Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
I post di Novembre 2010
inserito il 2/11/2010 alle 16:17
Con la vicenda di Ruby il mio pensiero è corso a Bocca di Rose, la canzone capolavoro di Fabrizio De André. Sono tante o poche le rassomiglianze fra le due protagoniste? Il parroco di Sant'Ilario avrebbe chiamato la questura per aiutare Ruby. Qualche rassomiglianza anche qui?
Commenti dei lettori: 29 commenti
inserito il 3/11/2010 alle 16:50
Nel post di ieri “Bocca di rosa”, alcuni commenti mi esortano ad agire da “padre nobile” del Pd. E’ un incitamento che ho ascoltato varie volte. Ho sempre respinto questa tentazione, perfino nei Popolari e nella Margherita, e spiego il perché.
Commenti dei lettori: 21 commenti
inserito il 4/11/2010 alle 11:26
Pesante il fardello che si è posato sulle spalle di Susanna Camusso, da ieri segretario generale della Cgil. Innanzitutto per ragioni interne al più grande sindacato italiano. Ma se si affermerà un progetto politico capace di rigenerare la speranza sarà anche una donna fortunata. E’ un augurio per tutti noi.
Tags: Cgil, Susanna Camusso, Pomigliano, contratti     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: 23 commenti
inserito il 5/11/2010 alle 15:42
io non vado a Firenze. Quanto a Bersani non so neanche se l’abbiano invitato. Certo non deve essere bello sentirsi definire un rottame dopo un anno in cui sei segretario. Però lasciamoli fare in santa pace. Qualcuno dice “siamo troppi litigiosi e abbiamo perso le elezioni per questo”. Si, ma la litigiosità che ci ha punito non è questa, è quella dell’armata brancaleone governativa che ha affondato Prodi per ben due volte, nel 1998 e nel 2008, dopo che aveva vinto le elezioni.
Tags: Renzi, Bersani, Prodi, Veltroni     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 31 commenti
inserito il 6/11/2010 alle 16:11
Alla politica oggi si chiedono soprattutto novità. Mi faccio io una domanda: se fossi il prescelto non sarebbe il segno di un vuoto generazionale? Questa è una delle ragioni per le quali ho sempre detto di no.
Tags: varese, elezioni. Pd, primarie     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 39 commenti
inserito il 8/11/2010 alle 10:00
Come si fa ad affermare che Fini sta facendo solo del tatticismo? Ha riabilitato perfino la Prima repubblica che era fondata sulla pregiudiziale antifascista dell'arco costituzionale. Le castagne dal fuoco dobbiamo togliercele noi. Non inventiamo alibi ridicoli. Non rincorriamo chimere. La nostra utopia non abita dove dimorano i sogni finiani.
Commenti dei lettori: 28 commenti
inserito il 9/11/2010 alle 16:51
Non ho mai demonizzato la politica dei “bonus” praticata in Lombardia. Vogliamo però dire alto e forte che non basta? Che monetizzare il bisogno può alleviare l’indigenza temporanea o la gravità del fenomeno ma che, per fermare la denatalità italiana, ci vuole altro? Che servono servizi sociali, asili nido, tempi della città e del lavoro adatti alle donne?
Commenti dei lettori: 24 commenti
inserito il 10/11/2010 alle 11:28
E’ chiaro il tentativo di Vendola di qualificarsi non solo come capo di un piccolo partito non più comunista ma come leader di tutto il centrosinistra. Intanto questa sinistra depressa ha ritrovato un condottiero. Sarà una spina nel fianco del Pd? Meno male, ce n’è un grande bisogno.
Commenti dei lettori: 28 commenti
inserito il 11/11/2010 alle 11:39
C’è una forza dell’inerzia nel motore della storia che le forze di progresso dovrebbero decodificare. La sfiducia è una mala pianta che aiuta sempre la Destra.
Commenti dei lettori: 13 commenti
inserito il 12/11/2010 alle 10:03
Ho difeso il diritto dei “rottamatori” di Firenze a lavorare in santa pace e a comunicare le loro proposte con tutti i mezzi. Ma la linea del Pd sulla crisi deve essere una sola, cioè quella prevalente, non quella di Renzi. La confusione è già palpabile e diventerebbe smarrimento.
Commenti dei lettori: 51 commenti
inserito il 15/11/2010 alle 15:17
Ha vinto Giuliano Pisapia, evviva Pisapia, le primarie e la democrazia. Però il Pd ha perso. Adesso nessuna autoflagellazione ma nessun cedimento consolatorio. Serve un’analisi seria di ciò che è successo in centro e in periferia, seggio per seggio, quartiere per quartiere.
Commenti dei lettori: 38 commenti
inserito il 16/11/2010 alle 18:24
Ritorno sulle primarie di Milano. Nell’immediato vedo due errori da evitare: il primo è di approfittarne per regolare i conti dentro il Pd (dimissioni, dimissioni). Discutiamo piuttosto se le primarie sono una gara fra partiti o fra candidati. Il secondo errore è svalutare le primarie. Sarebbe un regalo a quel ceto politico che non ha mai superato una prova elettorale ed è vissuto solo di cooptazioni.
Commenti dei lettori: 42 commenti
inserito il 18/11/2010 alle 09:45
Il titolo di questa sua celebre canzone (“Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra”), è diventato il dilemma di milioni di italiani. La sinistra deve fronteggiare non una linea e un programma politici, ma una mentalità diffusa e impalpabile
Tags: sinistra, destra, Gaber, Fiori     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 33 commenti
inserito il 19/11/2010 alle 09:51
Se un ministro, soprattutto quello degli Interni, viene attaccato nei suoi compiti istituzionali ha diritto alla replica. Da come Maroni ha reagito, però, penso che si sia offeso più per le accuse alla Lega che per gli addebiti alla sua funzione. Se fosse così sarebbe, lui stesso, caduto in errore.
Tags: Saviano, Fazio, Maroni, rai     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 37 commenti
inserito il 21/11/2010 alle 15:50
Le implicazioni che chiamano in causa il premier non lo faranno mai dimettere. Eppure dovrebbe farlo. Anzi, dovrebbe averlo già fatto.
Commenti dei lettori: 24 commenti
inserito il 23/11/2010 alle 09:45
La mia idea è che le primarie sono, salvo eccezioni, una competizione fra candidati e non fra partiti. Se il Pd vuole un nome solo si comporti di conseguenza: convinca tutta la coalizione o si presenti soltanto con le forze che accettano quel candidato senza passare dalle primarie.
Tags: coalizione., pd, varese, primarie     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 50 commenti
inserito il 24/11/2010 alle 16:58
Se per federalismo “a più velocità” si intende invece il perpetuare e l’allargare le distanze sociali, economiche, istituzionali tra le varie regioni d’Italia, questa riforma non ci sarà mai. Oppure vorrà dire la secessione strisciante e la fine dell’unitànazionale. A questa prospettiva mi oppongo. Io mi sento italiano prima che lombardo.
Tags: Formifoni, Maroni, Marcegaglia, federalismo     Categoria: Lombardia
Commenti dei lettori: 26 commenti
inserito il 25/11/2010 alle 18:23
Ci avviciniamo alle elezioni anticipate? Ebbene i partiti dicano cosa pensano e cosa vogliono. E se invece non si vota fino al 2013 si impegnino ad approvare la legge, diventata indifferibile. Nessun partito pensi di cavarsela con la libertà di coscienza lasciata ai parlamentari. Questa è sacrosanta. Ma una linea politica è indispensabile.
Commenti dei lettori: 39 commenti
inserito il 27/11/2010 alle 18:57
Qui si tratta solo di manifestare umanità, di integrare i contenuti di un programma (bello e meritorio), di ammettere che il racconto della vita nell’epoca della medicina supertecnologica non si esaurisce con Beppino Englaro e con Mina Welby. Vi sono atti di amore di segno opposto che pure vanno rispettati, non nel nome di una fede religiosa, ma di un’etica civile.
Tags: Fazio, Saviano Englaro, famiglie     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 51 commenti
inserito il 29/11/2010 alle 18:24
Massimo Cacciari: il terzo polo si farà a Milano, oppure non si farà da nessuna parte. Ma nel merito le differenze tra gli ospiti sono rimaste tante e consistenti. Detto di questa evanescenza (per ora), sarebbe esiziale se il Pd rinunciasse ad un dialogo forte e convinto con queste forze.
Commenti dei lettori: 29 commenti
Archivi:
Ultimi post:
(12/6/2014 - 09:06)
(10/6/2014 - 11:29)
(8/6/2014 - 19:04)
(5/6/2014 - 12:08)
(28/5/2014 - 08:54)
(27/5/2014 - 09:40)
(26/5/2014 - 08:10)
(25/5/2014 - 09:04)
(24/5/2014 - 12:08)
(22/5/2014 - 17:23)