Fai vincere la lealtà verso i cittadini e verso il Paese.
Paolo Rossi   rossi_paolo@camera.it
inserito il 4/10/2017 alle 08:24

La Lombardia ed il Veneto non stanno all' Italia quanto la Catalogna alla Spagna, non fosse altro per una questione di lingua oltre che di storia. Fare e cercare parallelismi è dunque del tutto fuori luogo anzi, un grossolano errore, nella migliore delle ipotesi...una deprecabile forzatura. Sacrosanta l' autonomia territoriale in ragione di condizioni oggettive, molto meno nobile continuare a procedere, in un mondo sempre più globalizzato, a divisioni e sottodivisioni. E' chiaro a tutti che il prossimo Referendum proposto, ha, soprattutto per qualcuno, una precisa valenza politica e zero valore nella sostanza. Il quesito è poi quasi pleonastico: "Preferite ingurgitare un cucchiaio di fiele o di zucchero?". Sul fatto che una più definita autonomia potrà essere utile al nostro nostro territorio non ci piove, su come e se tutto ciò si verificherà, è altra faccenda. Ci ho pensato un po' prima di decidere come votare nell' occasione. Scegliere il No rispetto ad un quesito del genere è di fatto sbagliato, non votare o non recarsi alle urne, un po' pilatesco ed un vantaggio regalato ad alcuni fra gli avversari politici. Mi concentrerò solo sul contenuto ed il mio sarà uno scontato Si, ben sapendo che presto sentiremo tutti quanti suonare i colpi della "gran cassa" propagandistica. Me ne farò una ragione.

Tags: referendum, Veneto, Lombardia     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 23 commenti - scrivi il tuo commento
Finalmente Onorevole! Pensavo avesse abbandonato il blog e ne ero dispiaciuto. Mi è facile condividere il suo pensiero, anche se penso che questo referendum sia solo uno strumento politico elettorale messo in campo da Maroni. Il PD fa male ad invitare gli elettori al non voto o all' astensione come ad esempio ha fatto il suo segretario regionale. Lasciare il risultato nelle uniche mani della Lega è un regalo da evitare.
Scritto da claudio colombo il 4/10/2017 alle 11:21
Onorevole benritrovato. Non voterò per quella che è mera propaganda e basta. E se i votanti saranno quattro gatti? Me lo auguro. Questa politica della non sostanza è francamente insopportabile.
Scritto da mario macchi il 4/10/2017 alle 12:29
Su questi temi arriverete sempre secondi.
Scritto da Un leghista doc il 4/10/2017 alle 14:40
Non si può, caro Rossi, recarsi alle urne a votare per un referendum inutile. L' esercizio della democrazia, compreso lo strumento del referendum, è una cosa seria, non una buffonata.
Scritto da Mario V. il 4/10/2017 alle 15:41
Votare su su una cosa del genere mi sembra una grande stupidata. Soldi buttati nel gabinetto. Questo referendum servirà solo a Maroni ed ai leghisti oggi più partito nazionale di destra che territoriale. Spero che i lombardi veri diserteranno le urne, l' unica scelta utile.
Scritto da Anacleto il 4/10/2017 alle 18:00
La lega sta pensando di chiedere il rinvio del Referendum sulle autonomie in Lombardia non perche' sia per l'indipendenza ma perche' temono che la concomitanza con i fatti della Catalogna possa spingere a votare no anche coloro che sono favorevoli alle autonomie ma non per la secessione.Nella lega pero' c'e' chi vorrebbe andare fino in fondo e difendere la Catalogna ma sorattutto molti preferiscono perdere le elezioni e fare opposizione che vincere e stare al Governo con la destra centralista.
Scritto da Marco De Rosa il 4/10/2017 alle 18:08
L' onorevole ha perfettamente ragione. Questo è un referendum tutto politico e lasciare in mano unicamente alla Lega lo stendardo dell' autonomia sarebbe un gravissimo errore. Questo non inficia la critica ad un quesito nella sostanza untile. Ai padani non vanno però fatti favori. Un p.s.: scriva un po' più spesso, le sue considerazioni sono sempre interessanti.
Scritto da pietro magni il 4/10/2017 alle 19:53
Confesso di essere urtato dalle modalità e dai contenuti di questo referendum. Convengo sulla sua inutilità sostanziale che non è tale unicamente per il Governatore Maroni e per quel che rimane al sole di una Lega divenuta nazionale e movimento destrorso. Tatticamente scegliere il Si è condivisibile. Le mine vanno disinnescate, sempre e per il bene di tutti.
Scritto da Ambrogio il 5/10/2017 alle 09:03
Al tatticismo è sempre meglio rispondere con la coerenza. Votare favorevolmente in questa occasione vorrebbe dire svilire la politica. La scelta giusta è quella di non partecipare al voto.
Scritto da piero ribolzi il 5/10/2017 alle 10:48
@ribolzi, se non mi sbaglio il candidato del PD e del centro-sinistra alla Presidenza della Regione, Gori, si sta spendendo alacremente per il Si. Poi ognuno è ovviamente libero di votare come crede.
Scritto da Massimo Cova il 5/10/2017 alle 14:59
Non diradi i suoi interventi Onorevole, offrono sempre spunti per aprire buoni interventi e dibattiti salutari. Sul referendum penso che nella sostanza, dal punto di vista della concretezza e della politica, comunque vada non cambierà nulla o quasi. Per questa ragione, visto che rappresenta una votazione inutile, credo me ne starò a casa.
Scritto da Federica Campi il 5/10/2017 alle 16:48
Penso che in un regime democratico e difronte ad un referendum del genere, si possa tranquillamente anche scegliere di non votare. Senza drammi per nessuno.
Scritto da Giorgio Riva il 5/10/2017 alle 20:03
Penso a tutto quello che potrebbe farsi con 64 milioni di euro: tanto costa, a quanto pare, il referendum in Lombardia e Veneto. Uno spreco vergognoso. Costituzione alla mano, per ottenere il medesimo risultato (porre le basi per una "intesa" tra Stato e Regioni) sarebbero bastati l'iniziativa delle due Regioni e la partecipazione degli enti locali che devono essere "sentiti". Un Paese allo sbando.
Scritto da domenico nitopi il 5/10/2017 alle 21:40
Non ci posso credere!!! A volte ritornano. Altro che referendum!!!
Scritto da Ceresium il 6/10/2017 alle 14:26
Nella sostanza non cambierà niente. Meglio quindi non andare a votare. Lasciamolo fare ai destri della Lega.
Scritto da Guevara il 6/10/2017 alle 18:40
Non mi presto a questa pagliacciata. Soldi buttati vergognosamente!
Scritto da disillusodallapolitica il 6/10/2017 alle 18:47
Non c' è ragione che possa convincermi a votare per un Referendum tanto inutile quanto dispendioso. Ha ragione @Nitopi quando dice che con quei soldi si poteva fare altro. Questo è uno spot per una Lega e per i suoi governatori regionali. Un movimento che Salvini sta portando in una logica di partito di destra e nazionale. Dentro questo cambio di linea un po' di finto regionalismo non guasta.
Scritto da Antonio il 7/10/2017 alle 09:08
Vero che non serve niente questo referendum, ma anche vero che bisogna in qualche modo depotenziarlo sul piano politico. Tanto si farà, purtroppo. Meglio non lasciare solo alla Lega ed a Maroni lo scettro dell' autonomia, dico che non mi pare utile.
Scritto da Marcello il 7/10/2017 alle 11:00
@Marcello, la Lega era defunta è stata riportata in vita da Renzi e il PD! Sul piano politico di questa buffonata, la Lega avrà sempre un gap di vantaggio sul PD, la rincorsa del PD al nulla è emblematica della situazione politica italiana.
Scritto da disillusodallapolitica il 7/10/2017 alle 14:21
@disillusodallapolitica, non so se quella del PD sia una corsa verso il nulla, so che se stai fermo gli spazi vengono occupati da altri, poi perdi. La politica del tutto non va, tutto non funziona, tutto è uno schifo, è alla lunga perdente per i cittadini. Abbiamo visto chi sono le alternative al PD: una sinistra debole, vecchia, divisa con a capo D' Alema, e un M5S che dove governa fa disastri a Roma come Torino o Livorno...e che candida uno scarsone come Di Mario alla guida del Paese.
Scritto da Marcello il 8/10/2017 alle 09:16
Marcello, non mi convince il tuo ragionamento. Occupare gli spazi cosa significa? Non pensi, che coloro che hai citato in maniera negativa abbiano occupato "spazi" lasciati volutamente liberi dal PD? Un partito "ballerino" come il PD non deve occupare gli "spazi", deve dare un senso a quello che fa. Sarà, ma il discorso del come sono incapaci gli altri, mi sembra il classico tappetino con sotto tutto il marciume di casa propria, cercando di mettere in mostra la cristalleria appena lucidata.
Scritto da disillusodallapolitica il 8/10/2017 alle 21:30
Non mi va proprio di contribuire allo "spottone" del Bobo Maroni.Sono indignato per lo spreco di denaro che non riesco proprio ad attribuire ai "costi della democrazia". Per la prima volta nella mia vita diserterò le urne.
Scritto da Angelo Eberli il 11/10/2017 alle 13:43
Beh, certo, se il PD e Renzi (con l'alleato naturale Berlusconi e quegli altri di cui andare fieri, da Alfano a Verdini) continuano così, di porcata in porcata, il M5S rischia di raggiungere il 30%. Eppure, a sgonfiarlo, sarebbero bastate quattro, dico quattro, riforme serie.
Scritto da domenico nitopi il 11/10/2017 alle 17:28
Archivi:
Ultimi post:
(19/2/2017 - 21:29)
(31/1/2017 - 23:46)
(14/1/2017 - 00:03)
(2/1/2017 - 12:35)
(28/12/2016 - 00:49)
(5/12/2016 - 00:46)
(26/11/2016 - 12:34)
(17/11/2016 - 13:27)
(11/11/2016 - 16:28)
(5/11/2016 - 12:15)
Links: