Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 21/2/2011 alle 13:01

Su iniziativa delle maggiori associazioni ambientaliste si è costituito il Comitato nazionale per il Sì al referendum sul nucleare.

 

Il referendum per abrogare la legge 99/2009 che vuole reintrodurre il nucleare in Italia ci sarà. Infatti è stato ammesso dalla Corte e quindi entro il 15 giugno, a meno di elezioni anticipate, le italiane e gli italiani dovranno pronunciarsi sul quesito referendario. La forzatura del Governo italiano, che ha fatto approvare al parlamento la legge 99/2009 con il voto di fiducia e in spregio all’esito dei referendum del 1987, ha l’appoggio della lobby che vuole ad ogni costo investire in un affare di almeno 30 miliardi di euro per soli 4 reattori. Come hanno detto 200 imprenditori che hanno firmato un appello, se il nostro paese investirà nel nucleare non avrà le risorse per fare altre scelte. Non a caso Enel, capofila italiano della lobby nuclearista, ha venduto parte delle sue partecipazioni nelle rinnovabili per fare cassa in vista dell’investimento nucleare. Eppure le energie rinnovabili offrono importanti opportunità occupazionali, di innovazione, di investimenti distribuiti che sul modello della Germania valgono 15/20 volte i risultati occupazionali ottenibili con il nucleare e potrebbero anche consentire all’Italia di rispettare entro il 2020 gli impegni presi con l’Europa (20/20/20) per contrastare il cambiamento climatico.

 

L’impossibilità di escludere incidenti catastrofici, le emissioni durante il funzionamento e il lascito ineliminabile di scorie radioattive sono il problema non risolto per le centrali atomiche. Occorre fermare questa scelta. Il referendum può essere l’occasione per farlo. Fare il quorum e fare vincere il Sì è assolutamente necessario insieme alla vittoria per garantire, con altri due Sì, l’acqua bene pubblico.

 

 

Commenti dei lettori: - scrivi il tuo commento
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)