Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
inserito il 23/7/2008 alle 15:44


La mia intervista di martedì 21 luglio a "La Provincia di Varese" (che potete leggere nel mio sito con un semplice click) nasce dopo che per 2 giorni, sabato e domenica, lo stesso giornale, con titoli cubitali in prima pagina, aveva avuto modo di equiparare in sostanza la posizione del PD con quella della Lega in materia di sicurezza. Da qui il moto di ribellione cui l'intervista porta il segno. Delle due l'una, o gli articoli erano una caricatura del nostro pensiero, oppure il pensiero esposto semplicemente non mi appartiene.
Ci sono delle derive culturali, psicologiche e sociali che ritengo inaccettabili chiunque le esprima. Dalle reazioni che ho ricevuto siamo in molti a pensarla così. La sicurezza è una priorità per il Partito Democratico? Assolutamente sì. La sinistra ha accumulato un ritardo pesante su questi temi? Che si faccia la solita autocritica (senza esagerare per carità). Ma adagiarci sulla posizioni della Lega perché vincente elettoralmente è un errore che, per quanto mi riguarda, non voglio fare. E noto che sono in buona compagnia, sia tra chi è cattolico, sia tra chi non prova vergogna a dirsi ancora di sinistra, sia tra chi ha le più svariate provenienze.

Intervista completa

Documento del PD lombardo sulla sicurezza

Critica di Gad Lerner al documento del PD lombardo sulla sicurezza

Commenti dei lettori: 13 commenti - scrivi il tuo commento
chiedo anche io che ci si trasformi nella versione con un po' meno parolacce della Lega...Voglio fare affidamento su di lei e la prego anche per questo di non lasciare il PD.
Scritto da ema il 23/7/2008 alle 18:04
Sì, l’impressione è proprio questa: un Pd alla rincorsa. Bossi dice “crepa” e il Pd lo imita. Forza Italia propone un programma e il Pd lo scopiazza. L’idea che il Partito democratico sta dando è questa: se un tema inviso al centrosinistra è popolare, pace e alè che lo si insegue. Adamoli è duro nel suo intervento, non lascia spazio a dubbi. Ma ha pienamente ragione: o si sta con le idee del centrosinistra, o si passa al centrodestra. Il Pd non deve aver paura di essere politicamente scorretto se ritiene di avere una buona soluzione in tasca, ma non può nemmeno vivere inseguendo cose che non gli appartengono nel più assoluto dei modi. Una proposta sulla sicurezza nel programma elettorale c’era: perché non riprenderla, aggiornarla, rilanciarla? Viene in mente quel famoso attore e regista che chiedeva “diteci qualcosa di sinistra”…
Scritto da Laura S. il 23/7/2008 alle 18:31
Caro Adamoli, condivido pienamente il tuo pensiero perchè se ci adagiamo sulle posizioni leghiste tradiremmo, di fatto, il nostro concetto culturale della democrazia ereditato da De Gasperi e Moro. Inseguire com'è di moda la Lega equivarrebbe avallare il suo becero ed egoistico populismo con malcelato sfondo razzista.
Scritto da Guelfo Ravani il 23/7/2008 alle 18:37
Credo che qualcuno abbia equivocato.... quando si è parlato di sfidare la Lega sul suo terreno, hanno pensato bastasse scimmiottare i facili proclami bossiani per essere credibili... e così facciamo la figura dei cioccolatai. No, non va bene!
Scritto da Cincinnato il 23/7/2008 alle 21:47
Alla Lega, checchè se ne dica, vanno riconosciuti molti meriti. Se non ci fosse stata, col cavolo ora parleremmo di federalismo. Ma inseguirla nel suo lato becero e intestinale, quello che stimola i più bassi umori "padani", ritengo sia una bestialità. Se i dirigenti PD volevano dire altro, e sono stati travisati, comunque hanno la responsabilità di aver parlato di un tema scottante con argomenti fumosi, dando il via libera ai giornalisti.... che cosa non si fa per un pezzo sul giornale.
Scritto da Catone il 23/7/2008 alle 21:53
Anch'io fatico a riconoscermi in un PD che invoca le ronde (o volontari: cambia il nome, ma la sostanza è quella). Noi non dobbiamo andare dietro alle paure delle gente, ma aiutarla a superarle. Se soffro di una fobia e sono paranoico, vado da uno psicologo a farmi curare. Trovo perciò assurdo il documento sulla sicurezza emesso dal PD lombardo, ed invito a ritirarlo. Non mi piace che si decida dall'alto e senza consultare la base su questioni tra l'altro di vitale importanza. Chi ha deciso questo documento ha toppato e di grosso. Noi siamo il PD e non il Pdl o la Lega dove ci sono i padri-padroni. Segnalo poi dal blog di Gad Lerner (che domani sera sarà qui alla festa della Schiranna) un suo post molto critico sull'argomento: http://www.gadlerner.it/index.php/2008/06/13/il-pd-lombardo-e-le-ronde-democratiche.html
Scritto da pino il 24/7/2008 alle 09:27
Gli articoli erano una palese strumentalizzazione del documento presentato. In tema di sicurezza partecipata il documento propone il "la segnalazione diretta da parte dei cittadini dei fenomeni di degrado urbano": ripeto, segnalazione. Inoltre, il doc. propone la Sperimentazione per l'istituzione dei volonatri delle polizia municipale (come già per Protezione Civile e VidF, e previo corso di formazione) all’interno dei contratti territoriali per la sicurezza che la Regione può attivare. Quindi il PD non ha mai parlato di ronde in stile Leghista e fatico a comprendere il tono di alcuni commenti. Però sig.Adamoli, già siamo in un momento difficule in cui per mille motivi il progetto PD arranca, quindi non sarebbe meglio rilasciare interviste non sulla base dei titoli di un giornale (tra l'altro piuttosto fazioso), ma prima leggersi a fondo il documento in questione ed eventualmente, una volta compresi a fondo idee e sfumature, lavare in casa i panni sporchi? Non crede?
Scritto da Stefano Gardelli il 24/7/2008 alle 14:35
L'idea di fondo delle ronde e della sicurezza fai da te è fermamente condannata nel documento del PD Lombardo, firmato da tutti i presidenti di provincia e sindaci capoluogo del PD. Vi invito a leggere le 12 proposte presenti nel documento su integrazione nelle scuole, aiuto alle vittime di violenza, disagio giovanile, sostegno agli anziani dopo un furto e fondi per i consorzi di polizia locale. Ben vengano le critiche sui contenuti ma non fermiamoci ai titoli caricaturali. Dimenticavo: invito Giuseppe a pubblicare o a mettere il link del documento del Pd lombardo sulla sicurezza sul suo blog in modo tale che ciascuno possa farsi un'idea completa leggendone i contenuti
Scritto da Alessandro Alfieri il 24/7/2008 alle 14:37
Raccolgo immediatamente l'invito di Alessandro di pubblicare il documento del PD lombardo (che naturalmente avevo letto con attenzione, caro Stefano). Nella mia intervista a "La Provincia", che dava il senso di ciò che volevo dire ma non poteva essere esaustiva, esprimevo riserve sul punto dei volontari, che continuo a non condividere, chiunque l'abbia voluto e sottoscritto. Le differenze su questa questione sono così sottili che i lettori non molto attenti non le possano comprendere. "La Provincia" con due prime pagine totalmente dedicate ha messo le due proposte in concorrenza tra loro. Era solo una strumentalizzazione? Allora bisognava reagire prima ancora della mia intervista che è di martedì 22 luglio. Si dice spesso, e nessuno lo contesta, che Berlusconi abbia vinto nelle coscienze prima ancora che nelle urne. La stessa cosa, da noi in misura ancora maggiore, è avvenuta e sta avvenendo con la Lega. E' come se avesse scavato con successo nelle nostre teste, insinuando le sue parole d'ordine. In un partito giovane con l'identità ancora da completare, la difesa di una chiara direzione di marcia deve essere impegno di tutti noi. E' nel fuoco di un dibattito pubblico, rispettoso verso le persone (nei miei pezzi non c'è mai nessun personale riferimento polemico), che tutti noi possiamo intraprendere la strada giusta. L'addormentamento culturale non può appartenere ad una grande forza di centro-sinistra.
Scritto da giuseppe adamoli il 24/7/2008 alle 16:13
questa cosa che riguarda "la segnalazione diretta da parte dei cittadini dei fenomeni di degrado urbano", proprio non la capisco. ma perché adesso, se casualmente individuo una situazione di degrado, non sono tenuta a segnalarla? non si chiama dovere civico questa cosa? a me sembra la scoperta dell'acqua calda. oppure è solo una sorta di "ronda soft". io cmq i cittadini che vanno in giro di notte a fare i vigilantes non ce li vedo proprio. se si investe sulle forze dell'ordine (invece di tagliare), si rendono vivibili le città (a cominciare proprio dalle periferie: vi ricordate in che condizioni era il quartiere in cui era stata uccisa la povera sig.ra Reggiani a Roma?) e si dà la certezza della pena (ovvero, sbagli e paghi), non c'è bisogno di ronde né di esercito.
Scritto da pino il 24/7/2008 alle 18:12
Comunque è vero: è dovuto intervenire Giuseppe Adamoli a rettificare sul contenuto dell'articolo con Tosi e Alfieri: il titolo dell'articolo parlava di ronde. Anche a me è venuto un colpo quando l'ho letto. Potevano farlo prima i diretti interessati.
Scritto da Fede il 24/7/2008 alle 18:34
Caro Adamoli, pur da esterno al tuo partito, esprimo la condivisione della tua presa di posizione sul documento del PD lombardo a proposito della "Sicurezza". A mia volta sono convinto che Berlusconi abbia vinto nelle coscienze degli italiani prima che nelle urne e non va dimenticato che, sopratutto nelle provincie lombarde, la Lega, persegue il medesimo obiettivo strumentalizzando il tema sicurezza facendo di ogni erba un fascio. E' importante che tutti, non solo il PD, ne tengano debito conto.
Scritto da Federico Quaglini il 25/7/2008 alle 13:41
Il controllo del territorio e del rispetto della legalità spettano alle forze dell'ordine, non ai cittadini singoli o associati. L'idea che vi siano per le città i "volontari della polizia municipale" in cosa si differenzia dall'idea della "guardia nazionale padana" ? Mi piacerebbe che qualcuno lo spiegasse. Evitiamo di scimmiottare il centrodestra, per favore. Altrimenti anch'io, come Giuseppe, dirò che non il PD non è casa mia.
Scritto da Larpi il 25/7/2008 alle 18:42
Archivi:
Ultimi post:
(12/6/2014 - 09:06)
(10/6/2014 - 11:29)
(8/6/2014 - 19:04)
(5/6/2014 - 12:08)
(28/5/2014 - 08:54)
(27/5/2014 - 09:40)
(26/5/2014 - 08:10)
(25/5/2014 - 09:04)
(24/5/2014 - 12:08)
(22/5/2014 - 17:23)