Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 14/5/2011 alle 09:49

Molti comuni italiani vanno a votare. Tra essi uno risulta essere decisivo per l'intero assetto del Paese. Se Giuliano Pisapia riuscirà a strappare il Comune di Milano all'egemonia berlusconiana avremo a disposizione una decina di giorni in cui il contendere non sarà più solo il Comune capoluogo della regione più ricca d'Italia ma l'intero paese e con esso il governo nazionale. Si aprirà una crepa dentro la fase della storia che i nostri nipoti studieranno come quel ventennio in cui Berlusconi ha governato ed egemonizzato il Bel Paese.

In questa campagna elettorale ho visto i volti di una nuova generazione farsi agenti di cambiamento a Malnate, a Busto, a Gallarate a Varese. Una nuova generazione intrappolata tra precarietà e voglia di emigrare (sì, cari leghisti, i nostri giovani migliori spesso emigrano per trovare lavoro dignitoso!): perché i giovani più di altri in questa fase della storia capiscono che il tempo è ora e che non vi saranno altre possibilità. E occorre scegliere anche nelle nostre città tra tempo per vivere, per abitare, e tempo per consumare i beni comuni e tramutare in denaro tutto quello che vale e che si dovrebbe trasmettere a figli e nipoti.

Perché questa è la partita di queste elezioni e dei referendum che seguiranno il 12 e 13 Giugno e che il Governo vuole scippare. Ma cosa ne sanno di acqua, terra, sole e aria quelli che hanno governato finora? Spero che le nuove generazioni comincino a prendere in mano la palla già da questo week-end: bastava passeggiare per il corteo dello Sciopero Generale della CGIL per aver chiaro che ci sono generazioni non più disposte a bussare per poter entrare nel mondo, per prendersi un posto in punta di piedi. Auguri per cambiare, finalmente e davvero!

 

 

 

Commenti dei lettori: - scrivi il tuo commento
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)