Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
inserito il 24/3/2009 alle 09:27

Gian Antonio Stella ha scritto domenica sulla prima pagina del Corriere un articolo nel quale informa che  Reggio Calabria è diventata “area metropolitana”. E questo in virtù di un emendamento, poi approvato, presentato da parlamentari di Alleanza Nazionale. Le città metropolitane sono ormai una vecchia invenzione istituzionale messa solennemente nella Costituzione del 2001, per ora senza conseguenze pratiche. Ma che c’entra Reggio Calabria, che ha meno abitanti della provincia di Varese, con questo discorso? È una città (e una provincia) che non risponde a nessun parametro che possa identificare un’area metropolitana  (Milano, Roma, Torino, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli).
Perchè gli altri giornali hanno quasi tutti ignorato la notizia? Perché Regione Lombardia, a cui questa novità non era certamente sfuggita, non ha detto e non dice niente? La risposta è chiara. Non bisogna irritare la Lega e le altre città italiane che hanno ben maggiori requisiti di Reggio Calabria. Ma il ministro Calderoli pensa davvero di fare un buon federalismo fiscale (non solo una legge) con questi furbi compromessi?

Commenti dei lettori: 10 commenti - scrivi il tuo commento
La Lega di compromessi deleteri ne sta facendo quintali. Ma i leghisti credono al Capo e non c'è niente da fare. Per il federalismo fiscale accettano tutto anche in contraddizione col federalismo.
Scritto da Lorenzo il 24/3/2009 alle 10:15
Ma i leghisti ( e in provincia sono tanti!) non si accorgono di come vengano presi in giro ogni giorno? Dov'è il senso critico proprio delle persone con un minimo di saggezza ? Almeno in questo forse dimostriamo di non essere in coma, di non avere venduto il cervello, ma di avere il coraggio di criticare perchè il bene comune ( e non il bene proprio) prevalga su tutto. Le proposte concrete di Franceschini potranno dare fastidio a qualcuno, ma hanno il merito di costringere il governo a discuterne.
Scritto da piera il 24/3/2009 alle 10:56
Il disastro di Malpensa, l'Expò che parte, se parte, con gravissimo ritardo, i soldi a Catania e a Roma, adesso Reggio metropoli. Una bella collezione di azioni a favore del nord, bravissimi questi leghisti.
Scritto da Lucky il 24/3/2009 alle 13:01
Reggio Calabria come Milano, i federalisti veri dovrebbero ribellarsi e Miglio rivoltarsi nella tomba.
Scritto da Umbertone il 24/3/2009 alle 13:22
I leghisti al governo ormai, per il potere, ingoiano ogni soppruso contro il nord. Negli ultimi 8 anni la Lega ha governato il Paese con il Polo per 6 anni e mezzo portando al nord solo briciole. Lo scandalo di Reggio Calabria "area metropolitana" è la ciliegina che la dice lunga su cosa intendano Bocchino e PDL per federalismo fiscale "equamente" ripartito. Chissà se anche i giornali se ne accorgeranno o preferiranno la protezione del gran capo di Arcore. Che pena.
Scritto da Ravani il 24/3/2009 alle 15:55
La Lega si è romanizzata come e più dei partiti centralisti. Si è aperto uno spazio per il PD e per l'UDC, se vogliono sfruttarlo.
Scritto da Giorgio F. il 24/3/2009 alle 19:16
Anzichè parlare a vanvera su Reggio Cal, venite a visitarla e vi accorgerete che a 20 minuti di traghetto c'è Messina (totale abitanti delle due città 500.000 circa). Per questo motivo Reggio è stata dichiarata città metropolitana, in un 'ottica futura di Città metropolitana dello Stretto insieme a Messina (già città metropolitana),anche in vista di una possibile costruzione del ponte sullo Stretto. Quindi informatevi prima di parlare a vuoto e buttare giù palazzi a furia di fesserie.
Scritto da un reggino il 24/3/2009 alle 22:21
Caro Reggino, possiamo riparlarne quando il ponte sullo stretto sarà fatto? E poi, Messina è stata dichiarata città metropolitana insieme a Palermo e Catania dalla Regione Sicilia. Per me si tratta di una decisione che, per quanto legittima in base alle prerogative dello Statuto Speciale della Sicilia, è strampalata, se non del tutto priva di senso
Scritto da Giuseppe Adamoli il 25/3/2009 alle 10:46
Carissimi, brevemente esprimo il mio pensiero: non so se Reggio città Metropolitana sia una furbata (politica) o meno (può essere un'opportunità per costruire solide basi per il futuro o per generare disastri, dipende dalle "capacità" del politico locale); tuttavia credo che tutti, politici e non, dovemmo porci serenamente e costruttivamente nei confronti del Mezzogiorno d'Italia: forse questo nuovo status può rappresentare un'opportunità di riscatto di cui tutta la Nazione ne beneficerebbe.
Scritto da Massimo Pizzimenti il 30/4/2009 alle 17:06
Ma che siete monotoni, se avessero fatto Bergamo o Brescia sarebbe stato tutto lecito, appena ne fanno una al sud subito allo scandalo. Ma statevi zitti e non scocciate. I fondi Fas, sottratti al sud, per pagare le multe ai vaccai del nord andavano bene, appena si fa una cosa per il sud subito a gridare allo scandalo. Andatevene, separiamoci non ne possiamo più di voi e del vostro nord.
Scritto da Franc il 13/6/2010 alle 23:10
Archivi:
Ultimi post:
(12/6/2014 - 09:06)
(10/6/2014 - 11:29)
(8/6/2014 - 19:04)
(5/6/2014 - 12:08)
(28/5/2014 - 08:54)
(27/5/2014 - 09:40)
(26/5/2014 - 08:10)
(25/5/2014 - 09:04)
(24/5/2014 - 12:08)
(22/5/2014 - 17:23)