Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
inserito il 14/12/2008 alle 19:22

Rilancio in grande stile della riforma degli ammortizzatori sociali (sussidi di disoccupazione e altro) ieri a Milano alla prima conferenza economica del PD della Lombardia. Molte le proposte avanzate da dirigenti politici, economisti ed esperti per contrastare la crisi finanziaria ed economica ma, volendo scegliere la più concreta, indico questa innovazione, approvata da tutti.  Non gettiamo via questa occasione di cambiamento e guardiamo all’area dei “non garantiti”, esclusi da qualsiasi protezione sociale.
La nostra proposta, già fatta nel Consiglio regionale straordinario di qualche settimana fa da noi richiesto, è chiarissima. È urgente e necessario estendere la copertura specifica a tutti i lavoratori atipici, interinali e di cooperative. Il finanziamento deve essere tale da comprendere gli ammortizzatori in deroga per le piccole imprese. E poi in Lombardia si lasci fare alle parti sociali e alla Regione senza l’imposizione di tutele particolari del Ministero del Tesoro.
Questo,si, è un federalismo serio e produttivo su cui si può raggiungere in Lombardia un’intesa forte fra istituzioni, sindacati dei lavoratori e rappresentanze degli imprenditori. Quale sarà la risposta del governo nazionale dove siedono anche i federalisti più accaniti?  Vedremo. Intanto il PD della Lombardia è pronto a fare interamente la sua parte.
 

Commenti dei lettori: 10 commenti - scrivi il tuo commento
Giusto, il PD deve incalzare la maggioranza con proposte serie e concrete, soprattutto qui in Lombardia. Così può dare un aiuto all'unità dei lavoratori. Parlare di partito del nord è da stupidi, mettere sul tavolo questi problemi è utile e produttivo.
Scritto da Giulio C. il 14/12/2008 alle 21:25
Di federalismo si parla fin troppo. Questo degli ammortizzatori sociali è quello più convincente.
Scritto da Ivo il 14/12/2008 alle 23:03
La prima conferenza economica del PD e' stata davvero interessante: si sono viste convergenze, almeno per i rappresentanti lombardi delle diverse associazioni, su molti punti. E' un federalismo sano e non ideologico che come PD dobbiamo sostenere. Speriamo di non essere i soli...
Scritto da Andrea Botta il 15/12/2008 alle 10:03
Caro Giuseppe sono d'accordo con te. Aggiungo solo questo. Il vero scandalo nel nostro Paese è che si danno 7 anni, tra gigs e mobilità, ad Alitalia e non si pensa ai dipendenti delle aziende sotto i quindici lavoratori. Ai dipendenti degli artigiani, ad esempio, persone che rischiano, quando lasciate a casa, di ottenere il proprio dovuto solo dopo estenuanti procedure con l'INPS ( parlo di tfr e altri crediti). A loro occorre estendere la protezione sociale oltre all'indennità di disoccupazione
Scritto da Roberto Molinari il 15/12/2008 alle 14:03
Questo è il modo per forzare anche i sindacati ad impegnarsi non solo dei loro iscritti ma pure dei lavoratori flessibili. E' una prospettiva buona anche quella dei tavoli territoriali. Vedremo chi ha a cuore veramente il federalismo.
Scritto da Il pirata il 15/12/2008 alle 15:07
Bene, qualcosa si muove. Continua a pestare su questi temi. Sono sempre stato di sinistra e sono d'accordo con te. Anche sul sindacato settimana scorsa.
Scritto da Di Salvo il 15/12/2008 alle 16:10
Un partito di centrosinistra deve pensare ai più deboli. La vostra posizione in regione mi sembra molto giusta.
Scritto da Monti C. il 15/12/2008 alle 16:15
Quello che dici mi convince. Bisogna proteggere atipici e precari, noi che abbiamo un lavoro stabile corriamo meni rischi.
Scritto da Giuseppe Bianchi il 15/12/2008 alle 20:32
Sulla difesa delle province si può fare un'intesa con la Lega. Anche sul federalismo, sul resto no, mi raccomando. Tieni duro, non cedere ai leghisti di complemento, che hanno già fatto tanti danni.
Scritto da Valceresio il 15/12/2008 alle 22:09
"E poi in Lombardia si lasci fare alle parti sociali e alla Regione senza l’imposizione di tutele particolari del Ministero del Tesoro." Sono d'accordo con la proposta ma non mi è chiaro come possa essere finanziata a livello regionale, con quali risorse, prese da dove... mmmm se nella prposta non si chiariscono questi aspetti rimane solo una buona idea ma velleitaria. Oltretutto indicare le fonti di finaziamento sarebbe anche un modo nuovo di fare proposta politica, più difficle ma concreto.
Scritto da Spartacus il 17/12/2008 alle 10:21
Archivi:
Ultimi post:
(12/6/2014 - 09:06)
(10/6/2014 - 11:29)
(8/6/2014 - 19:04)
(5/6/2014 - 12:08)
(28/5/2014 - 08:54)
(27/5/2014 - 09:40)
(26/5/2014 - 08:10)
(25/5/2014 - 09:04)
(24/5/2014 - 12:08)
(22/5/2014 - 17:23)