Fai vincere la lealtà verso i cittadini e verso il Paese.
Paolo Rossi   rossi_paolo@camera.it
inserito il 13/2/2015 alle 15:45

 Alla Camera le opposizioni abbandonano l' Aula rifiutando di partecipare al democratico confronto ed al voto sulle Riforme. Sia chiaro, legittimo dissentire, protestare, osteggiare, finanche utilizzare tutti i mezzi di ostruzionismo parlamentare, altro lasciare il luogo deputato alla formazione ed all' approvazione delle leggi sfilandosi formalmente da qualsiasi 'dialogo istituzionale'. Intendiamoci, questa Riforma non è perfetta, ci mancherebbe, aggiungo che il PD può anche aver sbagliato qualche approccio e qualche 'passaggio tattico', ma l' attacco in particolare dei grillini è inaccettabile perché violento, fuori dalle regole democratiche, pericoloso, distruttivo, nichilista unicamente legato ad una logica partigiana e mediatica. Quando non si accettano le più semplici e basiche regole di convivenza democratica dentro ma anche fuori da un ambito parlamentare, si fa una scelta precisa, ci si pone fuori da tutto indipendentemente dalle proprie ragioni, giuste o sbagliate che siano. Ora si aprono scenari preoccupanti. Si può cambiare la Carta Costituzionale a colpi di maggioranza, è formalmente possibile ed è legittimo, ma rappresenta sempre e comunque una sconfitta. Il mio partito dovrà considerarlo. Non condivido però in alcun modo l' inaccettabile comportamento di alcuni parlamentari del Pd (Fassina, Civati, che non voteranno). Utilizzano la gravità di questa situazione per ragioni tutte interne. Questo è solo sciacallaggio politico.

Tags: Riforme, pd, Camera     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 68 commenti - scrivi il tuo commento
Sulla vicenda Riforme, errori ne sono stati commessi molti ed anche dal PD. Ma l' atteggiamento di chi abbandona il Parlamento è inaccettabile, direi vergognoso. Di Civati e Fassina non voglio neanche parlare e la definizione politica del senatore sul loro comportamento è perfetta. Se ne vadano con Sel, quello il loro posto. Il tutto è molto triste.
Scritto da pietro magni il 13/2/2015 alle 16:25
NON PUBBLICARE MA RICORDARE. IL 28 Febbraio c'è la manifestazione della Lega a Roma,Umberto Bossi invita i suoi elettori ad andarci anche gli epurati ma devono stare 100 metri lontanti dal palco e con cappellino e camicia grigia non verde per distinguersi dagli attuali dirigenti della lega vedi su TWITTER @RENZOBOSSI unica pagina per leghisti bossiani,senza le primarie e con un candidato scelto da Bossi nella lega e nel centro-destra si asteranno per sempre a tutte le elezioni.
Scritto da Roberto il 13/2/2015 alle 16:32
Chi vuole impostare in Italia una vera politica riformista sarà sempre osteggiato dai conservatori di destra e sinistra. Anche, anzi soprattutto, i buoni cambiamenti hanno ed avranno sempre un prezzo da pagare. Dai Civati e dai Fassina non mi aspettavo niente di diverso, solo mi vengono dei conati.
Scritto da una rottamatrice il 13/2/2015 alle 16:35
Renzi è tanto bravo quanto spregiudicato. Siccme non è uno stupido credo che abbia messo in preventivo certe reazioni.I grillini sono coerenti con la loro politica da guerrafondai inconcludenti, c' era da aspettarsi qualcos'altro altro. Infine Fassina e Civati sono l' espressione più retriva del vecchio e nuovo "comunismo". Il primo di antica e polverosa tradizione, il secondo piu recente e movimentista.
Scritto da Giorgio Riva il 13/2/2015 alle 16:51
Ahahahahahah, bravissimo Renzi!
Scritto da Veritas il 13/2/2015 alle 17:18
Dopo il capolavoro di Renzi con l' elezione di Mattarella, ora una situazione oggettivamente complicatissima. Il segretario del partito democratico ha sempre sostenuto che le regole di vita democratica si cambiano insieme, ora si ritrova a modificare 40 articoli della Costituzione, non un affare di poco conto, per pochi voti a colpi di maggioranza. Un bel problema.
Scritto da claudio colombo il 13/2/2015 alle 17:42
Quanto rumore sol perché il Parlamento sta encomiabilmente cercando di formare le nuove leve che, dopo i fasti di Nino Benvenuti, dovranno ridare lustro alla boxe italiana... Cordialmente, Aldo Passarello
Scritto da aldo passarello il 13/2/2015 alle 18:28
Continuo a sostenere Renzi, ma dopo il successo tattico del Presidente del Consiglio a proposito della vincente candidatura di Mattarella si è sentito vincente a 360 gradi. Ma la politica riserva sempre le sue sorprese. Consiglierei un briciolo di prudenza. Fassina e Civati da tempo lavorano contro le riforme del PD. Sono legittimati a farlo dentro il loro Partito, se questo avviene in sedi istituzionali sarebbe onesto che ne traessero le debite e coerenti conseguenze.
Scritto da Massimo Cova il 13/2/2015 alle 18:36
Quanto vi manca il grande alleato per le riforme? In passato, non vi mancava il lavoro parlamentare delle altre forze politiche? Date a Civati i meriti che ha, perché chi ci sta perdendo non è lui.
Scritto da disillusodallapolitica il 13/2/2015 alle 18:44
@disillusodallapolitica, Civati, politicamente parlando, è un minus. Ha idee diverse da quelle del PD, legittimo, ma allora se ne stia fuori. Le riforme costituzionali si fanno cercando di allargare il più possibile senza necessariamente dover abbassare le braghe. Fassina è più vecchio di me di cinquant'anni, ed io sono nonno da un pezzo.
Scritto da mario macchi il 13/2/2015 alle 21:25
Dai, è questione di poche ore d' attesa e poi sentiremo dire al Presidente della Repubblica che è lì xk lo ha messo il PD.
Scritto da disillusodallapolitica il 13/2/2015 alle 21:36
Il Premier ha i suoi limiti. Ma è uno coraggioso, sufficientemente temerario. Non è un male, basta non esagerare e non abusarne. Sono anni che sentiamo parlare di riforme. Sono sempre rimaste annunciate. Renzi invece le sta facendo. I critici non mancano mai, come i disfattisti. I primi sono accettabili, anzi possono essere utili. Gli altri vanno emarginati.
Scritto da Federica Campi il 13/2/2015 alle 21:45
Caro Paolo, condivido tutto del tuo intervento, solo il titolo permettimi, è sbagliato. Non parlerei di sconfitta. Per Renzi e per il PD questa non sarà una grande vittoria, ma le sconfitte hanno un altro sapore ed altre caratteristiche. Civati chi è? Ha si, l' ex rottamatore che all' inizio stava con Renzi. Il toscano è diventato il leader della rottamazione italiana e lui, una prima donna, non poteva rimanere a fare il numero due. Le sue idee sono in tutto e per tutto quelle di Sel, dunque...
Scritto da piero ribolzi il 13/2/2015 alle 22:10
Vedere insieme in conferenza stampa Sel e Forza Italia, la dice lunga sulla confusione politica in atto. Come in molti hanno già sui evidenziato, nessuno discute circa le idee di Civati o del sovietico Fassina, non hanno niente ma niente a che fare con il Partito Democratico, semplicissimo.
Scritto da paperoga il 13/2/2015 alle 22:42
In aggiunta dico che per me il titolo giusto per questo post poteva essere: -Una mezza vittoria-.
Scritto da paperoga il 13/2/2015 alle 22:44
Condivido @paperoga, "una mezza vittoria" sarebbe stato per questo post titolo più adeguato. Sono stato eccessivamente pessimista. Il bicchiere è mezzo pieno!
Scritto da paolo rossi il 13/2/2015 alle 23:14
@paperoga, a quella bella conferenza stampa c' era anche la Lega Nord. Splendida Sel i guardiani della purezza ideologica.
Scritto da ex-Margherita il 14/2/2015 alle 00:39
Condivido questo post. Certo che la situazione è complicata, ma bisogna andare avanti a fare le Riforme istituzionali con chi ci sta. Personalm. preferisco che sia saltato il patto col caimano,che dopo tutto quel che ha combinato è meglio che si levi di torno.Così anche l'immagine internaz. dell'Italia si risolleverà. I grillini hanno perso anche l'ultimo treno, peggio per loro,continueranno a perdere. L'ex cav,ex sen. è destinato ad una fine ingloriosa insieme ai pochi leccapiedi rimasti fedeli
Scritto da giovanni dotti il 14/2/2015 alle 00:54
Penso che in un partito autenticamente democratico ognuno sia libero di votare persino in difformità. Non ritengo che quelle di Civati e Fassina fossero due posizioni di comodo ma, semplicemente, posizioni politiche che meritano rispetto al pari di altre. Oltre tutto sono state palesate alla luce del sole, nessuno di loro due si è mosso dicendo "stai sereno!".
Scritto da un civatiano il 14/2/2015 alle 09:40
Credo non sia scandaloso abbandonare un aula parlamentare di fronte a chi antepone i numeri al confronto. Trovo invece sia grave e scandaloso proporre politiche trasformiste, esercitare una funzione pubblica tanto importante con addosso una condanna penale e via così.
Scritto da Guevara il 14/2/2015 alle 11:23
Civati e Fassina, due gocce di sinistra dentro la Nuova DC.
Scritto da Antonio il 14/2/2015 alle 12:00
Civati ha sempre detto k queste riforme sono una schifezza, e siccome è coerente agisce di conseguenza. Il PD vuole fare le riforme da solo, lo faccia, qui però Civati e Fassina pongono un bel problema politico, che un partito serio dovrebbe capire. Ora vi diverte vedere Sel sullo stesso tavolo con Forza Italia? Reazione isterica. State affondando per colpe vostre, spinti da troppa sicurezza e presunzione.
Scritto da disillusodallapolitica il 14/2/2015 alle 12:28
L'abbandono dell'aula è contrario, di certo, ai doveri di rappresentanza parlamentare. Dall'altra parte, però, c'è una maggioranza diversa da quella uscita dalle urne, figlia peraltro di una legge incostituzionale, fatta di parlamentari fuoriusciti e voltagabbana che, disprezzando lo spirito dell'art.138 Cost., sta tentando di imporre una riforma sbagliata e dannosa. Francamente non so (lo so, invece) chi, delle due parti, stia violando con maggior forza le regole democratiche.
Scritto da domenico nitopi il 14/2/2015 alle 13:36
Renzi va via "sparato", un po' troppo!
Scritto da Adriano il 14/2/2015 alle 14:11
Mentre Renzi fa le riforme che nessuno ha mai realizzato in questo paese, la sinistra di Sel e compagnia, vive la politica con la sua bella e sana puzza sotto il naso e, per modi e modalità di opposizione, non si discosta dal M5S, Forza Italia, Lega e Fratelli D' Italia. Un grande successo politico. Avanti così compagni!
Scritto da piero ribolzi il 14/2/2015 alle 16:34
Civati, Fassina, Vendola, Salvini, da una parte, Renzi, Alfano, Brunetta o chi volete dall' altra. La politica mette in scena uomini e soprattutto rappresentazioni già viste diverse solo nel colore della loro cosmesi. Tanto comandano e conducono le danze sempre gli stessi padroni e padroncini della finanza in tutti i lidi ed a tutti i livelli. Uno potrebbe quindi pensare a Grillo ed si suoi tupamaros, come possibile è praticabile alternativa, ma sono politicamente inetti, autoreferenziali, fascisti da corte e pecore teleguidate.
Scritto da Ceresium il 14/2/2015 alle 18:53
C'è un proverbio che dice :" Chi decide da solo ,rimane solo",Renzi ha diritto di fare le riforme da solo anzi deve farle da solo perche' non puo' pensare di cercare altri solo per votare le sue riforme,se si vuole consultare altri si deve decidere insieme fin dall'inizio con tutti non solo uno ,ormai si va ad uno scontro del pd contro tutti fino al referendum non c'è piu' niente da dire.Se un giorno il centro.destra dovesse vincere le elezioni e fare sue riforme da solo sara' giusto cosi'.
Scritto da Marco De Rosa il 14/2/2015 alle 22:19
Ma nessuno chiede a Civati di non dire quello che desidera, certo che se a lui non va bene niente di questo PD e crede in un progetto politico che è quello di SEL o quello di altri, cosa ci sta fare in un partito che non gli appartiene?
Scritto da una rottamatroce il 15/2/2015 alle 07:10
Anche il flemmatico Scalfari ammonisce oggi su Repubblica con argomenti robusti l' intraprendenza renziana. Meditate gente, meditate.
Scritto da nostalgiasocialista il 15/2/2015 alle 09:41
Non ci credo, non ci credo che ci siano persone che pensano seriamente che il prblema del PD sia Civati. Civati fino ad ieri, era solo una macchietta ai margini delle grandi riforme con il pregiudicato, ora di botta il colpevole è lui!!!! Avete grandi lacune con la realtà: dove volete andare???
Scritto da disillusodallapolitica il 15/2/2015 alle 10:06
Ciao Ceresium, se al posto di fa-scisti, scrivi fa-trasisti ,sottoscrivo il tuo intervento. Tieni sempre a portata di mano(non tesa..) un dizionario Siciliano-Italiano; e ti ho pure fatto la rima baciata ,giusto perché è Domenica... Cordialmente, Aldo Passarello
Scritto da aldo passarello il 15/2/2015 alle 10:14
@disillusodallapolitica, per quanto mi riguarda non penso che il problema del PD possa essere Civati, figurati. Semplicemente non sopporto quel tipo di comportamento politico di chi se ne sta al riparo sotto l' ombrello criticando sempre il suo proprietario. Tanto è inutile ragionare con certi conservatori, proprio perfettamente inutile.
Scritto da una rottamatrice il 15/2/2015 alle 10:34
Nostalgiasocialista, Scafari lo rispetto per la veneranda età e perché scrive benissimo. Politicamente non mi è mai piaciuto, un intellettuale e rappresentate principe di quel mondo di sinistra radical chic che pensa di aver sempre ragione criticando i potenti di turno ma standoci sempre al fianco. Sono anni che si parlano addosso. Le uniche idee giuste naturalmente sono le loro che cambiano con disinvoltura ogni giorno magari non per convenienza, ma per sterile snobismo. Sono insopportabili pavoni che vogliono dare lezioni a tutti cannnando da anni e regolarmente, previsioni politiche e quant'altro. Basta.
Scritto da paperoga il 15/2/2015 alle 10:58
Sono sinceramente più preoccupato per gli attentati firmati dal terrorismo islamico in Europa o la presa di Sirte, a poche miglia dalle coste italiane, da parte dell' Isis che delle solite balle della politica italiana. Sarò qualunquista ma è cosi e sono certo che questo sia un sentimento condiviso e diffuso tra i miei connazionali.
Scritto da Marcello il 15/2/2015 alle 12:30
Storicamente parlando, riformare è sempre stato complicato e facilmente contestabile. Poi è vero, c'è buon e cattivo riformismo. Di questo si dovrebbe discutere, su questo bisognerebbe confrontarci e magari dividerci. Quello del M5S, di Sel e della Lega, possiamo considerarlo riformismo o è altro e cioè rabbia mal indirizzata, demagogia ed inconsistenza? Lo chiedo prima a me stesso che agli altri. Cosa succede quando si tende in modo univoco alla propria idealità ed alla propria convinzione?
Scritto da Borghi S. il 15/2/2015 alle 13:35
@una rottamatrice, non condivido niente di quello che hai scritto su Civati, ha fatto tutto alla luce del sole, subendo anche critiche farlocche. Ora i fatti gli danno ragione, ed è inutile che vi sforziate a nasconderlo. Al suo posto che faresti????? @Marcello, l'Isis non mi preoccupa, è solo il sintomo temporaneo di una visione globale della democrazia occidentale.
Scritto da disillusodallapolitica il 15/2/2015 alle 13:55
Per carità @disillusodallapolitica, tieniti pure il tuo Civati coerente ed irreprensibile fino al midollo, noi non sappiamo che farcene. Sull' ISIS, significa che a te le teste mozzate o gli occidentali sgozzati come pecore da quelle belve vigliacche e schifose, non fanno impressione, come questi fatti non suscitano in te alcuna indignazione. Sicuramente il tutto sarà un' invenzione, una macchinazione dei servizi segreti tipo CIA o MOSSAD. Buon sogno caro il mio bel fasciocomunista.
Scritto da una rottamatrice il 15/2/2015 alle 14:27
I grillini e tutti coloro (destra-sinistra...)che hanno inscenato quella incivile gazzarra in Parlamento non hanno capito la semplice regola della democrazia:chi ha la maggioranza governa e fa le leggi assumendosene le responsabilità.Le minoranze possono dissentire con ogni mezzo consentito senza però pretendere di imporre la loro volontà.Il resto è tutta una miserevole commedia mediatica per i molti sprovveduti.Può non piacere ma in democrazia le regole valgono per tutti.
Scritto da Ravani il 15/2/2015 alle 18:49
@una rottamatrice, intanto verifico k non sei in grado di dire cosa faresti al posto di Civati, tutto normale. Sull' Isis ribadisco quanto scritto in precedenza, che non c'entra nulla con le tue farlocche considerazioni. Invece di darmi titoloni poco appropriati, dimmi piuttosto k sono un gufo della democrazia mondiale, faresti più bella figura.
Scritto da disillusodallapolitica il 15/2/2015 alle 19:34
@una rottamatrice, intanto verifico k non sei in grado di dire cosa faresti al posto di Civati, tutto normale. Sull' Isis ribadisco quanto scritto in precedenza, che non c'entra nulla con le tue farlocche considerazioni. Invece di darmi titoloni poco appropriati, dimmi piuttosto k sono un gufo della democrazia mondiale, faresti più bella figura.
Scritto da disillusodallapolitica il 15/2/2015 alle 19:34
@disillusodallapolitica, farlocche considerazioni le teste tagliate dall' ISIS e la violenza medioevale degli estremisti islamici? Complimenti, ma cosa sei un adepto di CasaPound o giù di lì? Cosa dovrebbe fare Civati? Se non condivide nulla del PD, e se sistematicamente vota contro il partito che lo ha eletto, dovrebbe dimettersi. Non lo farà mai, lo stipendio certo prima di tutto! Basterebbe traslocasse sui banchi più consoni di Sel. Non lo farà mai. Sa bene che sono politicamente morti.
Scritto da una rottamatrice il 15/2/2015 alle 20:11
E Civati, caro il mio CasaPound di sinistra @disillusodallapolitica, è contestato in piazza, come abbiamo visto proprio oggi, anche da gente che sta alla sinistra del PD, con lo slogan : "Civati è qui poi vota pd". Ecco, decida cosa vuol fare da grande, sia coerente e si accasi. Si metta la sua nuova maglietta sgualcita e non ci rompa con le sue amenità da sinistroide conservatore. Altro che coerente, altro che politicamente corretto. Vergogna lui e vergogna i suoi quattro sostenitori come te.
Scritto da una rottamatrice il 15/2/2015 alle 20:29
@disillusodallapolitica, ventun copti cristiani decapitati dai nazisti dell' Isis. Si astenga da certe affermazioni totalmente idiote e gratuite.
Scritto da Massimo Cova il 15/2/2015 alle 21:58
@una rottamatrice, tenetevi stretto Civati, xk è abbastanza lucido da aver capito k il nuovo corso avrebbe portato una forte astensione di elettori nel PD, cosa k si è puntualmente verificata. Tema Isis, siccome non capisci ti spiego. @Marcello ha manifestato una sua preoccupazione, k può essere compresa e condivisa, resta il fatto che il caos delle guerre ha aumentato le formazioni estremiste, senza risolvere un bel niente. Se poi ti piace collocarmi in qualche alloggio particolare fai pure.
Scritto da disillusodallapolitica il 15/2/2015 alle 21:59
@disillusodallapolitica, Civati ha in mente altro. Lasciamo stare per un attimo l' astensionismo che c'è e che è un problema vero. Ma negli USA in un passato recente, con il 35% dei votanti il Presidente, hanno comandato il mondo è cambiato il corso del globo. Non sarà una bella cosa ma è andata in questo modo. Non mi tengo stretto per un bel niente uno che vota in modo sistematico contro il suo partito. È la regola numero uno. Tienitelo pure tu, consideralo, per quanto mi riguarda, un regalo.
Scritto da una rottamatrice il 15/2/2015 alle 22:53
Non mi interessa un cazzo cosa ci sia, o non ci sia, dietro l' Isis, so che stanno concretamente minacciandoci e soprattutto che stanno massacrando innocenti solo perché non la pensano come loro. Dietrologie ed altro le lascio volentieri a chi si masturba mentalmente.
Scritto da Giorgio Riva il 15/2/2015 alle 23:10
@Massimo Cova, le teste dei cristiani valgono di più delle altre? Cmq stia tranquillo, non continueranno per molto a tagliare le teste, specialmente quelle dei cristiani.
Scritto da disillusodallapolitica il 15/2/2015 alle 23:30
@disillusodallapolitica, ci mancherebbe, le teste sono teste, solo che si staccano unicamente quelle di una certa parte, così come gli attentati nel cuore dell' Europa hanno una loro bella, chiara e comprensibile firma ed identità di riferimento. O sbaglio?
Scritto da Massimo Cova il 16/2/2015 alle 00:07
L' Isis alle porte dell' Italia, questa deve essere una preoccupazione grande come una casa. Trovo assolutamente fuori luogo le dichiarazioni e l' esibizione muscolare dei ministri degli Esteri Gentiloni e di quello della Difesa Pinotti. Inutile agitare le acque prima del tempo. Quando e se sarà il caso, si interverrà. Attirare subito nel nostro Paese centinaia di terroristi in più di quelli già forse presenti, mi sembra stupido.
Scritto da claudio colombo il 16/2/2015 alle 08:35
Egregio sig. @Riva, la reazione emotiva, in questi casi, prende il sopravvento, credo sia normale. Una situazione del genere non merita "dietrologie", ma un minimo di analisi, anche rapida e fugace. Non entro nel merito perché non ne sono capace. Dunque non so, cosa ci sia dietro. Posso fare deboli e quindi inutili supposizioni. Diciamo che mi sovviene una vecchia pubblicità di tanti anni fa: " Io, a scatola chiusa, compro solo Arrigoni". Sulla da Lei richiamata " masturbazione mentale" non ne ho pratica e nemmeno conoscenza. Rimango un uomo semplice ed all' antica.
Scritto da Ceresium il 16/2/2015 alle 09:55
Ciao Claudio Colombo, non lo so se è presto per parlare di guerra in senso stretto, ma sicuramente non lo è per prepararsi alla difesa. Per cominciare vanno fermati in ogni modo gli immigrati provenienti dalle zone a rischio, salvo essere in grado di escludere, tra gli stessi, la presenza di terroristi o aspiranti tali. Buona giornata, Aldo Passarello
Scritto da aldo passarello il 16/2/2015 alle 10:27
Una sconfitta? Certo che lo è per il PD. Scaricare poi le responsabilità sul povero Pippo Civati, che dopo aver ricevuto ogni tipo di insulto (da gufo a sorcio rosso ecc.) adesso deve sorbirsi anche quello di "sciacallo" da mite Paolo Rossi. Già dimenticati gli sciacallaggi del mitico Renzi?
Scritto da Mele Stefano il 16/2/2015 alle 10:44
Perfettamente d'accordo con la Sua analisi .....
Scritto da Pietro il 16/2/2015 alle 11:22
@Stefano Mele, hai ragione, Civati non è uno sciacallo. È' un politico intelligente anche se di rado condivido le sue posizioni politiche. Di sciacallaggio si può però dire quando uno vota sistematicamente contro il suo partito? Intendiamoci, Pippo è libero, ma se non condivide niente ma proprio niente di questo Pd, cosa ci fa ancora li? Si badi bene, si può non pensarla come Renzi (es. Bersani ed altri) ma non so quanto sia corretto in sede parlamentare votare sempre contro. Questo mi chiedo. Mi scuso per il termine un po' forte che ho scomodato, ma dopo il voto ero piuttosto nero. Ciao.
Scritto da paolo rossi il 16/2/2015 alle 12:00
Si bravo @aldo passarello, respingiamoli e buttiamoli a mare. "Me ne frego" urlava il vostro Dux ed il suo gregge addomesticato. Ma dico io, se pensi che il problema si possa risolvere in questo modo vuol dire che non sei alla frutta ma all'ammazza caffe.
Scritto da Guevara il 16/2/2015 alle 12:17
Caro Guevara, chi ha detto in modo minaccioso di essere a Sud di Roma? L'ISIS che ,comunque sia, non mi pare propriamente un'associazione caritatevole... Come fa L'ISIS a raggiungere Roma e non solo? Anche imbarcando suoi adepti tra chi già ci crea grossi problemi di sicurezza... Ognuno tragga le proprie conseguenze guardando in faccia la realtà, senza scomodare necessariamente il Duce.... Cordialmente, Aldo Passarello
Scritto da aldo passarello il 16/2/2015 alle 14:13
@passarello, io su quei barconi della morte vedo soprattutto disperati, la stragrande maggioranza donne e bambini. Tu vedi orde di criminali armati fino ai denti pronti a mettere a ferro e fuoco le nostre città. Certo che i terroristi islamici ci sono anche in Italia, ma su quelle bagnarole che qualcuno vuole lasciare affondare forse c'è soprattutto altro. Comunque non possiamo esserne sicuri, dunque respingiamoli tutti, che crepino, dobbiamo difenderci! Poveri noi, davvero, poveri noi.
Scritto da Guevara il 16/2/2015 alle 14:49
Ma se Civati è uno sciacallo, Renzi cos'è? Abbiamo già dimenticato che per 10 mesi ha massacrato Letta, per di poi usurparne il ruolo grazie ad un pavido Napolitano? Oppure che, senza legittimazione popolare e pure disprezzando il 25% di Bersani, si è arrogato il diritto di governare fino al 2018? O ancora, che vuole modificare le regole costituzionali con un pregiudicato con il quale si trova in "profonda sintonia"? Per dirne alcune. Povero Civati!
Scritto da domenico nitopi il 16/2/2015 alle 18:33
Caro Guevara, dobbiamo proprio difenderci,ti sembra strano? Non siamo sicuri che tra i disperati ci sia qualche terrorista? Lo saremo quando costui agirà sotto il nostro naso e sarà troppo tardi, meglio prevenire.... Ciao, Aldo Passarello
Scritto da aldo passarello il 16/2/2015 alle 19:27
Si, si dai, che anneghino tutti @passarello, chi se ne frega. Se muoiono sicuramente con loro creperà anche qualche terrorista. Ma in questi giorni, in Europa, guarda caso, i terroristi coinvolti nei vari attentati stavano già in Paesi europei dove erano addirittura nati. Occorre mobilitaree i Servizi e l' Intelligence, non massacrare degli innocenti perché così facendo, magari, morirà anche qualcuno dell' Isis. Questi sono i metodi della destra più schifosa e retriva, oltre che idiota.
Scritto da Antonio il 16/2/2015 alle 19:57
@Aldo Passarello, ma cosa dici!!!!! Ti pare che i terroristi viaggino sui barconi della morte? Sono dei bastardi, non degli stupidi senza cervello. Infatti, fino ad oggi, chi ha commesso gli attentati era gente nata in paesi europei. Come si possono sostenere minchiate del genere. Salvini con questa cazzate prenderà qualche voto in più ma non governerà mai perché gli italiani stupidi ed acefali sono ancora e per fortuna una minoranza. E poi che ridere Passa, vi siete fatti battere a destra dalla Lega. Non contate più un tubazzo, vi siete fatti infinocchiare a destra da quattro valligiani ignoranti.
Scritto da Guevara il 16/2/2015 alle 20:01
@una rottamatrice, Civati sta bene nel PD per il dopo Renzi è la persona giusta. Ho capito una cosa, che al PD non interessa vincere le elezioni, e neanche quanti elettori andranno a votare. In questo senso non è una mezza vittoria, ma un trionfo.
Scritto da disillusodallapolitica il 16/2/2015 alle 20:09
@disillusodallapolitica, confesso, sono con ogni probabilità limitata ma non ti capisco. Civati potrà andare bene dopo Renzi? Sicuramente, quello sarà però un partito di testimonianza, felice di essere duro e puro, ma a comandare il nostro Paese saranno fatalmente altri, magari di destra, un grandissimo risultato.
Scritto da una rottamatrice il 16/2/2015 alle 20:52
@una rottamatrice, non ti stai accorgendo k un partito duro e puro è al governo e sta perdendo gran parte del suo elettorato????
Scritto da disillusodallapolitica il 16/2/2015 alle 21:13
Antonio e Guevara, io cerco il confronto, mentre voi offendete chi "osa" pensarla in maniera diversa dalla vostra e ci sta... Mobilitare Servizi ed Intelligence? Certo, per "scremare" agli imbarchi o subito agli arrivi; in mancanza, non rimane che il respingimento.. Per compiere attentati basta un solo terrorista...che si può confondere con disperati e non. Buona serata, Aldo Passarello
Scritto da aldo passarello il 16/2/2015 alle 21:24
@disillusodallapolitica, un partito che sta perdendo il suo elettorato? Lo vedremo, lo vedremo presto.
Scritto da una rottamatrice il 16/2/2015 alle 22:20
Antonio e Guevara, mi permetto di segnalarvi la lettura dell'articolo "Libia e allerta terrorismo" sull'odierna edizione on-line del Corriere della Sera. Buon pomeriggio, Aldo Passarello
Scritto da aldo passarello il 17/2/2015 alle 16:16
@una rottamatrice, sembra k si stiano toccando tutti. Caro senatore, il bollo della mia vecchia auto non ho potuto ancora pagarlo, xk devo attendere il rincaro proveniente dalla Regione del governatore Maroni. Lei è tra quelli k hanno votato a favore di questa ennesima ladrata contro la povera gente??? Spero di no.
Scritto da disillusodallapolitica il 17/2/2015 alle 19:06
Archivi:
Ultimi post:
(30/4/2017 - 23:56)
(18/3/2017 - 23:20)
(26/2/2017 - 12:05)
(19/2/2017 - 21:29)
(31/1/2017 - 23:46)
(14/1/2017 - 00:03)
(2/1/2017 - 12:35)
(28/12/2016 - 00:49)
(5/12/2016 - 00:46)
(26/11/2016 - 12:34)
Links: