Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 4/10/2009 alle 07:53

Sorpresa! Il “piano casa” della Regione, che consente l’ampliamento indiscriminato della volumetria delle case di proprietà, calato sul territorio sta facendo flop. “I sindaci hanno il freno a mano tirato” denuncia l’assessore Boni. Il quale prosegue senza freno alcuno: “Detta in maniera brutale questa è una legge fortemente liberista, pensata per convincere i cittadini ad aprire il portafogli e rilanciare le costruzioni edilizie. Ma le giunte comunali mettono paletti e vincoli e tutto l’impianto crolla!” In effetti i Comuni entro il 16 Ottobre devono deliberare sulla parte del loro territorio (ad esempio i centri storici di pregio o le zone a parco) dove i privati non possono applicare il bonus di ampliamento (dal 20% al 35%) e dove lo spazio pubblico non può essere intaccato. Ebbene, dalle prime ricognizioni, la gran parte dei sindaci punta a preservare i piani regolatori già applicati, che invece il Pirellone vuole sfondare nella logica del consumo di suolo che ha contraddistinto tutta l’azione dei governi Formigoni. E l’ANCE, l’associazione dei costruttori si lamenta che le iniziali previsioni di 150.000 nuove costruzioni si riduce ad una frazione irrilevante. E se scoprissimo che chi vive sul territorio è molto più saggio di chi lo amministra dal Pirellone e che la storia, le tradizioni, gli spazi comuni, il paesaggio stanno molto più a cuore ai cittadini degli affari per gli immobiliaristi e delle demolizioni e delle mansarde non certo indispensabili, che indebitano in tempo di crisi? Ma non ci aveva spiegato proprio Boni nella discussione della legge in Consiglio che noi ci opponevamo ad una richiesta che proveniva dal territorio e che la Giunta Regionale assecondava per il bene dei lombardi? Che invece, bella notizia, si rivelano più sensibili ai valori architettonici, alla tutela del suolo, alla valorizzazione degli spazi comuni, che a quel “fiume di danaro” previsto dalla Regione. Soldi che invece rimarranno nelle tasche di una popolazione più assennata dei suoi voraci amministratori.

Tags: Lombardia, boni     Categoria: Lombardia
Commenti dei lettori: 1 commento - scrivi il tuo commento
Certo che se fosse davvero cosė, sarebbe una notizia sterpitosa. Forse č un po' prematuro sperare, ma non si sa mai.......
Scritto da daniele il 4/10/2009 alle 20:59
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)