Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
inserito il 16/6/2008 alle 10:59

Lo scandalo gravissimo della clinica Santa Rita sarà un giorno ricordato come l’avvio della svolta del sistema sanitario in Lombardia? Sembrerebbe di sì, almeno a sentire le ultime dichiarazioni del Presidente Formigoni. Peccato non le abbia fatte mercoledì scorso in Consiglio Regionale lasciando sulla graticola l’Assessore Luciano Bresciani. Eppure il confronto con l’opposizione, che ha sempre richiesto cambiamenti profondi ed urgenti, non può essere eluso e andrà fatto nel più breve tempo possibile.
Una cosa è certa, non basta richiamare soltanto l’etica professionale del medico. Formigoni sembra essersene reso conto. Afferma infatti che bisogna rivedere le convenzioni con le strutture private, rendere i parametri più stringenti, introdurre criteri di accreditamento più severi. Non dice ancora che bisogna riformare la L.R. 31, la legge fondamentale della sanità, sempre contestatadall’opposizione, ma quasi ci siamo. Noi lo attendiamo al varco, senza tracotanza, ma senza sconti.
Commenti dei lettori: 3 commenti - scrivi il tuo commento
Per anni si è accreditata l'idea di una sanità lombarda senza peccato ricca di virtù e di "eccellenze". Il caso Santa Rita è stato un brusco risveglio per tutti. Esistono certo situazioni uguali e peggiori come quelle di Lazio, Sicilia e Campania sommerse da un vortice di debiti, di sprechi, di clientele. I controlli? Formali, burocratici, inutili. E' su queste concretezze che incidono sulla vita delle persone che il PD deve dimostrare la sua diversità.
Scritto da Cesare Chiericati il 16/6/2008 alle 18:25
Il modello lombardo è mutuato da quello statunitense. Anche i controlli sono gli stessi, la differenza sono i tempi e le sanzioni. Negli USA i procedimenti nei confronti di medici e ospedali sono rapidissimi e le pene, se riconosciuti colpevoli, pesanti. Qui no, la revoca dell'accreditamento non è granché come deterrente e, visti i tempi della giustizia ordinaria, temo ci sia, per questi delinquenti, la quasi assoluta certezza di rimanere impuniti.
Scritto da Gabriele il 17/6/2008 alle 10:43
A Gabriele: non vorrei che si facesse l'errore di credere che sia solo una questione di "delinquenti", di singoli eventi delittuosi, di mariuoli, come li ha definiti ieri Enrico Letta proprio a Milano. E' il sistema che è delinquenziale: il sistema per cui il medico deve trovarsi più pazienti possibile per pagare se stesso e la sua equipe, per tenere in piedi la struttura. E naturalmente per arricchirsi. Qui, semmai, si cade nella responsabilità personale. Ma la "tentazione" viene dal sistema.
Scritto da Laura S. il 17/6/2008 alle 12:54
Archivi:
Ultimi post:
(12/6/2014 - 09:06)
(10/6/2014 - 11:29)
(8/6/2014 - 19:04)
(5/6/2014 - 12:08)
(28/5/2014 - 08:54)
(27/5/2014 - 09:40)
(26/5/2014 - 08:10)
(25/5/2014 - 09:04)
(24/5/2014 - 12:08)
(22/5/2014 - 17:23)