Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
I post di Giugno 2011
inserito il 1/6/2011 alle 18:07
Nel capoluogo, senza la lista “Varese e Luisa” (4%), forse Attilio Fontana (49,4% al primo turno) ce l’avrebbe fatta subito. A Gallarate la lista di Edoardo Guenzani (Città è vita) ha preso addirittura il 9% e 2.110 voti risultando assolutamente determinante. Sarebbe tuttavia sbagliato ridurre solo ad un fatto numerico l’apporto delle liste civiche alle coalizioni di centrosinistra. Sono servite anche a dare una maggiore empatia con la città che è stata apprezzata da molti elettori. Se il Pd saprà valorizzare queste risorse senza pretendere di rinchiuderle nei propri ranghi metterà a segno un profitto duraturo per se stesso e per le città.
Commenti dei lettori: 16 commenti
inserito il 3/6/2011 alle 09:08
Le frecce acuminate dell'elettorato milanese hanno colpito il bersaglio giusto. Fra qualche anno potrebbero abbattere anche il vincitore di oggi. Se il buon giorno si vede dal mattino, però, Pisapia sarà bravo a scansarle. Ha già cominciato dicendo a Nichi Vendola quel che gli andava detto per essersi improvvidamente vantato di aver “espugnato Milano”, e ricevendone prontamente le scuse.
Commenti dei lettori: 26 commenti
inserito il 4/6/2011 alle 17:12
Sono le parole della Lega a essere consunte: zingaropoli, ronde, moschee, sfruttamento della paura. I ceti medi si sono impoveriti, non solo le partite Iva, anche i lavoratori delle fabbriche, anche i nuovi professionisti. L’appoggio ai provvedimenti personali del premier ha stancato. La promessa del federalismo fiscale non basta più.
Commenti dei lettori: 25 commenti
inserito il 6/6/2011 alle 08:18
Domenica prossima andrò sicuramente ai seggi. Ho rinviato apposta una vacanza. Voterò due SI convinti sul legittimo impedimento e sulle centrali nucleari. Voterò NO su almeno uno dei due quesiti sull’acqua. Mi si convinca che la mia scelta è sbagliata e la cambierò. Il SI stravincerà, lo so anch’io, ma questa previsione non è sufficiente per allinearsi e tacere.
Commenti dei lettori: 51 commenti
inserito il 7/6/2011 alle 10:00
Si sa, la sconfitta è orfana e la vittoria ha tanti padri. In politica come nella vita. Il buon risultato del Pd nelle amministrative, per consolidarsi e diventare tale alle prossime Politiche, ha davanti a sé un lungo cammino con tanti ostacoli. Ma non c’è dubbio che la soddisfazione personale di Pierluigi Bersani, condivisa ieri da tutta la Direzione del Pd, è motivata e giustificata.
Commenti dei lettori: 35 commenti
inserito il 8/6/2011 alle 10:57
Il 10 giugno 2008, all’indomani delle elezioni politiche con la grave sconfitta del centrosinistra, ho aperto il primo il blog politico (non elettorale) di Varesenews che è rimasto il solo per molto tempo. Ricordo lo scetticismo, peraltro giustificato, di colleghi, amici e avversari che ne pronosticavano la fine precoce. Invece ha resistito ed è cresciuto moltissimo. La qualità del dibattito è stata seria e mai astiosa, perfino su temi controversi come quello sull’acqua di qualche giorno fa e su opinioni controcorrente. La libertà critica, che ho sempre avuto negli alti e bassi della mia esperienza politica, è dovuta al fatto che non ho mai ritenuto i partiti nei quali ho militato (Dc, Ppi, Margherita, Pd) delle “chiese laiche”. E’ un insegnamento degasperiano che mi tengo stretto nel cuore e nella mente. La mia gratitudine va in primo luogo a Marco Giovannelli e a Varesenews. Senza di loro non avrei corso questa piccola ma bella avventura
Tags: Varesenews, Giovannelli, blog, sito     Categoria: Persone
Commenti dei lettori: 59 commenti
inserito il 9/6/2011 alle 18:01
L’esasperazione dei cittadini sui ritardi e sulle inefficienze della Giustizia è al massimo. La rabbia si scarica sui magistrati che non lo meritano. La Giustizia deve essere riformata. Certamente non come vorrebbe Berlusconi, tutt’altro, ma così non si potrà andare avanti molto. Nei limiti della Costituzione, la riforma della Giustizia è compito del Parlamento sovrano, non di altri. Mi fa specie l’auto difesa delle associazioni dei magistrati che si comportano come un muro di gomma rispetto a qualsiasi progetto riformatore. Tutto questo non ha giovato affatto alla loro credibilità.
Commenti dei lettori: 28 commenti
inserito il 11/6/2011 alle 10:14
I cittadini devono sapere che l’astensione per pigrizia mentale, indifferenza, insensibilità è una responsabilità seria. Per riuscire in questo intento bisognerebbe combattere l’apatia e il disinteresse senza demonizzare però gli elettori che si asterranno per scelta politica.
Tags: , quorum, astensione, referendum     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 31 commenti
inserito il 13/6/2011 alle 08:30
Nei prossimi anni, un equilibrio fra rappresentanza politica (Consigli) e potere esecutivo deve essere trovato. Se i sindaci hanno praticato il principio delle “quote rosa” per le Giunte, non vedo perché non debba essere stabilito (magari con percentuali diverse) anche per le assemblee consiliari.
Commenti dei lettori: 34 commenti
inserito il 14/6/2011 alle 10:29
Il raggiungimento del quorum segna un risveglio partecipativo straordinario sull’onda di quanto accaduto alle recenti amministrative. Nel merito, il legittimo impedimento è stato sepolto e così anche le leggi ad personam come il processo breve. Sugli altri temi, adesso al lavoro. Una forza di governo, transitoriamente all’opposizione, deve saper dare queste risposte riformatrici. Proponendosi di non ingrossare un settore pubblico che ha semmai bisogno di dimagrire.
Commenti dei lettori: 21 commenti
inserito il 27/6/2011 alle 10:46
Teniamo sempre presente la famosa differenza fra il “politico” che pensa alle elezioni e lo “statista” che pensa al Paese. Il centrosinistra sarà in grado di esprimere questo statista? E’ la sfida difficile che sta di fronte a noi.
Commenti dei lettori: 19 commenti
inserito il 28/6/2011 alle 08:41
Ho scelto questo titolo apposta. Da ragazzo mi impressionava la sua accezione negativa in molta gente comune. E in seguito non ho mai compreso la posizione arcigna e chiusa della Chiesa cattolica verso le persone divorziate. Ora qualcosa sta forse lentamente cambiando. Se è così mi fa molto piacere.
Commenti dei lettori: 27 commenti
inserito il 29/6/2011 alle 09:57
Sono persuaso che a questi livelli opera la “grazia della carica” che ti rende autonomo, autorevole, che ti mette in relazione con la dimensione universale degli eventi, non con questo o quel Movimento ecclesiale. Sono molto fiducioso che il suo incontro con il mondo laico milanese sarà aperto e dialogante. Senza nessuna indebita intromissione ideologica.
Commenti dei lettori: 78 commenti
Archivi:
Ultimi post:
(12/6/2014 - 09:06)
(10/6/2014 - 11:29)
(8/6/2014 - 19:04)
(5/6/2014 - 12:08)
(28/5/2014 - 08:54)
(27/5/2014 - 09:40)
(26/5/2014 - 08:10)
(25/5/2014 - 09:04)
(24/5/2014 - 12:08)
(22/5/2014 - 17:23)