Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 30/1/2012 alle 12:41

L’Insolvency ratio (Ir) misura il tasso di fallimenti ogni 10.000 imprese operative. Nel 2011, secondo i dati forniti dal Cerved, è fortemente aumentato, raggiungendo il numero impressionante di 33.000 bancarotte in Italia. Le aziende più colpite sono state le piccole e medie imprese. Dal punto di vista geografico, quasi un terzo dei 33mila fallimenti ha toccato aziende del Nord Ovest (più di 10mila), un quarto imprese meridionali (8.358), il 22% del Centro Italia (7.284) e il restante 21% del Nord Est.

La Lombardia – dove si è registrato un aumento di fallimenti del 30% nel 2011 ripetto al 2010) - è la regione italiana in cui si conta il numero maggiore di aziende fallite tra 2009 e 2011: più di 7mila, seguita a distanza dal Veneto (3.225) e dal Lazio (3.151). Sempre secondo il Cerved, per crack aziendali (si intendono aziende dove si applica la Cassa integrazione, escludendo quindi l’artigianato e la piccola impresa) dal 2009 si sono persi oltre 300mila posti di lavoro.

Molto è dovuto alla restrizione del credito da parte delle banche: è per quest’ultime assai più conveniente utilizzare l’iniezione di credito della Banca Europea al bassissimo tasso di interesse dell’1% per acquistare titoli di stato al 7%, che non prestare soldi ai piccoli imprenditori stretti dalla morsa della crisi. Alla fine, pagano sempre gli stessi: in questo caso per ben due volte i lavoratori e gli artigiani, che, oltre a fallimenti e perdita del posto, vengono tartassati dalla manovra Monti “Salvaitalia”. Dove sia finita l’equità è ancora da capire…

 

Commenti dei lettori: 1 commento - scrivi il tuo commento
Sono un artigiano con l'acqua alla gola e ho piacere che qualcuno si occupi del nostro dramma e che non si faccia travolgere dalla retorica delle cose astratte e artefatte appositamente, per mettere in evidenza la fatica a tirare avanti di tutti i giorni della gente normale.
Scritto da Livio Bonetti il 30/1/2012 alle 13:00
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)