Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
inserito il 17/11/2009 alle 12:45

Si parla, o si straparla, in questi giorni delle assonanze fra Pd e Pdl per le difficoltà di fondere partiti diversi per storia e cultura. C’è chi paragona il controverso rapporto Berlusconi-Fini all’infinito conflitto D’Alema-Veltroni. È una comparazione in sé molto azzardata. In ogni caso questo nodo gordiano lo hanno sciolto congresso e primarie del Pd. Di fronte al verdetto di tale giudice, Veltroni ha preso atto e ieri, dopo un periodo sull’Aventino, ha ritrovato la strada della direzione nazionale del partito. Io ne sono felice. Quale sarà il giudice nel Pdl? (Ammesso che questo termine non provochi al Premier un attacco irreversibile di orticaria).

Commenti dei lettori: 17 commenti - scrivi il tuo commento
In ogni partito ci sono scontri fra le personalità più forti. La stessa cosa sta accadendo nell'IDV fra Di Pietro e De Magistris.
Scritto da Volpi N. il 17/11/2009 alle 14:16
In ogni partito ci sono scontri perché mancano personalità forti.
Scritto da Filippo Valmaggia il 17/11/2009 alle 14:38
Il giudice per affrontare i problemi interni del PDL? Io proporrei l'avv. Ghedini.
Scritto da B. C. il 17/11/2009 alle 15:26
Fini non sta facendo solo tattica. Sta portando il PDL sull'orlo della rottura. Rutelli ha capito benissimo quello che accade nel centrodestra e si prepara a raccogliere qualche coccio.
Scritto da Ex UDC Milano il 17/11/2009 alle 15:38
Questi personalismi nuocciono ai partiti. Prima al PD, ora alla destra. Non illudetevi però, vincerà Berlusconi alla grande.
Scritto da Ernesto G. il 17/11/2009 alle 15:45
Gianfranco Fini , forse aiutato e comunque confortato dal ruolo istituzionale che riveste, ha davvero traghettato la Destra italiana verso la modernità ed il nuovo millennio. Berlusconi prima o poi finirà, ma il fronte conservatore in Italia no. Fini con i suoi distinguo rispettosi della Costituzione rispetto al Premier e ai suoi giullari (compresi i suoi ex colonnelli) ha trovato nella nostra Carta fondamentale il suo Giudice.
Scritto da Nicola il 17/11/2009 alle 15:49
Siete degli illusi. Il PDL supererà benissimo queste baruffe e governerà per un sacco di anni.
Scritto da Gino Bucci il 17/11/2009 alle 15:56
Caro Gino Bucci, non è che a noi dia fastidio che il Pdl governi, ma quanto piuttosto il fatto che non lo faccia. Cavolo, con tutte le riforme che ci sarebbero da fare, con la crisi economica da affrontare, sono quasi 2 anni che il governo si occupa solo ed esclusivamente dei processi di Berlusconi, ed ogni tanto degli immigrati sui barconi o dei dialetti nelle scuole. Con tutto quello che invece ci sarebbe da fare: ma ti sembra normale?
Scritto da Pino il 17/11/2009 alle 16:48
Adamoli, se permetti, il tuo è un accostamento strumentale... nel senso che ogni partito, in casa propria, ha compotamenti e tattiche non confrontabili... che non interessano alla gente. Noi avvertiamo un generale rimescolamento di idee, tendenze politiche, intenzioni di voto da parte della gente qualsiasi, che non ha tessere di partito, che è opinione pubblica, quella che determina la vittoria o meno di forze e partiti politici: a questa gente bisogna riferirsi e saperla ascoltare.
Scritto da Amici Alto Milanese il 17/11/2009 alle 17:11
Gli amici Alto Milanese debbono ammettere che un partito veramente democratico ha in se gli strumenti per risolvere le eventuali diatribe interne. Quando il PDL, nella versione di Forza Italia ha mai tenuto un congresso?
Scritto da Tenaglia M. il 17/11/2009 alle 20:23
Concordo con Pino. Il Governo faccia il suo dovere che arriverà senza troppi problemi alla fine della legislatura.
Scritto da Roberto il 17/11/2009 alle 21:04
@ Filippo Valmaggia. Berlusconi non avrebbe una personalità forte? Non è questo il problema. Sono le inchieste giudiziarie e la sua voglia di scappare dai tribunali.
Scritto da Piera il 17/11/2009 alle 21:40
Non sono di nessun partito e voto quà e là. Credo che Gino Bucci abbia ragione. Il centrosinistra ha governato troppo male quando ha vinto le elezioni. Dopo di allora non l'ho votato più.
Scritto da Ossola Gianni il 17/11/2009 alle 21:46
Rispondo a Piera. Cosa ha mai espresso Berlusconi per meritarsi l'appellativo di "Personalità Forte"? L'uso della bandana? Le grevi battute che rivolge alle donne? Gli strepiti anticomunisti? Non riconosco alcuna personalità a quel signore ma soltanto una straordinaria faccia tosta.
Scritto da Filippo Valmaggia il 18/11/2009 alle 09:06
Agenzia di stampa di pochi minuti fa: "Immigrati - Converegenze Pd-Fini. L'ira del Pdl". Caro Adamoli, ma che cosa è, in definitiva, la politica se tutto è in continua, inarrestabile evoluzione ? Non ti sembri, il nostro argomentar, fuori tema perchè tutto diventa ...tema; e anche il contrario di tutto di tutto diventa...tema. Fini-Pd, una novità... così essa appar, oggi... Cordiali saluti. Per tutti gli amici bustocchi e non bustocchi: Carlo.
Scritto da Carlo il 18/11/2009 alle 16:37
@ Carlo. La confusione sotto i cieli è tanta ed è difficile distinguere il grano dal loglio. In questo caso però risulta chiaro che nessuna intesa politica è in cantiere con Fini se non delle convergenze su singole leggi.
Scritto da Giuseppe Adamoli il 19/11/2009 alle 13:50
@Adamoli - Chiarissimo quello che affermi. Ma fino a ieri era impensabile solo pensare di fare intese o convergenze su singole leggi, tra gruppi politici o persone ideologicamente, prima, una volta, agli antipodi... Si comincia sempre così... un passettino dopo l'altro e si arriva a correre insieme. Esperienza insegna. Chissà, tempo al tempo... Che sia davvero questo, empriricamente, "fare" politica, soprattutto ora che l'ideologia sembra svanita?
Scritto da Carlo il 21/11/2009 alle 16:01
Archivi:
Ultimi post:
(12/6/2014 - 09:06)
(10/6/2014 - 11:29)
(8/6/2014 - 19:04)
(5/6/2014 - 12:08)
(28/5/2014 - 08:54)
(27/5/2014 - 09:40)
(26/5/2014 - 08:10)
(25/5/2014 - 09:04)
(24/5/2014 - 12:08)
(22/5/2014 - 17:23)