Fai vincere la lealtà verso i cittadini e verso il Paese.
Paolo Rossi   rossi_paolo@camera.it
inserito il 26/7/2010 alle 19:03

 Nella camera di mio figlio campeggiano, in mezzo ad un casino indescrivibile, tre manifesti: in uno è raffigurato Martin Luther King con la celeberrima frase del 'pastore nero'  "I have a dream", in un altro un serioso Antonio Gramsci è accompagnato da alcune esortazioni "agitatevi, organizzatevi, studiate", nell 'ultimo la cantante rock e poetessa  anarchica statunitense Patti Smith, urla il suo "people have the power". Non so quanto questi tre personaggi siano 'politicamente' compatibili. Probabilmente lo sono parzialmente, ma oltre all'irreparabile disordine che un qualsiasi genitore, anche scapestrato come me, non può accettare, mi piace quello che è appeso nella cameretta di Jacopo. Ne sono orgoglioso nonostante manchi il poster di Benigno Zaccagnini!

Tags: Patti Smith, Gramsci, Martin Luther King     Categoria: Persone
Commenti dei lettori: 15 commenti - scrivi il tuo commento
Per Jacopo,ciao Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. ..........Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano.A.GRAMSCI-1917
Scritto da Maria Rossa il 27/7/2010 alle 00:58
Ho finito a quest'ora folle di inviare mail ad un lungo elenco di amici comuni e...provo a battere sul tempo l'affezionato signor@Nottambulo che generalmente domina su questo blog ad ora tarda, sempre che non mi abbia preceduto. Il poster di Zaccagnini mi sembra una richiesta ardua. Almeno fin che a scuola non ci si decida sul serio a trattare, l'ultimo anno, solo la storia dal '45 in poi. O fin che i partiti non si prenderanno a cuore seriamente una formazione sul passato (continua)
Scritto da Luisa Oprandi il 27/7/2010 alle 02:28
usando linguaggi semplici e comprensibili, costruendo percorsi di lettura obiettivi che favoriscano l'avvicinamento dei giovani a una storia che è, anagraficamente, distante da loro. Ad ogni buon conto direi che il mix in camera di Jacopo è interessante e segna il desiderio di tanti giovani di camminare in orme ben marcate che portano avanti, coraggiosmente lottano, calpestano la terra e non la sorvolano.
Scritto da Luisa Oprandi il 27/7/2010 alle 02:34
Raccontare " il quotidiano nel quotidiano" della riflessione politica è segno di una chiara disponibilità ad essere se stessi senza remore. Le è stato fatto notare più volte e da altri commentatori questo pregio, senatore e corrisponde a verità. Siamo tutti un po' stanchi della comunicazione "ufficiale" dei messaggi in politichese, delle pseudorelazioni ogni volta in cui un politico parla, di certa saccenza. Bravo lei e tutti quelli che parlano davvero e col cuore.
Scritto da Elena R. il 27/7/2010 alle 10:02
Ma cosa ha fatto di così straordinario il vostro Zaccagnini, me lo sa spiegare? La DC ha solo mangiato pane a tradimento, quando il PCI difendeva i lavoratori e anche adesso il partito democratico va avanti perchè ci sono persone come Marantelli ,Tosi e Mirabelli che tirano il carro, gli altri contano poco. Per noi il PD non centra niente con Adamoli, Rossi e Alfieri, che la sinistra non sanno neanche dove sta di casa.
Scritto da Silvano il 27/7/2010 alle 10:20
Ci sta anche Zaccagnini. Ci sta. Invece lei nel suo studio dovrebbe appendere quello con la Mafalda. Finalmente ci ha detto chi è nel blog di Adamoli sui sistemi elettorali. L'ho letto prima. E' una grande. Nel suo blog è scomparsa. L'ha cacciata Zorro, voleva metterla in un gulag. Certo che lei doveva dire due parole per Mafalda contro Zorro. Negli ultimi mesi le ha scritto quanti chili pesa, lo stoccafisso, le zanzare tacchino e nemmeno una frase di difesa. Una risorsa così intelligente.
Scritto da Ex democristiano il 27/7/2010 alle 12:06
Io penso che i giovani abbiano bisogno di figure carismatiche ma, ad esempio nella mia città, Varese, non trovo nessuno stimolo per votare il PD. Non si fa niente, solo una volta c'è stata una esperienza bellissima di lettura in piazza di Gomorra e un'altra della Costituzione e noi studenti unvieristari siamo stati contattati dalla vicepreside del linguistico e da una sginorina della segreteria. Mi spiace dirlo ma se non ci fossero le donne!
Scritto da Giampaolo C. il 27/7/2010 alle 15:23
Semplicemente una riflessione: ogni poster ha una frase, tra quelli che lei cita. E quindi pensiamoci: contano poche, chiare parole essenziali e la coerenza della persona che le esprime rispetto a tali messaggi. Di questo si affascinano i giovani, della lealtà tra pensiero e comportamento.
Scritto da Borghi. S. il 27/7/2010 alle 15:37
signor Silvano dovrebbe ripassare meglio la storia di quegli anni. Moro e Zaccagnini hanno tirato fuori il PCI dal pantano politico/rivoluzionario certamente anche attraverso l'intelligenza di esponenti del PCI come Berlinguer. Zaccagnini è stato per noi giovani di un tempo una speranza.Sul caso Moro a distanza di anni non so se sia fatto bene..a resistere.Però su un cosa Le do ragione, noi non centriamo niente con Voi .Abbiamo valori diversi che non possono stare nello stesso partito.
Scritto da moroteo il 27/7/2010 alle 16:06
Stavolta, cara signora Luisa, scrivo di giorno perchè sono in ferie e non devo fare i turni. Chiedo però a lei, senatore, come mai non c'è un poster di Obama? Non entro ovviamente nel merito dei gusti personali, ma provo a pensare se i giovani di oggi lo sentano come un leader...
Scritto da Nottambulo (oggi no) il 27/7/2010 alle 16:07
Chi se ne frega s c'entriamo o non c'entriamol gli ex PCI con gli ex DC. Adesso siamo decenni dopo e dobbiamo guardare questa realtà. Il vero problema è che tanti ragionano ancora con schemi mentali e rigidità proprie della primissima repubblica. Quindi sono questi che non c'entrano nulla adesso col PD
Scritto da Massimo il 27/7/2010 alle 16:13
Caro ex democristiano, siccome Mafalda non so chi sia, non ho (per ora) il suo poster nel mio studio ma è come se ce lo avessi. Mi piace quello che dice, come ragiona e la sua schiettezza. Non ha bisogno che io la difenda. E' ben 'unghiata' per conto suo. A Silvano voglio dire che se non sa chi è Zaccagnini peggio per lui. Ah, un ultima cosa sempre riferendomi a quest'ultimo ed anonimo 'amico', il Pd non è di sinistra ma di centrosinistra; almeno per ora. Infine i nomi che ha fatto sono tutti di persone che stimo molto, anche se, qualche volta, si può pensarla diversamente. Non è un dramma.
Scritto da paolo rossi il 27/7/2010 alle 16:14
Caro Ex democristiano, ci sono, non si preoccupi, non sono scomparsa. Il senatore non era tenuto a prendere le parti o le difese di alcuno. Non doveva “dividersi” tra me e Zorro. I blog non sono fatti per “dividere” ma per confrontarsi. Tutt’al più, le divisioni dovrebbero avvenire sui contenuti e non sulla “forma”. A me veniva criticata la “forma” (eccessiva presenza ed eccessiva lunghezza). In effetti, come sosteneva il sociologo McLuhan, “il mezzo è messaggio”. Quindi, le 500 battute
Scritto da Mafalda il 27/7/2010 alle 23:54
richieste dal commento sono già, di per sé, il “messaggio”. Diversamente, si utilizzerebbero altri “mezzi” (incontri di persona, telefono, mail) che non pongono questi limiti. Poi, comunque, a “mettere in riga” Zorro ci aveva già pensato Massimo, "cavaliere gentile". O forse il senatore era troppo impegnato a rispondere a “Università” ..... Fatto sta che non è intervenuto a “compattare” il suo “zoccolo duro” rappresentato dai suoi lettori più assidui, generando un po' di freddezza nei rapporti.
Scritto da Mafalda il 27/7/2010 alle 23:59
Infatti, non piace a nessuna sentirsi definire la "signora del blog" oppure verbi quali "appropriarsi" riferiti al blog. Va bè ..... Mi arrendo davanti a Giovanni De Rosa che mi ha superata con i suoi 7 messaggi (uno dietro l’altro). Ne approfitto per dirgli che nel post di Adamoli sui sistemi elettorali c'è un messaggio per lui che ho lasciato poco fa. Riguardo al poster di Mafalda, considerato che è un fumetto, il senatore potrà trovarlo, se ritiene, nelle librerie più fornite ......
Scritto da Mafalda il 28/7/2010 alle 00:16
Archivi:
Ultimi post:
(30/4/2017 - 23:56)
(18/3/2017 - 23:20)
(26/2/2017 - 12:05)
(19/2/2017 - 21:29)
(31/1/2017 - 23:46)
(14/1/2017 - 00:03)
(2/1/2017 - 12:35)
(28/12/2016 - 00:49)
(5/12/2016 - 00:46)
(26/11/2016 - 12:34)
Links: