Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 2/2/2010 alle 15:55

A Novembre 2009 la Guardia di Finanza di Milano arresta Rosanna Gariboldi, assessore a Pavia e moglie del parlamentare PDL Giancarlo Abelli nell’ambito di un’inchiesta di riciclaggio e mancate bonifiche dei terreni nell’imponente cantiere del quartiere Santa Giulia alle porte di Milano, che vede coinvolto Giuseppe Grossi denominato il re delle bonifiche. Due settimane fa, dopo tre mesi a San Vittore, la Gariboldi patteggia una pena di due anni – si riconosce quindi colpevole – e viene liberata. Secondo L'espresso, l’indagine su Grossi arriva all’assessore regionale all’ambiente Massimo Ponzoni che sarebbe in affari con un altro assessore, Massimo Buscemi, e la Gariboldi per la compravendita di alloggi proprio lì, a Santa Giulia. Per ora non è indagato: è solo persona informata dei fatti. Sostiene: “Io vendo e compro appartamenti dunque è il mio lavoro”. Noi pensiamo che uomini e donne  facente parte delle Istituzioni debbano stare  alla larga da relazioni pericolose, tanto più in periodo elettorale. Infatti tre giorni fa il Corriere della Sera ci informa che il Tribunale di Monza ha decretato fallimento (un crac da 600 milioni) per le due società immobiliari – Pellicano e Perla - finite sotto la lente d’ingrandimento per l’inchiesta sulle bonifiche d’oro di Santa Giulia, di cui, guarda caso, risultavano soci Gariboldi, Ponzoni e Buscemi ed un ex assessore sempre legato a Formigoni: Giorgio Pozzi. Si tratta di “gravi ammanchi” nei conti e di indagini su cui si sta muovendo la Magistratura. Le due società sono state cedute da qualche mese dagli assessori a un gruppo di amministratori brianzoli di fiducia, appartenenti tutti alla stessa parte politica, che hanno costituito una srl in cui compare una società domiciliata in Lussemburgo. Roba da far accapponnare la pelle al vecchio Einaudi o a un galantuomo come Pertini, che si pagava il biglietto dello stadio. Se a tutto ciò si aggiunge che l’assessore regionale Piergianni Prosperini, titolare di cinque società off-shore, si è trovato a gestire la promozione del turismo con un investimento di 7,5 milioni di euro per il secondo semestre 2008 con un appalto pare non regolare e con una tangente di 230 mila euro estero su estero, l’etica pubblica in Lombardia sembra davvero caduta molto in basso. Paradossalmernte, la cresta proveniva dai soldi nostri stanziati per promuovere l’immagine di una Lombardia bella e pulita! Fino a quando la Lombardia tollererà questa commistione tra politica e affari e non chiederà conto a questi governanti della mancanza di trasparenza?

Tags: Lombardia, affari, politica     Categoria: Lombardia
Commenti dei lettori: 5 commenti - scrivi il tuo commento
Questa č la classe dirigente che si ritrova la Lombardia, dove politica e affari stanno insieme in un unico canovaccio di mani sporche e denaro facile.. Non mi stupicono per nulla gli arresti e i fascicoli aperti su di loro dalla magistratura, tangentopoli non č mai finita!
Scritto da curzio rosso il 2/2/2010 alle 12:49
Finchč si intende "fare politica" come fare carriera e cercare di fare i cavoli propri... anzichč servizio e interesse della gente! Noi siamo profondamente sfiduciati per l'indifferenza e il superficialismo di tanti che devono dare esempi di etica sociale e politica e che invece... E soprattutto il quieto vivere "camomilloso" di tanta parte dell'opinione pubblica, di ogni colorazione politica, senza memoria, interessata solo a una visione ristretta ed egoistica del vivere sociale.
Scritto da Robecco sul Naviglio il 2/2/2010 alle 15:02
Ma come fa un assesore che fa fallimento in una azienda che lo riguarda a fare bene il suo lavoro?
Scritto da Giovanni Zanda il 2/2/2010 alle 16:30
caro Mario, ha volte leggendo queste cose .. ti viene la voglia di rinunciare a dare battaglia.. poi perņ capisci che "avrebbero vinto loro".. allora ti ritorna la voglia di combattere per mandare a casa questa classe politica di corrotti e tangentari. sai che in molti ti sosterremo nell'ennesima battaglia, non possiamo arrenderci e lasciare campo libero, stanno distruggendo quanto di buono abbiamo creato con le lotte in lunghi anni, teniamo duro.. prima o poi brillerą il sol dell'avvenir .
Scritto da franco zanellati, giulia dragonetti il 2/2/2010 alle 20:37
Chissą quando ci sarą una vera inchiesta sul ruolo di CL in Lombardia. Sull'occupazione del potere. Sulle nomine nella sanitą. Sulla gestione della Fiera di Milano. Sulla compagnia delle opere....ecc.ecc. Dovrebbe essere compito dell'opposizione dsvelare questo gioco ed invece a volte il PD sembra cercare accordi spartitori. E adesso arriverą Pezzota. Con le sue cooperative. SERVE LA SINISTRA!!!!!
Scritto da emilio il 3/2/2010 alle 08:50
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)