Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
inserito il 11/11/2009 alle 10:39

La discussione di queste settimane sulla Pedemontana perde spesso il senso della realtà. Metto in evidenza tre punti in modo molto sintetico.
- non si può far passare come un successo il fatto che forse sulle tangenziali di Varese e Como (le sole città che ne sono sprovviste) non si pagherà il pedaggio. Questa è l’assoluta normalità, non c’è nessuna tangenzialina a pagamento in Italia e in Lombardia;
- dire che questo obiettivo sarà raggiunto solo nel caso in cui ci saranno dei risparmi sui costi di costruzione, equivale a una presa in giro per guadagnare un po’ di tempo;
- sui secondi lotti delle due tangenziali c’è ancora buio fitto. Questi progetti si intrecciano con la futuribile e incertissima superstrada Varese – Como –Lecco che è ancora al primo studio di fattibilità. Vale a dire che se ne parlerà in un futuro indefinito.
Capisco che a marzo ci saranno le elezioni regionali, ma c’è un limite di decenza che non deve mai essere superato.

Commenti dei lettori: 12 commenti - scrivi il tuo commento
Da qui alle regionali del mese di marzo ne vedremo delle belle. Inaugurazioni, prime pietre, annunci mirabolanti, progetti di grandi opere. In parte era così anche in passato ma in questi anni esagerano.
Scritto da Impiegata regionale il 11/11/2009 alle 12:24
Se è per questo al centrosud non si pagano i pedaggi nemmeno sulle autostrade non solo sulle tangenziali.
Scritto da Robusti G. il 11/11/2009 alle 12:44
Stanno cercando di farci intendere che il non pagare sulle due tangenziali è un regalo. Dovrebbero vergognarsi.
Scritto da Martino il 11/11/2009 alle 13:51
Hanno una gran sfacciataggine altro che decenza. Il modo di gestrire la cosa pubblica è mortificante. Sembrano tuti dei piccolissimi Berlusconi.
Scritto da Gianmarco M. il 11/11/2009 alle 14:31
Certo che è una volgare presa in giro. Credono che siamo tutti allocchi. Non si pagherà pedaggio se si faranno risparmi sui costi di costruzione delle due tangenziali. Avete capito ? Ma quando mai i costi definitivi delle opere pubbliche sono stati inferiori a quelli dell'appalto iniziale ? Queta sarebbe la bella vittoria del lucifero Cattaneo.
Scritto da Ambrogio V. il 11/11/2009 alle 15:44
Ambrogio V. spiega ulteriormente quello che Adamoli dice nel post. E' una sonora presa per i fondelli. Mi stupisce che i giornali locali facciano finta di credere a queste panzane.
Scritto da Albertone da Giussano il 11/11/2009 alle 16:17
Il limite di decenza è già stato oltrepassato. La denuncia che Adamoli fa (giustissima) è perfino in ritardo sulle necessità. Colpisce sempre l'esitazione della stampa e della TV nel denunciare ciò che non va in Lombardia. C'è un timore reverenziale ingiustificato e inaccettabile. Bisogna ribellarsi. Credetemi, io sono un agnostico della politica.
Scritto da Macchi Carlo il 11/11/2009 alle 17:17
Vedrete che faranno la posa della prima pietra in campagna elettorale. E' un classico della propaganda formigoniana.
Scritto da Fosforo il 11/11/2009 alle 20:36
La Varese, Como, Lecco non la vedrà neanche mio figlio. Spero di vedere io la tangenziale di Varese finita.
Scritto da Croci E. il 11/11/2009 alle 22:31
C'è un discorso di verità che va fatto anche sulla Pedemontana e sulle tangenziali di Como e Varese. Il projet financing non è manna dal cielo ma un'ingentissima anticipazione di fondi per realizzare opere che la mano pubblica diversamente non potrebbe fare. Chi presta vuole rientrare sia pure a lungo termine ed ecco i pedaggi invece negati per ragioni di immagine politica. La solita mistificazione tanto praticata nel Paese dei mille annunci e dei pochissimi fatti concreti. Come ricorda Fosforo
Scritto da cesare chiericati il 12/11/2009 alle 09:48
Mi associo a quanto esposto da Chiericati. Desidero però invitarti a spendere un post sulla questione ormai sotto la lente della magistratura riguardo alla questione "bonifiche". Mi sembra che l'opposizione del Pd sia alquanto timida. Spero di sbagliarmi.
Scritto da Angelo Eberli il 12/11/2009 alle 14:07
Caro Angelo, credo che tu abbia ragione. Martedì scorso abbiamo portato in Consiglio l'argomento con delle interrogazioni ma la Giunta si è chiusa a riccio e non siamo stati capaci di andare sulla stampa. Oggi il problema specifico è in mano alla Magistratura ma le "bonifiche" in generale dovrebbero avere maggiore attenzione. Non è un problema di cui mi occupo io, nella divisione del lavoro in gruppo, ma penso che bisognerà occuparsene di più e meglio.
Scritto da Giuseppe Adamoli il 13/11/2009 alle 08:24
Archivi:
Ultimi post:
(7/4/2014 - 08:32)
(4/4/2014 - 08:50)
(2/4/2014 - 16:23)
(1/4/2014 - 10:20)
(31/3/2014 - 11:23)
(30/3/2014 - 10:03)
(28/3/2014 - 08:45)
(26/3/2014 - 08:24)
(24/3/2014 - 08:40)
(23/3/2014 - 09:13)