Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
inserito il 19/3/2009 alle 10:00

A conclusione di un rappresentazione de “La fattoria degli animali” di George Orwell per scuole superiori, la compagnia teatrale ha fatto scorrere sullo schermo le foto di alcuni dittatori. A un certo punto è apparsa anche quella di Berlusconi. La compagnia ha subito chiesto scusa e il responsabile di tale atto è stato individuato nel giovane tecnico delle luci appena assunto.
Mi sono chiesto, se potessi parlare con questo giovane, cosa gli direi?. Pressappoco questo: “Caro ragazzo, perché aiutare Berlusconi in questo modo?”.

Tags: Berlusconi, dittatori     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 9 commenti - scrivi il tuo commento
E soprattutto: perché dargli così tanta importanza?
Scritto da Adriano il 19/3/2009 alle 10:09
anceh se ci sarebbe da chiedersi perchè scandalizza tanto questo ragazzo che mette il premier insieme a una cattiva compagnia, e non scandalizza Brunetta che definisce gli studenti "guerriglieri".
Scritto da ema il 19/3/2009 alle 13:42
E se invece avesse ragione il giovane tecnico delle luci? Continuiamo a pensare che l’antiberlusconismo non paghi? Personalmente ritengo che se si ama la democrazia non se ne possa prescindere. Il Personaggio è la rappresentazione ipostatica di tutto ciò che va contro la Democrazia, per lo meno quella prevista dalla nostra Costituzione. Forse non riuscirà appieno a raggiungere i suoi obiettivi, ma comunque li persegue con tenacia. Serve un elenco? Ha in odio la separazione dei poteri; si affattura le leggi; è infastidito dalle prerogative del Capo dello Stato; vuole un Parlamento prono; dovrebbero votare solo i capigruppo; è portatore di un enorme conflitto di interesse che solo gli Italiani si ostinano a non voler vedere… e potrei continuare. È sufficiente per essere antiberlusconiani e temere che costui possa raggiungere i suoi scopi?
Scritto da Angelo Eberli il 19/3/2009 alle 13:48
Non c'è dubbio che tutte queste esagerazioni aiutano Berlusconi ad ergersi come paladino delle libertà e perfino della moderazione, lui che è abastanza estremista.
Scritto da Sofia il 19/3/2009 alle 15:53
Questa volta non condivido Angelo Eberli. Come si fa a mettere Berlusconi sul piano di Hitler e di Stalin? In questo modo si da uno spazio enorme alla propaganda della destra.
Scritto da Uslenghi il 19/3/2009 alle 18:26
Mi piacerebbe sapere da Sofia in che cosa consistono le mie "esagerazioni". Perchè non prova a confitarle nel merito? Magari potrei emendarmi
Scritto da Angelo Eberli il 19/3/2009 alle 19:05
Mah, basta che Berlusconi non si monti la testa...
Scritto da Fede il 20/3/2009 alle 09:49
Per Angelo Eberli: le sembra davvero proponibile una somiglianza di Berlusconi con Hitler e Stalin? Io ho qualche simpatia per la sinistra ma non scherziamo.
Scritto da Sofia il 20/3/2009 alle 09:50
Non intendevo affatto paragonare Berlusconi a Hitler e a Stalin e non l'ho fatto. Ho solo elencato alcuni tratti del berlusconismo che ci stanno portando su una china pericolosa per la democrazia. Ho anche chiesto di essere confutato nel merito di quanto ho affermato. Questo esigerebbe una corretta dialettica. Però se si vuole parlar d'altro, mi arrendo.
Scritto da Angelo Eberli il 21/3/2009 alle 14:52
Archivi:
Ultimi post:
(12/6/2014 - 09:06)
(10/6/2014 - 11:29)
(8/6/2014 - 19:04)
(5/6/2014 - 12:08)
(28/5/2014 - 08:54)
(27/5/2014 - 09:40)
(26/5/2014 - 08:10)
(25/5/2014 - 09:04)
(24/5/2014 - 12:08)
(22/5/2014 - 17:23)