Fai vincere la lealtà verso i cittadini e verso il Paese.
Paolo Rossi   rossi_paolo@camera.it
inserito il 9/7/2012 alle 13:20

 Non entro, più di tanto, nel merito. Vorrei fare un altro tipo di considerazione. I giornali ed i media di oggi riportano l' indignazione di Monti per la presa di posizione di Squinzi, il Presidente degli industriali. Essere il primo della classe non significa trovarti davanti sempre e costantemente il classico 'tappeto rosso'.  E' così, come nella vita. Chi di noi non ha incontrato, come compagni di scuola, brillantissimi studenti che poi, strada facendo, hanno vissuto problemi e gravi difficoltà? Governare un Paese dalla storia e con le complessità del nostro, non è cosa facile. Occorre mediare per andare avanti, occorre politica, si, politica, avete capito bene. Non bastano le frequentazioni che contano e la considerazione internazionale. Su le maniche professore ed evitiamo di offenderci. Questo è un Paese nel quale, per fare un esempio, una come Bianca Berlinguer (sappiamo tutti chi è, da dove viene e che ruolo ha) seppur per le questioni Rai, proprio ieri ci ammonisce tutti: "Ora ci vuole meno politica". No, ci vuole più politica, una buona politica cara la mia dama che sei arrivata dove sei arrivata grazie all' intercessione dello Spirito Santo.

Tags: politica, Monti, indignazione     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 57 commenti - scrivi il tuo commento
Scatto d' orgoglio che condivido in maniera totale senatore Rossi. Monti, se vuole diventare un leader, non deve sporcarsi le mani solo con l' alta finanza internazionale e con i suoi "giri", ma anche con la melma di casa nostra. Di personaggi tipo la Berlinguer che hanno fatto carriera per la loro appartenenza politica e che oggi fanno le "verginelle" per stare a galla saltando in groppa al più becero qualunquismo, non ne sentiamo il minimo bisogno. Ci vuole più politica, non ho dubbi anche se una politica totalmente diversa da quella attuale.
Scritto da Borghi S. il 9/7/2012 alle 13:35
Niente da aggiungere senatore, ha perfettamente ragione. Solo che, a proposito di correttezza, ho visto che il suo nuovo post è sparito dall' homepage di varesenews un secondo dopo che è stato pubblicato perchè è stato occupato da chi è sempre in agguato per potersi mettere sempre in prima fila. Anche ieri Alonso era in poule position, poi....non ha vinto. Comunque mi piace sempre di più la sua chiarezza.
Scritto da claudio colombo il 9/7/2012 alle 13:47
Intanto grazie infinite per i generosi complimenti caro @claudio colombo. Per il posizionamento in Homepage di VareseNews, vorrei dirti/Le che questo è un fatto veramente casuale. E' capitato qualche volta anche a me di 'anticipare' blogger che avevano scritto il loro post appena pochi minuti prima di me. Non c'è stata mai alcuna volontà perniciosa, almeno da parte mia, ma sono convinto che così sia per tutti. Forse non sarebbe male se se si inserissero in prima pagina, contemporaneamente e sempre, tutti i post giornalieri, ma non dipende da me e, comunque, questo non è un dramma.
Scritto da paolo rossi il 9/7/2012 alle 14:06
Proprio una come la Berlinguer doveva, soprattutto per il cognome che porta, stare zitta. Certa ipocrisia si deve chiamare con il suo nome: "-paraculaggine di bassa lega-."
Scritto da Antonio il 9/7/2012 alle 14:13
Sono d'accordo su tutto il fronte. Resta il fatto che le pretese del "partito- azienda " riguardo alla RAI sono indecorose e suscitano indignazione.
Scritto da Angelo Eberli il 9/7/2012 alle 14:19
Tralascio le cattiverie stupide su di me e sui miei commenti. Mi hanno riferito, perchè non ero presente, che l' altra sera alla Schiranna alla Festa Democratica, l' On. Marantelli è stato molto più brillante di lei nel corso del dibattito sul PD e sul Governo Monti...
Scritto da Ceresium il 9/7/2012 alle 14:44
@Ceresium, non vi è alcun dubbio. Daniele Marantelli è un politico esperto e capace ma, l' altra sera, non c'era in corso tra noi alcuna competizione, anzi. Soffro da sempre il pubblico e tante volte non riesco, per esempio in alcune occasioni del genere, a dare il meglio di me. Ma questa, naturalmente, non vuole essere una giustificazione, rimane solo un problema mio. Capacità, esperienza ed appeal fanno la differenza, una differenza che va sempre di buon grado accettata e considerata. Non nutro invidia per nessuno, tanto meno per chi, in certi 'campi' , è più capace e/o talentuoso di me, anzi provo sincera ammirazione, un' ammirazione che non mi deprime affatto e che viceversa mi stimola a migliorare. Questo succede anche quando capita di avere idee politiche distinte. Ah, sia chiaro, amico mio, tu sei, e rimani, uno 'stronzo'.
Scritto da paolo rossi il 9/7/2012 alle 15:07
Senatore, lei piace sempre di più.
Scritto da miriana il 9/7/2012 alle 15:29
Non è un' espressione che uso spesso senatore, mi lasci però solo dire una cosa: "GRANDE!!!". E Ceresium ha avuto quel che si meritava.
Scritto da Borghi S. il 9/7/2012 alle 15:35
Monti si sente, ed è, il classico "primo della classe". La politica è un' arte complicata e difficile dove occorre pazienza infinita e, potrà sembrare strano, certe volte anche una buona dose di umiltà. Il Premier varesino, da questo punto di vista, è ancora un pivello, in alunno che deve imparare molto, ma lo farà, ne sono certo, la stoffa è buona. L' unica speranza è che non debbano pagare sempre gli stessi per queste sue (e di altri) propensioni alla, si fa per dire, buona politica.
Scritto da mario macchi il 9/7/2012 alle 17:49
Ai vertici Rai, a quei livelli come da altre parti, ci si arriva solo, anzi SOLO, attraverso una lottizzazione politica. La Berlinguer non sfugge da questo meccanismo e il cognome prestigioso ed ingombrante che porta, penso, abbia, al momento, contato molto. Ora che lei parli di "meno politica" è come se un pesciolino rosso invocasse meno acqua nella boccia. Certo che, ragazzi, bisogna avere una gran bella faccia tosta. Monti invece è uno che si piace molto e che crede di non sbagliare mai. Un preludio, il suo, che non lascia ben sperare.
Scritto da Giorgio Riva il 9/7/2012 alle 18:10
Ma quale Marantelli e Marantelli meglio di te senatore, finiamola con questa modestia fuori luogo che ti e ci porterà solo guai.
Scritto da ex-Margherita il 9/7/2012 alle 18:43
Condivido @Angelo Eberli, queste nomine Rai portano solo all' indignazione. Penso però che uno spazio del genere debba essere gestito da una buona politica, anzichè da lobbie diverse che già da più parti comandano questo nostro Bel Paese. Pensare, come dice il senatore, che posti del genere possano essere occupati da persone scelte per intercessione dello spirito santo sia solo ridicolo.
Scritto da Guevara il 9/7/2012 alle 19:06
Non è che in e durante una crisi pagano tutti nello stesso modo. I più deboli, ovviamente, sono quelli che subiscono di più. Allora bisognerebbe bilanciare gli interventi, considerare questo punto di partenza, ma Monti è un liberale, non un socialista, si vede che alla fine pensa che le cose si sistemeranno da sole grazie alle forze intrinseche che ognuno di noi potrà tirare fuori. Questa è la meritrocrazia signore e signori, si, la meritocrazia dei padroni dalle belle braghe bianche. La musica è sempre la stessa.
Scritto da Adriano il 9/7/2012 alle 19:51
Caro Paolo, scusa ancora, molto raramente scrivo sul blog di Adamoli ma lo leggo quasi sempre con attenzione. Più di una volta, anche oggi, hai espresso giudizi molto, secondo me troppo, lusinghieri su di lui che, a sua volta, ha sempre dimostrato freddezza nei tuoi confronti, scrive rarissimamente sul tuo blog, io ricordo in questi anni una o due volte, e solo quando qualcuno lo tira in ballo in prima persona, inoltre non ha mai esternato considerazioni di minima stima nei tuoi confronti. Lo trovo francamente poco elegante. Non dico che ti meriti le ghirlande di fiori ma questa disaffezione e questo distacco nei tuoi confronti è chiaramente un atteggiamento antipatico e certamente voluto. A meno che non ti consideri veramente uno che vale davvero pochissimo ed allora...
Scritto da ex-Margherita il 9/7/2012 alle 20:11
Caro @ex-Margherita, Giuseppe Adamoli non mi risulta che scriva su altri blog, per lo meno su altri blog di VareseNews. Non è un uomo dalle facili smancerie, ma nei miei confronti è sempre stato gentile. Le tue sono liberissime valutazioni che, lo dico con affetto, non hanno però molto senso. E poi perchè dovrebbe per forza sussistere una sorta di reciprocità? Ognuno è libero di fare e dire ciò che vuole come, ovviamente di non fare e non dire. Considerazione, quest' ultima, tanto banale quanto vera.
Scritto da paolo rossi il 9/7/2012 alle 20:47
Monti è a volte tecnico e a volte politico , dipende da cosa gli fa comodo essere .
Scritto da Luca Fava il 10/7/2012 alle 00:10
Qualcuno lo ha già scritto. Mario Monti è un liberale, un uomo di destra. Certamente non la destra populista e demagoga di Berlusconi e neanche quella nazional-popolare di La Russa e c. e tanto meno quella nostalgica, quando non folcloristica, degli Storace. Della destra leghista (perchè il fenomeno è più di destra tradizionale che di rivendicazione autonomista e territoriale) non c'è bisogno di dire. Parlo di una normale, moderna e democratica destra europea che in questi ultimi anni avrebbe fatto bene, nella logica dell' alternanza democratica, anche al nostro paese. Dunque da un uomo di destra non ci si può aspettare o attendere una politica di sinistra, questo deve essere chiaro pur nel rispetto per le qualità espresse dall' illustre professore. Quindi meglio non illudersi che un uomo di questo tipo possa mettersi a guida, nel prossimo futuro, di un governo di centro-sinistra. Quella che viviamo è una crisi pesante e non passeggera, una crisi che ovviamente soffrono in particolare le categorie meno protette, dai giovani e meno giovani disoccupati, dai precari, da chi porta a casa mensilmente 1000 massimo 1500 euro. Gente che fa fatica e che la classica cinghia la deve tirare non metaforicamente, ma sul serio. Il compito di proteggere e salvaguardare queste categorie, non in modo settario (alla Fiom o alla Fassina, per intenderci) pur nella consapevolezza di una necessaria crescita economica e tutto quello che vogliamo, è un ruolo fondamentale nella logica di una vera armonizzazione della società italiana.
Scritto da marcello il 10/7/2012 alle 07:49
Uelà, ma quanti complimenti senatùr! Ucci ucci sento odor di demo-cristianucci... Comunque bravo per la chiarezza.
Scritto da Gianni Bassetto il 10/7/2012 alle 12:05
Caro @GIANNI BASSETTO, io tutti questi complimenti 'democristianucci', non riesco a vederli. Anzi, a volte mi capita di riceverne qualcuno provenienti da 'aree di pensiero' assai diverse e lontane dalla mia di origine. Che anche questo sia un difetto di fabbrica?
Scritto da paolo rossi il 10/7/2012 alle 13:26
Il commento di @marcello mi sembra pertinente. Non sarà però colpa di Monti se il centrosinistra, ma è meglio chiamarla "la sinistra italiana" manca di progetto politico convincente e di autorevolezza politica. Ho letto che una quindicina di parlamentari PD si sono sostanzialmente espressi per un Monti bis. Messa in questo modo mi sembra più una mossa tattica che di strategia politica ad ampio respiro. Si cerca cioè di correre dietro al classico cavallo di razza, o presunto tale, e non si è in grado di proporre un proprio autorevole candidato?
Scritto da Federica Campi il 10/7/2012 alle 18:09
Senatore, sono monotona, lo so. Mi spieghi perchè non capisco. Sono andata a vedere il sito del segretario cittadino del pd, Molinari, e ho notato che tra i links da lui segnalati e proposti c'è una bella scelta e le offerte sono molteplici. Naturalmente c'è Adamoli. Di lei nessuna traccia, nessun riferimento. Ma siete o non siete ancora della stessa componente dentro il partito? Senza provocazione ma quell' assenza mi è sembrata una cosa strana, o sono la solita rompiballe?
Scritto da una rottamatrice il 10/7/2012 alle 19:00
@una rottamatrice, a una signora o signorina non è carino dare della 'rompioballe'. Diciamo che sei, questo è vero o per lo meno è quel che penso, un tantino monotona. Uno, a casa sua, può fare ciò che crede e, nella fattispecie, è libero di segnalare links o altro di suo gradimento.Ci mancherebbe altro. Del resto Roberto, sul mio blog, non scrive da tempo, ma questa non è detto che sia da considerarsi, tout court, l' espressione di un' avversità. In ogni caso dovresti chiedere a lui, io non posso risponderti. Apperteniamo alla stessa componente nel Pd? Direi di sì.
Scritto da paolo rossi il 10/7/2012 alle 19:17
Ho voluto rispondere subito a @una rottamatrice, ho scritto dall' Aula con un po' di fretta. Mi scuso, quindi, per gli errori presenti nel mio commento.
Scritto da paolo rossi il 10/7/2012 alle 19:25
Caro senatore, uno dei vantaggi di questo blog è proprio l'assenza di molinari. E' ingombrante, occupa spazio con le sue articolesse. Non scrive mai cose interessanti ma sempre e solo cose noiosissime. fondamentalmente è un povero... come dicono a Milano... non mi viene. Va be', è un povero comediconoamilano. Basterebbe che scrivesse solo di quello che sa: della sua famosa, anzi, celeberrima sambuca.
Scritto da Claudio Ennam il 10/7/2012 alle 20:01
Mi scusi signor @Claudio Ennam, sono di parte, lei sa bene quanto simpatizzi per lei come sa altrettanto bene di possedere il dono di una scrittura aggressiva ma originale ed unica. Lei è un uomo intelligente, una persona preziosa, ma sa anche che Il blog del senatore merita considerazione particolare proprio perchè è un luogo aperto, accessibile, dove avviene di tutto, ma dove c'è anche profondità. Perchè dire che il sig. Molinari, che non conosco, è meglio che non partecipi al blog. Se non lo fa è solo una sua scelta che va rispettata. Come io rispetto la sua libertà di esprimere ciò che vuole. Del resto lei lo fa sempre in modo irresistibile.
Scritto da miriana il 10/7/2012 alle 21:00
Come posso darle torto, Miriana carissima? Il blog del senatore è aperto, accessibile, libero. Ha ragione, Miriana carissima. Lei ha ragione anche quando scrive che non partecipare a un blog è una scelta. E' tutto giusto. Ma se roberto molinari non scrive, è meglio.
Scritto da Claudio Ennam il 10/7/2012 alle 22:07
Condivido le osservazioni di @marcello. Il nostro Premier sarà alto un metro e ottandaue-ottantatrè, nel Paese dei nani è un gigante. Sull' autorevolezza di Monti e sulle sue riconosciute capacità, in ogni caso, non ci piove ma, ovviamente, un liberale esprime una politica da liberale. Ma non è questo il problema. La questione è che la politica deve neccessariamente recuperare, con regole certe e con se stessa, la sua centralità. L' alternativa vera ad una cattiva politica (evidente che oggi lo sia) è la buona politica, balle non ce ne sono. Ora l' Europa dei 'Paesi forti' e dei 'poteri forti' in buona sostanza ci avverte e ci dice: "O avanti Supermario o chiudiamo i rubinetti". Un vergognoso ricatto, una violenta intromissione nella politica italiota che intacca (eufemismo) la nostra sovranità. E la nostra reazione politico-istituzionale? Napolitano, U' Presidente, ci informa che questa fase deve continuare (e con chi se non con l' illustre professore?) alcuni parlamentari del Pd chiedono pubblicamente un Monti bis, rinunciando clamorosamente ad un ruolo per il quale hanno ricevuto, volere o volare, un preciso mandato politico. Credete forse che l'attuale capo del governo sarebbe disponibile a guidare una coalizione di centrosinistra? Dubito e se è così dalle nostre parti e nella nostra fazione dovrebbe semplicemente echeggiare un rispettoso 'adieu'. Questo Paese ha bisogno di cambiare, culturalmente. Nella fattispecie è un paese che deve trovare 'l' alternanza', come avviene in tutti i paesi europei normali. Altrimenti è meglio 'alzare bandiera bianca', fare un passo indietro e lasciare definitivamente le redini nella mani dei soloni della 'nuova politica'. p.s.: vorrei ricordare che in molti vorrebbero in loco pluridecorare il nostro illustre concittadino. Ebbene, da commissario europeo, Monti non ha mai fatto capolino nella 'sua' città, sede della prima scuola europea d'Italia (una delle prime in europa) e dell' Euratom di Ispra sul finire degli anni '50. Significativo vero? Come significativo e 'scendilettaro' è il nostro bieco provincialismo bosino.
Scritto da paolo rossi il 11/7/2012 alle 08:17
Dopo il suo ultimo commento solo per stringerle la mano.
Scritto da Borghi S. il 11/7/2012 alle 12:57
Senatore, la mia è solo una semplice constatazione,mi pare che Adamoli, su Monti, non la pensi come lei. Nel suo partito infatti, sul Premier e sul suo operato, ci sono tre o quattro posizioni differenti. Vedete un po' di decidervi perchè la libertà di pensiero è sacrosanta quanto la chiarezza di una posizione politica. Vi decidete a diventari grandi o no?
Scritto da Guevara il 11/7/2012 alle 13:43
Paolo Rossi for president! Tutti gli altri for e basta!
Scritto da Claudio Ennam il 11/7/2012 alle 14:29
Caro (se posso dire) @Claudio Ennam, la ringrazio. Per la Presidenza della Bocciofila di Bregazzana sono pronto. Ho qualche candidato-avversario da superare, ma ce la posso fare, lo sento. @Guevara, diciamo che l' intensità di simpatia politica per Monti, tra me e Giuseppe Adamoli, è differente (beccati una bella risposta democristiana, non fa poi così male, è terapeutica).
Scritto da paolo rossi il 11/7/2012 alle 15:34
Non mi pare messo molto bene carissimo senatore. Gli ex DS mal la sopportano e Marantelli gode sul territorio, nonostante Le Iene, di migliore visibilità riaspetto alla sua, Adamoli, che forse voleva il suo posto, con lei è sempre freddino e di sicuro non la pensa politicamente allo stesso modo, buona parte dei suoi ex amici, con in testa il segretario di Varese Molinari, l' hanno abbandonata da tempo e di lei se ne infischiano, l' Oprandi è sparita dopo che Lei si è speso per la candidatura a sindaco di Varese, ora non serve più. Andiamo bene, se ci saranno le primarie per i parlamentari in molti l' azzanneranno per detronizzarla (si deve colpire il più debole, è una regola fissa) e lei sarà sostenuto solamente da qualche amico che scrive sul suo blog, dal milanese @Claudio Ennam e dall' inarrivabile dolce @miriana. Un po' pochino, credo convenga con me. Ripeto: andiamo bene, o male???!!!
Scritto da Ceresium il 11/7/2012 alle 19:00
Signor @Ceresium, cerco sempre, grazie ai miei genitori, di usare in qualsiasi circostanza anche in quelle più difficili, toni educati e non offensivi. Ho quindi riflettuto bene prima di scriverle questo breve commento. Pensi che prima di pigiare il tasto "invia", ho contato fino a dieci. Considerando i suoi ultimi commenti ed il loro tono tra l'offensivo ed il semi-sarcastico, posso sole dirle una cosa che mi pare evidente: "Lei è un cretino".
Scritto da miriana il 11/7/2012 alle 21:04
Standing ovation per Miriana!!! Peccato che non tutto di me si alzi, ormai. Ma standing ovation per Miriana!!!
Scritto da Claudio Ennam il 11/7/2012 alle 21:45
Alla faccia della dolcezza la nostra @miriana. @Claudio Ennam è invece sempre molto fine. Più che un galantuomo sembra un avventore da marsala all'uovo alle 7 di mattina in un baraccio di Sampierdarena.
Scritto da Ceresium il 12/7/2012 alle 07:49
Penso che certi interventi su questo blog che sembrano simpatici o altri a volte volutamente troppo aggressivi, servano semplicemente non solo per sviare i temi proposti dal senatore, ma per tentare di svilire e ridicolizzare il suo blog. Rossi è un personaggio che avrà i suoi difetti ma è brillante, soprattutto libero e quindi ingombrante oltre che fuori da quelle regole convenzionali che fanno invece comodo ai soliti fanfaroni della politica. Mi pare di individuarne tantissimi anche nella nostra tranquilla provincia varesina.
Scritto da piero ribolzi il 12/7/2012 alle 08:23
@Ceresium, lei in poche righe è riuscito a offendere un quartiere popolare di Genova; uno dei liquori più celebrati del nostro Paese e tutto l'Ebraismo internazionale, cui sono fiero di fare parte. @Ceresium, lei ha offeso milioni e milioni di persone. Pensi (se riesce) soltanto al numero di bevitori di marsala all'uovo.
Scritto da Claudio Ennam il 12/7/2012 alle 10:05
@piero ribolzi, il suo ultimo commento mi provoca nel senso latino del termine, mi chiama fuori, m’induce a una replica. Sono diretto, scorretto, volgare, eccessivo e puzzo a distanza (ma almeno questo non è un problema vostro). Ero così anche da giovane. Ora, raggiunta un'età che preserva da ogni punizione, tranne quella divina, sono di molto peggiorato. Mi faccio schifo e tendo a riaffermarlo. Scrivere per me è terapeutico. Cerco di accettarmi, di aiutarmi, in attesa della morte. Non dica, la prego, ribolzi, che la mia intenzione è svilire questo blog. Io abito questo blog e il senatore è la persona più simpatica e gentile che conosca per via telematica.
Scritto da Claudio Ennam il 12/7/2012 alle 15:15
@Claudio Ennam, avrò offeso tutti, salvo gli ebrei che infatti non ho menzionato. Ce li mette sempre in mezzo, come i suoi cavoletti.
Scritto da Ceresium il 12/7/2012 alle 16:02
@Ceresium, gli Ebrei (con la maiuscola, se lo ricordi la prossima volta!) sono ovunque e io sono uno di loro. Lei lo sapeva benissimo, come sa che offendere me è un modo furbo di offendere tutti Noi. Siamo abituati, sono abituato ma non ne approfitti.
Scritto da Claudio Ennam il 12/7/2012 alle 16:26
@Claudio Ennam, lei deforma la realtà, forse capita a tutti ma la sua deformazione rasenta una vera patologia. Ah, mia nonna materna faceva RAVENNA di cognome. Si figuri uno come me quanto possa essere antisemita. Vada a bersi una bella bibita fresca che è meglio.
Scritto da Ceresium il 12/7/2012 alle 16:44
@Claudio Ennam, lei deforma la realtà, forse capita a tutti ma la sua deformazione rasenta una vera patologia. Ah, mia nonna materna faceva RAVENNA di cognome. Si figuri uno come me quanto possa essere antisemita. Vada a bersi una bella bibita fresca che è meglio.
Scritto da Ceresium il 12/7/2012 alle 16:44
@Ceresium, Ravenna non è un nome certamente Ebraico. Lo sono certamente Livorno, Ferrara, Venezia, cioè là dov'era uno ghetto. Poi vi sono eccezioni ma non mi risulta che Ravenna rientri fra queste. Si beva pure il suo bel bicchiere di acido muriatico. Se lo è meritato.
Scritto da Claudio Ennam il 12/7/2012 alle 16:56
Eppure caro @Claudio Ennam mia nonna era ebrea, glielo posso assicurare. Si vede che quando è scappata in CH con la sua famiglia fuggiva da una minaccia inesistente o da un non so cosa che si era messa in testa. Quelli che la inseguivano era gente un po' grossolana ma in fondo non pericolosa. Ma che diamine, si può essere scontrosi di fronte a filantropi che ti vogliono offrire gratis una rilassante vacanza al nord? La nonna era buona, ma forse un po' stupida, basta che non fosse una psicopatica, sarebbe troppo per me. Comunque lei offre un' immagine dell' ebreo errante o stanziale che sia, che è volutamente grottesca e stereotipata in senso naturalmente negativo. Il bicchiere è vuoto signor Claudio, che ne dice di un altro giro? Però non con una bibita a base di alcol come prima, con questo caldo.... si va fuori di melone, finisce che poi ci si butta sul computer a scrivere puttanate.
Scritto da Ceresium il 12/7/2012 alle 17:57
@Ceresium piano piano ci sta arrivando. Non ci vuole poi molto a capire il vero obiettivo del sarto meneghino al sapor di cavoletto.
Scritto da Guevara il 12/7/2012 alle 19:10
@Ceresium e @Guevara, state giocando sulla Nostra sofferenza.
Scritto da Claudio Ennam il 12/7/2012 alle 20:35
Sostengo un concetto controcorrente. Penso che certe nomine pubbliche, tipo Rai tanto per intenderci, debbano essere nomine politiche. Troppi interessi, troppo potere ed alla fine meglio metterci persone con la loro maglietta di appartenenza ben in vista. Le finte non mi piacciono e le persone super partes quasi sempre nascondono appartenenze occulte ma granitiche ed incontrollabili. E' naturale pensare che questa politica non sia all' altezza, ma che una, come lei la definisce, "buona politica" sia fondamentale e possa-debba "controllare" il pubblico mi pare giustissimo.
Scritto da pietro magni il 13/7/2012 alle 06:45
Il nostro , a suo dire, scrittor di puttanate volutamente si sbaglia. L'antica sinagoga di Ravenna si trovava vicino al duomo. Condivido, senatore Rossi.
Scritto da La timida il 13/7/2012 alle 08:06
In Ravenna non sorse mai alcun ghetto. A Lugo di Romagna viveva una comunità Ebraica ma venne aggregata a quella di Ferrara, città fra quelle da me citate. Se ha bisogno di mutande, @la timida, si rivolga a Tezenis (3 € al quintale), io non la servo.
Scritto da Claudio Ennam il 13/7/2012 alle 12:23
Cari @Ceresium e @Guevara, non per paraculaggine, ma con sincerità assoluta, vi rispetto come @miriana, forse proprio per via dell' educazione impartitami dai miei vecchi e nonostante il curaro che ogni tanto cercate di iniettarmi con amorevole attenzione (veleno che tanto su di una pietra non può trovare penetrazione alcuna). A me @Claudio Ennam è simpatico da morire e mi piace molto (personaggio di realtà o fantasia non ha molta importanza, Claudio Ennam è). Fosse un profugo palestinese di Gaza (ancora meglio!), pleonastico dire, lo apprezzerei con la stessa intensità. Non condivido, lo devo sottolineare, la sua zampata assassina contro @La timida. Lei non lo merita perchè è persona intelligente e sempre garbata (e non solo con me). Caro Claudio, sei riuscito ad esasperarmela, vedi subito di recuperare, fallo almeno per la nostra telematica ma intensa amicizia.
Scritto da paolo rossi il 13/7/2012 alle 12:57
Furono espulsi dalla città nel 1492. Da lei ? Da Tezenis? E quando mai? Solo Chantal Thomass.
Scritto da La timida il 13/7/2012 alle 13:28
Chantal Thomass mutanda solo le fighe, quindi lei è esclusa, @la timida, poiché il suo culo fa provincia.
Scritto da Claudio Ennam il 13/7/2012 alle 13:53
Scusi, senatore, ho letto la sua "supplica" solo dopo aver replicato a @la timida. Ma forse non sarei stato più morbido ugualmente.
Scritto da Claudio Ennam il 13/7/2012 alle 13:59
Senatore, non ce l' avrà per caso anche lei con gli ebrei. E' un argomento, ho notato, sul quale sta sempre -schiscio-, come dicono qui in valle.
Scritto da Ceresium il 13/7/2012 alle 16:59
E basta con questa storia di Noi Ebrei! Non se ne può più! Lasciateci in pace una buona volta! Senatore il blog è suo e lei è padrone ma la prego non risponda a certi energumeni. Cosa pensi lei di Noi Ebrei sono cazzi suoi. Non risponda.
Scritto da Claudio Ennam il 13/7/2012 alle 19:56
E basta con questa storia di Noi Ebrei! Non se ne può più! Lasciateci in pace una buona volta! Senatore il blog è suo e lei è padrone ma la prego non risponda a certi energumeni. Cosa pensi lei di Noi Ebrei sono cazzi suoi. Non risponda.
Scritto da Claudio Ennam il 13/7/2012 alle 19:56
Archivi:
Ultimi post:
(19/2/2017 - 21:29)
(31/1/2017 - 23:46)
(14/1/2017 - 00:03)
(2/1/2017 - 12:35)
(28/12/2016 - 00:49)
(5/12/2016 - 00:46)
(26/11/2016 - 12:34)
(17/11/2016 - 13:27)
(11/11/2016 - 16:28)
(5/11/2016 - 12:15)
Links: