il 18 agosto, ci sarà un consiglio dei ministri per varare un decreto legge con le misure anti-crisi richieste all'Italia dalla Banca centrale europea. Unico punto fermo: il ministro dell'Economia Giulio Tremonti ha confermato l'obiettivo di anticipare di un anno, al 2013, il pareggio di bilancio. Sarà dunque necessario ristrutturare la manovra approvata a luglio. Per farlo, i principi indicati dalle parti sociali sono: rigore, equità, semplificazione istituzionale e riduzione dei costi della politica, tranciabilità dei pagamenti e lotta all'evasione e all'elusione fiscale, intervenendo anche con una tassazione significativa sui grandi patrimoni. Un concetto deve essere chiaro: non devono pagare ancora i soliti e la povera gente.
6/8/2011
Lo ha ribadito oggi, in una lettera al Sole 24 Ore, Pierluigi Bersani che «siamo in una situazione drammatica, non solo per quanto riguarda mercati, titoli e borse, ma anche per l'economia reale, quindi per l'occupazione, per i redditi per il lavoro delle imprese». Domani (domenica, nell'area feste di Cardano al Campo, alle 10.30) sarò tra i relatori di un convegno sul tema, dal titolo: «Imprese e lavoro nella morsa della crisi: come fare per ripartire». Con me ci saranno Franco Stasi (segretario provinciale Cgil), Giorgio Merletti (Presidente regionale di Confartigianato) e Fabrizio Sala (segretario del Pd di Cardano). Le proposte per ripartire partono anche da questi incontri.
27/7/2011
Ieri è stato votato in Consiglio Regionale l’assestamento di bilancio 2011. Si tratta di una manovra sbagliata e depressiva, che sconta i tagli della manovra nazionale e i vincoli del patto di stabilità, ma che ci mette anche del proprio, con scelte sbagliate della Regione, come quella di far gravare sui cittadini il superticket su visite ed esami. Un’impostazione profondamente iniqua che serve solo a fare cassa
21/7/2011
Formigoni ha annunciato che il previsto ticket da 10 euro sarà rimodulato in modo tale che per le prestazioni sotto i 5 euro non si pagherà nulla, mentre per le altre prestazioni dai 5,01 euro in su si pagherà un contributo del 30% fino ad un massimo di 66 euro. Queste prestazioni sono ben 638 e per queste i lombardi pagheranno fino a 66 euro. Venti euro in più di quanto previsto dalla manovra nazionale.
18/7/2011
I 10 euro di ticket in più sono una misura iniqua: colpiscono allo stesso modo sia la famiglia che fa fatica ad arrivare alla fine del mese che quella con redditi alti. Dalle tariffe del trasporto pubblico ai nuovi balzelli sanitari, non possono essere sempre i cittadini a pagare di più.
17/7/2011
Il Governo ha adottato una manovra pesante. E questo dopo aver passato anni a dire che la situazione era tranquilla, che saremmo usciti dalla crisi senza sforzo. Ma era un castello costruito sulla sabbia, destinato a sgretolarsi, a mostrare la sua assenza di fondamenta.
Autore: Stefano Tosi     Tags: servizi, tasse, manovra
12/7/2011
Dopo il silenzio assordante ma d'oro durato qualche giorno, Berlusconi oggi ha parlato. Incrociamo le dita. Se tutto ciò preludesse ad un suo abbandono dal governo dopo l’approvazione della manovra sarebbe magnifico.
7/7/2011
Dice bene il Corriere della Sera, usando il paragone “della pizza”. Negli ultimi dodici mesi diecimila euro investiti in Bot avrebbero maturato interesse per due pizze (circa 25 euro). Nel 2012, la pizza rischia di diventare una (10 euro). Nel 2013, potrebbe scomparire del tutto dal piatto. Rischia, infatti, di duplicare l’imposta sui titoli. Con Bot per 10 mila euro, il rendimento si ridurrebbe a 10 euro all’anno.
Autore: Stefano Tosi     Tags: Bot, ticket, manovra, imposte
19/7/2010
Questa sera, a partire dalle 21, nell’area feste della Schiranna (via Vigevano), ci sarà il secondo seminario della fase precongressuale, ovvero il percorso di preparazione al congresso del Pd. Si tratta di un appuntamento aperto a tutti, non solo i tesserati. Lo scopo di questi seminari è quello di incontrare i cittadini, ascoltandoli, parlando dei temi che stanno davvero a cuore.
I blog
Giuseppe Adamoli
Mario Agostinelli
Alessandro Alfieri
Raffaele Cattaneo
Paolo Rossi
Luciana Ruffinelli
Stefano Tosi
Lega Nord
Partito Democratico
Popolo della Libertà
Liberamente Politica
VareseNews
In primo piano
Dopo l'esperienza di Facebook il consigliere regionale del PD apre un blog su VaresePolitica, per rimanere in contatto ogni giorno con i cittadini
Archivi
Ultimi post
(31/1/2017 - 23:46)
(14/1/2017 - 00:03)
(2/1/2017 - 12:35)
(28/12/2016 - 00:49)
(5/12/2016 - 00:46)
(26/11/2016 - 12:34)
(17/11/2016 - 13:27)
(11/11/2016 - 16:28)
(5/11/2016 - 12:15)
(16/10/2016 - 15:28)