Ascoltare e lavorare insieme.
Stefano Tosi   tosi@tosi.it
I post della categoria Economia
inserito il 5/2/2013 alle 16:25
La reale autonomia finanziaria degli enti territoriali è dunque stata stravolta e svuotata dalle manovre di finanza pubblica via via varate dal governo Pdl-Lega Nord tra il giugno 2008 e il novembre 2011.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 12/1/2013 alle 16:57
Questa sera, alle 21, al teatro Dal Verme di Milano, parte la campagna elettorale di Umberto Ambrosoli, candidato presidente per la regione Lombardia. Si tratta di un incontro importante per presentare i contenuti del programma elettorale e per stendere le basi del patto civico con gli elettori.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 30/11/2012 alle 15:26
Nel 2012 per la cassa integrazione saranno spesi 240 milioni di euro. Dal 2009 sono stati spesi 860 milioni (di cui 645 finanziati con risorse nazionali, 131 con risorse regionali a valere su Fse e 84 milioni da Inps in attesa di copertura nazionale). Nella finanziaria per il 2013 è previsto lo stanziamento di un miliardo per le politiche attive del lavoro. Ma 200 milioni se ne andranno per sostenere misure nazionali, 150 per interventi a favore di aziende interregionali in crisi e 650 per le Regioni. Così, di 650 milioni destinati alla Regioni, alla Lombardia ne arriveranno meno del 20% (110 milioni).
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 29/11/2012 alle 15:00
E’ stato il segretario del Pd Bersani a perseguire, con forte senso di responsabilità, la volontà di portare il Paese in carreggiata. Si tratta di un lavoro difficile e pericolosissimo per il consenso, che è mia intenzione riconoscere a Bersani nel secondo turno delle Primarie.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 15/11/2012 alle 18:25
Un convegno per parlare dei temi relativi al lavoro, dall’occupazione ai settori che possono favorire una ripresa economica, passando per i dati allarmanti sulla cassa integrazione. L’appuntamento – organizzato dalla Fondazione Città Futura – è per domani, alle 15, all’Atahotel di via Albani a Varese. Interverranno anche il segretario delle Cgil Silvana Camusso e il vicedirettore dell’Unità Rinaldo Gianola.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 8/11/2012 alle 15:59
Dalle elezioni americane al Congresso del Partito comunista cinese. Due continenti diversi, con due storie diverse, ma con davanti un futuro da scrivere che influenzerà anche quello dell’Europa.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 19/10/2012 alle 17:09
I supermanager pubblici non possono veder decurtato il loro stipendio: i tagli alle retribuzioni superiori ai 90mila euro dei soli dirigenti pubblici, previsti dal decreto legge numero 78 del 2010, sono incostituzionali.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 7/10/2012 alle 21:33
Domani in regione, dalle 9.30 alle 13, si svolgerà il convegno “Dagli ammortizzatori alla ricollocazione. Le politiche attive del lavoro in Lombardia” a cui parteciperanno, tra gli altri, Cesare Damiano (capogruppo Pd Commissione del Lavoro Camera) Pietro Ichino (senatore Pd), Gianni Rossoni (assessore Occupazione e Politiche del lavoro Regione Lombardia). Io sarò relatore. Al convegno sono previsti anche interventi di rappresentanti delle parti sociali, delle agenzie per il lavoro e dei centri per l’impiego. Si affronteranno temi come la flessibilità, l’innovazione, l’imprenditorialità, i settori su cui puntare per ideare nuovi servizi.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 5/10/2012 alle 22:34
L’obiettivo è quello di riprendere in considerazione il concetto di mobilità e di politiche attive, perché la formazione rischia spesso di essere molto generica e poco efficace. È anche emerso che la regione Lombardia ha pochi strumenti per affrontare queste crisi aziendali e questo anche perché mancano linee di politiche industriali. In queste condizioni è difficile incentivare le aziende a rimanere in Lombardia ed è da qui che bisogna ripartire.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 27/9/2012 alle 16:45
Audizioni e convegni per il lavoro e l'impresa. Sta per iniziare una nuova fase di ascolto degli interlocutori che, a vario titolo, fanno parte del mondo del lavoro e dell'impresa lombarda (con focus sul settore manifatturiero). Questo per affrontare insieme la crisi e definire cosa si può fare di concreto per far ripartire l'economia.
Commenti dei lettori: 9 commenti
inserito il 23/9/2012 alle 13:33
Riscoprire il valore che hanno le risorse naturali è il primo passo da fare in un mondo contrassegnato dalla povertà di materie prime. Eppure le aziende agricole rimaste in provincia di Varese sono 1872, il 52,3% rispetto a 20 anni fa. Altre rischiano di chiudere. La scomparsa degli agricoltori comporta anche la contrazione della superficie “verde”, che nella provincia si è ridotta del 30,18% in 20 anni, passando da 18.914 ettari del 1990 ai 30.207 del 2010.
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 12/9/2012 alle 15:56
Ogni giorno ci troviamo davanti a chiusure o ristrutturazioni aziendali che con gli ammortizzatori sociali riducono l’occupazione. I licenziamenti proseguono a migliaia e in Lombardia si sono persi 100.000 posti. E l’articolo 18 non c’entra niente. Ieri un Comitato nazionale ha depositato dei quesiti referendari per abrogare le modifiche introdotte con la riforma Fornero all'articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Questa mossa, secondo me, costituisce un errore.
Commenti dei lettori: 5 commenti
inserito il 11/9/2012 alle 17:54
Sono molto preoccupato per le dimissioni di Bruno Soresina, amministratore delegato di Pedemontana: non vorrei che fossero fondate le voci che vedrebbero nella difficile situazione finanziaria il reale motivo della sua decisione.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 4/9/2012 alle 15:21
Ieri abbiamo iniziato la discussione sulle misure contenute dalla legge sulla competitività sviluppate lo scorso anno e che continuano anche nel 2012. I risultati delle misure servono per valutare, nel corso del 2012, gli interventi da sostenere o da riformulare. Purtroppo la giunta non ci ha fornito tutti i dati necessari: si ragiona ancora sulla capacità di spendere piuttosto che su quella di raggiungere gli obiettivi, che in questo caso devono essere legati al numero di nuovi occupati, di nuove imprese e di aziende che si rafforzano.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 2/9/2012 alle 15:33
In Italia ci sono 3 milioni di disoccupati e circa 3 milioni di lavoratori precari. Nel secondo trimestre di quest’anno gli occupati, tra i 15 e i 34 anni, sono diminuiti di quasi un milione e mezzo di unità (-1.457.000) rispetto allo stesso periodo del 2007. Passando da 7 milioni 333 mila a 5 milioni 876 mila (il crollo è del 19,9%). Questi dati, sommati all’aumento della cassa integrazione ordinaria e in deroga e alle centinaia di crisi aziendali in corso, non ci fanno dormire sonni tranquilli.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 29/8/2012 alle 15:49
Su quasi 400 provvedimenti attuativi, in questi mesi, ne sono stati adottati solo 40. Un problema, quello dell’incapacità di dare seguito alle leggi, tutto italiano. Ne ha parlato anche Mario Monti in un’intervista al Sole24ore.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 27/8/2012 alle 17:04
Servizi pubblici, produttività, equità sociale, spending review, dismissioni del patrimonio, giovani. Le misure per la crescita studiate dal Governo si raggruppano sotto una serie di capitoli, temi su cui bisogna intervenire in modo molto deciso e puntuale. Il tempo a disposizione è molto poco. Crescita e occupazione sono prioritarie insieme all’equilibrio di bilancio pubblico. La sfida è quella di riuscire a crescere senza aumentare il debito.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 22/8/2012 alle 14:55
La paura di perdere il lavoro conduce allo stakanovismo: un fenomeno che porta sì qualche vantaggio dal punto di vista economico, ma sopratutto un aumento dello stress e una distribuzione poco equa della forza lavoro. Chi ha un impiego tende a lavorare sempre di più, chi non lo ha rischia di restare disoccupato. L'agenda delle misure per la crescita deve considerare questo cambiamento e delineare un contesto più sereno, che tenga conto della necessità di avere un impiego rispettando la salute.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 20/8/2012 alle 15:04
Questo agosto è iniziato con la preoccupazione di una forte speculazione finanziaria. Ma l'Italia si è rimboccata le maniche e ha provveduto varando un piano di contenimento della spesa pubblica e recuperando la stima a livello europeo. Come ha precisato Monti, “un anno fa ci sentivamo meno in difficoltà, ma forse lo eravamo di più”.
Tags: ottimismo, crisi, Monti, speculazione     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 5/8/2012 alle 13:39
Una volta con uno stipendio medio si riusciva a portare la famiglia in villeggiatura per un mese intero. Adesso invece gli italiani rinunciano alle vacanze (o le riducono moltissimo). Lo dimostra il mancato esodo di questo primo fine settimana di agosto. Il Corriere della Sera riporta che sei italiani su dieci restano a casa. Federalberghi parla di un calo devastante. “Resto a Roma” del Verdone d'epoca diventa l'hit dell'estate. Le vendite dei saldi crollano del 9%.
Tags: saldi, vacanze, esodo, ferie     Categoria: Persone, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 1/8/2012 alle 20:47
Oggi una bella notizia: il Governo ha accettato le modifiche portate in Parlamento. Nella sostanza: si è evitato il taglio e le conseguenti manovre straordinarie, come l'aumento delle tariffe e la riduzione delle corse.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 26/7/2012 alle 18:32
In queste ore, in Senato, il maxi emendamento alla spending review sta modificando la ripartizione delle risorse. Tutto lascia pensare che le ferrovie verranno escluse dai tagli. Questo per evitare pesanti ricadute sulla viabilità, sull’inquinamento e nelle tasche dei cittadini. Bisognerà aspettare le prossime ore per vedere se sarà approvata la modifica. Ma se così fosse, sarebbe un risultato importante della nostra iniziativa.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 24/7/2012 alle 19:23
Risanare l'economia reale, trovare posti di lavoro, agevolare l'impresa che produce significa anche ricostruire alcuni principi. Come quello di correttezza, che è indispensabile in ogni parte del mondo.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 23/7/2012 alle 19:03
Altro che vacanze, agosto sarà un mese difficile. I giorni solitamente dedicati al riposo quest’anno saranno all’insegna del lavoro intenso. In agenda la tenuta finanziaria e le ricadute della cosiddetta spending review sui nostri servizi.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 17/7/2012 alle 17:28
Oggi in Consiglio Regionale abbiamo discusso di Expo 2015, dell'avanzamento dei lavori infrastrutturali, delle attività sul tema dell'evento "nutrire il pianeta, energia per la vita". I litigi avvenuti negli scorsi anni fra la giunta di Milano e la Regione (Moratti e Formigoni ambedue di centrodestra) sulle aree che ospitano la rassegna pesano ancora per i ritardi che hanno fatto accumulare.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 15/7/2012 alle 20:00
Il Pd è il primo partito italiano, deve comportarsi di conseguenza, con l'obiettivo di far uscire il nostro paese dalla crisi. Con pazienza, lavoro e determinazione. Senza presunzione, slogan urlati e protagonismi.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 12/7/2012 alle 17:52
E’ in corso il confronto con il Governo sui tagli previsti sui finanziamenti per il servizio ferroviario regionale. Il taglio nazionale ammonta a circa 700 milioni di euro e avrebbe ripercussioni sulla Lombardia per circa 120 milioni di euro, con pesanti ricadute sul sistema ferroviario regionale.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 9/7/2012 alle 19:05
In Consiglio Regionale stiamo discutendo il rendiconto 2011 e il bilancio di assestamento 2012. La proposta di spending review incide già sul bilancio 2012, in particolare sulla sanità e sui trasporti che sono le due principali voci di bilancio della Regione.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 4/7/2012 alle 20:41
In questi giorni si sta parlando di spending review, espressione con la quale si indica quel processo teso ad analizzare i problemi e indicare le vie per ridurre sprechi e costi. Per non ripetere gli errori del governo Berlusconi – ovvero per evitare di effettuare tagli con l'accetta che andrebbero a danneggiare i cittadini con i redditi più bassi - occorre mantenere criteri di equità e fare scelte che non aumentino la pressione tariffaria.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 27/6/2012 alle 20:32
Oggi sono stato al convegno organizzato dal CNA Con all'ordine del giorno l'apprendistato, che diventerà il principale canale di inserimento nel mondo del lavoro per i giovani.
Tags: apprendistato, lavoro, giovani, neet     Categoria: Persone, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 26/6/2012 alle 19:53
In vista del prossimo vertice europeo, il Parlamento sta discutendo la nuova legge sul lavoro. L'applicazione della norma prevede un monitoraggio attendo sia della legge, sia delle sue ricadute. Tutto calato nel nuovo contesto, dove le situazioni di lavoro sono molto peggiorate.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 18/6/2012 alle 17:30
Una settimana in meno di ferie per aumentare la produttività del Paese. E’ la proposta che Gianfranco Polillo, sottosegretario all’economia, ha lanciato a Roma a margine di un convegno.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 11/6/2012 alle 20:17
Oggi in commissione attività produttive abbiamo iniziato le audizioni sul settore del commercio. Abbiamo parlato della legge appena approvata, quella sulla cancellazione del divieto di svolgere le vendite promozionali un mese prima dei saldi. Una misura che abbiamo voluto fortemente per dare un po’ di ossigeno al settore. Per ora, però, si tratta di intervento temporaneo e sperimentale.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 9/6/2012 alle 11:12
Lunedì, alle 18, a Milano (a Palazzo Pirelli) si svolgerà la conferenza regionale per il lavoro.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 30/5/2012 alle 20:09
Oggi, in commissione attività produttive, con voto bipartisan, è stata approvata la proposta di legge per la sospensione del divieto di effettuare vendite promozionali prima dei saldi. Il provvedimento, che ha carattere di temporaneità, non va a modificare la legge regionale del commercio ma intende invece permettere per un anno ai commercianti di effettuare promozioni per tutta la gamma di prodotti dell’abbigliamento e della moda anche nel mese precedente i saldi. Siamo arrivati a questo perché lo strumento dei saldi, con il cambiamento dei comportamenti dei consumatori, è troppo rigido in Lombardia in un momento particolarmente difficile per gli acquisti come questo. C’è bisogno di ridare fiducia ai consumatori. Con questa iniziativa abbiamo perciò inteso sostenere i commercianti e dare impulso alle proposte di vendita. Ciò non toglie che tutta la normativa del commercio in Lombardia sia da rivedere per dare un nuovo impulso a un settore che sta vivendo un momento drammatico.
Tags: promozioni, saldi, commercio     Categoria: Economia, Lombardia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 28/5/2012 alle 19:37
Il titolo di questo post riassume l'assemblea di Univa a cui sono stato oggi. Ci troviamo in un momento complesso, in cui sono in gioco grosse trasformazioni. Ma in cui possiamo farcela insieme, in un gioco di squadra. Animati da passione, perché è nella passione che si trovano energie e idee nuove.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 18/5/2012 alle 15:34
Stiamo cominciando a fare i conti con l’imposta municipale unica. Ieri, a Varese, gli sportelli sono stati presi d’assalto in cerca di chiarezza. Gli enti locali devono dare maggiore assistenza possibile per la compilazione delle dichiarazioni e per i pagamenti. Colpisce, infatti, l’incertezza che si è creata, sia sul valore globale delle entrate, sia sulle aliquote che i cittadini dovranno pagare. I sindaci sono pronti a manifestare dal momento che, secondo i calcoli di Fondazione dell'Anci per la finanza locale, ai comuni rischiano di arrivare addirittura 2,5 miliardi in meno rispetto a quanto incassavano con la vecchia Ici.
Tags: Imu, ICI, aliquote, finanza locale     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 14/5/2012 alle 19:54
L'Ict è uno dei settori lombardi in crisi ma anche con maggior possibilità di crescita. Le notizie però non sono buone. Il tavolo di confronto costituito sul settore è partito a metà febbraio e da allora non si è più riunito. Sono assenti le organizzazioni imprenditoriali e non è stato avviato alcun confronto per esaminare un possibile scenario di evoluzione.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 12/5/2012 alle 10:53
Il 2012 sarà un anno difficile perché la manovra finanziaria di risanamento di bilancio si somma alla recessione internazionale. I problemi che si originano dalla mancanza del lavoro e dalla diminuzione del potere di acquisto sono quelli che devono essere seguiti con maggiore attenzione.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 9/5/2012 alle 17:24
Una buona notizia, che è anche un segnale del cambiamento in atto in Italia. Sono stati sbloccati i ristorni dei frontalieri: in pratica, è stato dato ordine di pagamento in favore dell’Italia. Si è arrivati a questo traguardo perché Italia e Svizzera hanno aperto un dialogo per affrontare i diversi temi finanziari e fiscali. Forse anche per il ridimensionamento di spinte e forze che, a più riprese, negli scorsi mesi avevano dimostrato vicinanza alla lega ticinese, principale responsabile della decisione di bloccare metà dei ristorni.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 2/5/2012 alle 20:07
“Non basterà poco tempo per la crescita in Italia”. L’intervento di Monti, oltre che alla gravità della situazione italiana, mi fa pensare a tre cose. La prima è che bisogna dire le cose come stanno: non porta giovamento a nessuno raccontare frottole perché i nodi vengono al pettine. Secondo: per mettere a posto le cose ci vuole del tempo; non si può pensare di risolvere in qualche settimana problemi che giacciono irrisolti da decenni. Terzo: invece che buttare i problemi in retorica e risse, serve fare le riforme.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 29/4/2012 alle 16:44
Domani il governo discuterà la cosiddetta “spending review”, un tema complesso nel quale si gioca la qualità della spesa pubblica e la lotta alle inefficienze. Il debito rispetto al prodotto interno lordo è sottocontrollo, il problema sono gli interessi sul debito pubblico.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 22/4/2012 alle 17:12
Nella consapevolezza che è necessario potenziare gli strumenti a difesa dell’agricoltura, l’altro giorno a Lodi il Pd ha tenuto un incontro dal quale sono emerse numerose proposte. Il filo conduttore è che bisogna semplificare e rendere più flessibili le leggi per farle aderire alle realtà locali. Su Varese, per esempio, un aiuto al settore dovrebbe arrivare da alcuni incentivi destinati alle zone collinari. Punto su cui continueremo a insistere.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 16/4/2012 alle 21:04
Oggi, in Qatar, Monti ha siglato una importante partnership. Ora Doha è pronta a investire in Italia. Viene spontaneo chiedersi, come mai non lo si è fatto prima? La risposta delle autorità di Doha è stata eloquente: “è stata la corruzione a scoraggiarci fino a oggi”.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 13/4/2012 alle 21:20
Il Wasabi grida vendetta. Ricordate il post del 15 febbraio, in cui parlavo del nuovo regolamento che imponeva ai ristoratori di tradurre in italiano tutti gli ingredienti presenti nel menù? Come avevamo anticipato quella legge era un pasticcio: avrebbe penalizzato anche il turismo in vista dell’Expo 2015 che verte proprio sull’alimentazione. Un altro errore della Giunta regionale e della maggioranza.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 10/4/2012 alle 15:53
Cosa sta succedendo in Regione? Ne parleremo domani, alle 17, in una diretta su www.blogdem.it. L’incontro fa parte dell’iniziativa “Sempre connessi” ideata dal Pd per parlare apertamente di tutti i temi caldi che interessano di più i cittadini.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 5/4/2012 alle 19:54
Ieri è stata approvata la legge denominata pomposamente da Formigoni “Cresci Lombardia”. In questo contesto è stato però approvato un mio emendamento che finalmente inserisce in legge la possibilità di introdurre degli incentivi per l'assunzione dei tirocinanti, che sono circa 40 mila in Lombardia e la cui assunzione è diventata un tema prioritario.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 1/4/2012 alle 18:07
Se verranno meno gli aiuti dello stato, tutti gli sforzi fatti per l'implementazione delle energie verdi potrebbero vanificarsi. Nello stesso tempo, però, l'energia verde è in parte responsabile dei rincari che si troveranno gli italiani nella bolletta. La soluzione, ovviamente, non è quella di dire addio all'eco-sostenibilità, ma di rivedere i criteri delle agevolazioni e di cancellare dalla bolletta tutti quegli oneri aggiunti che con l'energia non c'entrano nulla.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 30/3/2012 alle 17:23
E' doveroso insistere con la lotta all'evasione verso i furbi, con la consapevolezza che l'area del disagio sociale si è allargata.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 28/3/2012 alle 20:40
Oggi in commissione attività produttive abbiamo concluso l'esame del progetto di legge che Formigoni ha pomposamente denominato “Cresci Lombardia”. Obbiettivamente il risultato sembra molto modesto. Sono state annunciate misure che avrebbero dovuto stimolare l'innovazione, ma che alla fine altro non sono che una testimonianza d’impotenza, una sorta di falsa propaganda.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 25/3/2012 alle 20:47
Bisogna abbassare la pressione fiscale perché il prezzo della benzina sta salendo in maniera vertiginosa, cosa che ha un grande impatto su inflazione e stile di vita. Fare il pieno costa 14 euro in più rispetto al 2011 (il rincaro è del 18%), inutile dire che tutte le altre spese devono essere pesantemente ridotte, dando l’ennesimo colpo all’economia italiana. Il primo settore a patire è quello del turismo.
Tags: Carburanti, turismo, economia, pasqua     Categoria: Persone, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 23/3/2012 alle 19:26
E’ vero, nel passato non sempre siamo stati efficaci. Ma in questo momento ce la stiamo davvero mettendo tutta sui temi del lavoro. Il nostro sforzo è quello di guardare ai contenuti delle leggi, senza rimanere ancorati a pregiudizi o a vecchi modi di pensare.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 21/3/2012 alle 20:20
Ieri si è conclusa la prima parte del confronto sui temi del lavoro fra Governo e parti sociali. Quello a cui si è giunti non è un vero e proprio accordo, ma piuttosto un documento di principi che dovrà ispirare la definizione delle misure legislative, nonché degli impegni finanziari e programmatici.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 19/3/2012 alle 21:09
Queste sono ore molto importanti perché il confronto nazionale sui temi del lavoro sta entrando nel vivo. L'incontro fra governo e sindacati di questa sera è cruciale per individuare una soluzione condivisa. Mi auguro la si trovi, perché la crisi necessita di essere affrontata con coesione.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 11/3/2012 alle 16:35
Domani riprende il confronto nazionale sulle “politiche del lavoro” fra Governo e parti sociali. In agenda ci sono tutte le questioni più importanti come l’ingresso nel mercato di lavoro, la flessibilità, il precariato, gli ammortizzatori sociali, la cassa integrazione e la ricollocazione. Nelle stesse ore, in Regione, in commissione attività produttive, affronteremo un tema spinoso, quello del regolamento del tirocinio.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 3/3/2012 alle 17:43
Per la prima volta dallo scorso agosto il rendimento dei Btp a 10 anni è sceso sotto la soglia psicologica del 5%. Ieri il divario tra i titoli italiani e quelli tedeschi è sceso a 308 punti, il livello più basso negli ultimi sei mesi. Ci sono voluti 192 giorni per recuperare, ma ora abbiamo quasi raggiunto i “bonos” spagnoli arrivati a 300 punti.
Tags: spread, divario, bonos spagnoli, economia     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 1/3/2012 alle 20:39
Continuano le audizioni sul progetto di legge denominato "cresci Lombardia" che contiene varie misure per stimolare lo sviluppo economico. A mio parere si tratta di misure eclettiche, che poco possono fare per dare una vera spinta alla nostra economia. Come ho scritto due giorni fa nel post intitolato “Come crescere?”, il progetto di legge non avrà particolari ricadute sul nostro tessuto economico per la dispersione delle norme e per la mancanza di soluzioni innovative. Inoltre non c’è nulla che vada incontro alle reali necessità del territorio. Per colmare questa mancanza, oggi è continuato il nostro appello alle forze imprenditoriali e ai sindacati per chiedere di presentare iniziative autonome volte a promuovere investimenti e occupazione. La giunta regionale sembra però voler seguire un indirizzo centralista. Come se, invece di sostenere le iniziative che provengono dal basso, voglia imporre la propria visione senza valorizzare le forze positive presenti in Lombardia. Altro che sussidiarietà!
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 29/2/2012 alle 20:56
Oggi sono iniziate le audizioni sul progetto di legge riguardante le misure proposte dalla Giunta Regionale sull’innovazione e lo sviluppo, quelle raggruppate sotto il pomposo titolo di “cresci Lombardia”.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 27/2/2012 alle 20:32
Sorridono gli operai tedeschi a fine mese, quando si trovano in busta paga 1800 euro. Fanno invece una smorfia gli operai italiani davanti a 1000-1200 euro (se va bene). In Italia gli stipendi medi sono tra i più bassi d'Europa. Sono più bassi di quelli della Grecia e più alti solo di Malta, Slovacchia, Slovenia e Portogallo.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 26/2/2012 alle 19:45
Era l'11 dicembre scorso quando, in un post dal titolo “Carte, pagamenti e servizi”, avevo parlato dell'imminente aumento delle transazioni di denaro automatizzate e della conseguente necessità di ridurre i costi per i servizi bancari, specialmente per i pensionati a minor reddito. Oggi, a poco più di due mesi di distanza, vediamo che le banche non hanno accettato la sfida di differenziare i servizi e i costi per gli utenti.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 20/2/2012 alle 18:38
Oggi, in commissione attività produttive, è iniziato l’iter di discussione del progetto di legge che pomposamente è stato definito “misure per la crescita, lo sviluppo e l’occupazione”.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 17/2/2012 alle 09:22
Il governo sta lavorando sul tema della flessibilità in entrata e uscita dal mercato del lavoro. L’idea di fondo è quella di sviluppare una maggiore attenzione nei confronti del singolo lavoratore, che verrebbe accompagnato attraverso esperienze lavorative diverse con il sostegno di ammortizzatori e politiche attive. Un po’ come avviene in Germania, dove la disoccupazione è inferiore alla nostra. Si tratta di una trasformazione che favorirebbe anche l'occupazione giovanile. Buono l'inizio della discussione sulle tipologie contrattuali, da sviluppare quella sulla riforma degli ammortizzatori sociali, ambedue sembrano questioni su cui l'accordo con le parti sociali sembrerebbe essere molto vicino. Resta da trovare una visione comune sull’articolo 18, sul suo perimetro di applicazione e sui tempi di applicazione. Ma ho trovato incoraggiante il modo con cui è stata impostato il confronto. E' positivo che il Governo abbia presentato idee partendo a ragionare su come sconfiggere la precarietà.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 15/2/2012 alle 17:54
La legge discussa ieri in Regione propone di inserire nelle informazioni commerciali solo termini stranieri il cui significato è noto. Peccato che una cosa del genere potrebbe portare a situazioni al limite del ridicolo, specialmente in un momento storico come questo, caratterizzato dalla circolazione di merci, persone, prodotti e idee.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 13/2/2012 alle 20:16
Penso che sia importante che l’Europa aiuti la Grecia, è giusto richiedere riforme, ma non si può umiliare i greci con misure insostenibili.
Tags: Grecia, Bot, Fiducia,     Categoria: Persone, Economia
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 10/2/2012 alle 17:01
La visita di Monti a Obama si presta a molte letture che io reputo positive. Rappresenta, per prima cosa, la ripresa di autorevolezza del nostro Paese. Ne sentivamo la mancanza dopo tutte le gaffe per cui eravamo diventati famosi a livello internazionale. Nello stesso tempo Monti ha voluto mandare all’Europa un messaggio chiaro. Ha precisato che l’Italia è pronta a mettere a disposizione risorse per la crescita e che guarda in modo solido allo sviluppo, ma che ha bisogno di uno slancio maggiore da parte dell’Europa e ulteriori investimenti.
Tags: Mario Monti, Europa, Usa, Obama     Categoria: Persone, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 2/2/2012 alle 18:55
Si sta discutendo molto sulla dichiarazione di Monti sulla monotonia della vita lavorativa di chi ha un posto fisso. In questo momento, con la difficile condizione occupazionale che dobbiamo fronteggiare, meno dichiarazioni che portano a fraintendimenti si fanno meglio è.
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 1/2/2012 alle 22:03
Ottimismo sui mercati: oggi fin dal mattino le principali borse europee sono state in rialzo. Il differenziale tra Btp e Bund tedeschi è calato nettamente rispetto a ieri (417 punti base), chiudendo a quota 383. Questo è un segnale positivo. Monti sta tranquillizzando il paese, cosa che Berlusconi ed il suo governo non erano in grado di fare.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 26/1/2012 alle 19:23
La distanza tra i redditi più elevati e quelli bassi è aumentata. Di conseguenza, gli italiani che percepiscono un salario più basso stanno mettendo mano ai propri risparmi. Se i salari non sono sufficienti bisogna agire riducendo la fiscalità sul lavoro.
Tags: salario, fisco, lavoro, reddito     Categoria: Idee e proposte, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 25/1/2012 alle 20:12
Il ministro Elsa Fornero sta preparando una riforma sul lavoro che riguarda le tipologie contrattuali, la formazione e l’apprendistato, la flessibilità, gli ammortizzatori sociali e i servizi per il lavoro. Tra le novità emerse dalle parti sociali ci sarebbero il contratto unico, il ricorso alla flessibilità più caro e una stretta sull'utilizzo della cassa integrazione. Ma proprio su quest'ultimo argomento i sindacati non sono d’accordo. Fino a questo momento il contributo per gli ammortizzatori sociali – nello specifico per la cassa ordinaria, straordinaria e in deroga – è stato importante. Ora la crisi è arrivata a un punto molto critico e urge un confronto che deve portare a una soluzione. Penso che le priorità debbano essere tre: i giovani, le donne e gli over 50 messi in difficoltà dalla riforma pensionistica.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 21/1/2012 alle 17:22
Il pacchetto liberalizzazioni costituisce un primo passo in avanti nell’economia e nella società italiana, che darà più opportunità ai giovani e favorirà la concorrenza. Monti ha dato un indirizzo e ha messo le basi per il cambiamento. Adesso, a livello locale, sta a noi creare gli strumenti per far si che questa vera e propria “rivoluzione” si compia nel modo più positivo possibile.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 7/1/2012 alle 19:02
Oggi Monti ha ripreso un concetto importante : occorre cercare di ridurre al minimo quanto richiesto ai cittadini sia per gli adempimenti amministrativi che per il carico fiscale. Per questo motivo l'evasione fiscale colpisce tutti ed e' diventato uno dei fattori che impediscono il nostro sviluppo.
Tags: fisco     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 28/12/2011 alle 17:42
Bene la discesa dei tassi sui bot. Il rendimento dei titoli a sei mesi crolla dal 6,504% di fine novembre al 3,251%. Sono soldi risparmiati per consentire una maggiore attenzione al lavoro.
Tags: lavoro, Titoli di Stato, Bot, tassi     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 22/12/2011 alle 20:02
Il presidio di oggi di CGIL-CISL-UIL è stata una manifestazione simbolica, che si è svolta prima di Natale proprio per sottolineare la difficoltà che sta affrontando il mondo del lavoro.
Tags: occupazione, Natale, lavoro, presidio     Categoria: Economia, Persone
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 21/12/2011 alle 18:20
Terminato l’incontro tra Governo e Regioni sul tema del trasporto pubblico. Siamo soddisfatti: anche grazie ai nostri interventi non saranno aumentate le tariffe per i pendolari.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 20/12/2011 alle 17:47
Il governo Berlusconi ci ha lasciato con una mancanza di risorse attorno ai 140 milioni di euro (15% in meno rispetto all’anno precedente). Sarà importante ridurre il taglio per evitare aumenti tariffari.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 18/12/2011 alle 16:28
Lunedì, alle 21, a Milano, alla Casa della cultura di via Borgogna 3, il Pd lombardo e il Gruppo consigliere del Pd della regione, in collaborazione con i Giovani democratici della Lombardia, hanno organizzato un seminario dal titolo “creare opportunità di lavoro per i giovani in Lombardia”.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 16/12/2011 alle 20:37
Oggi si è svolto il tavolo territoriale della provincia di Varese. All’ordine del giorno la situazione economica. E’ emerso che come il resto di Italia anche la nostra provincia presenta, dal secondo semestre del 2011, molte criticità. Da settembre 2011 è cambiato l’andamento, con l’accentuarsi di problemi aziendali e conseguentemente con una pressione sempre maggiore sui dati occupazionali. Da settembre, non a caso, si sono registrate richieste di riduzione per circa 2000 posti di lavoro.
Tags: lavoro, occupazione, sostegno, confronto     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 14/12/2011 alle 20:18
Reputo positivi i cambiamenti portati al testo del maxiemendamento. Monti ha tenuto conto delle modifiche proposte dal Pd. Mi riferisco in particolare al contributo di solidarietà del 15% sulle pensioni d'oro (superiori ai 200mila euro annuali) e allo sconto sull'Imu per le famiglie con figli sotto i 26 anni. Si tratta di una detrazione maggiorata di euro 50 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, purché residente nella prima casa.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 12/12/2011 alle 19:46
Le parole, gli slogan, gli striscioni di chi è sceso in piazza testimoniano un disagio comprensibile di fronte a una manovra molto pesante, dettata dall’emergenza che stiamo attraversando. Sarà importante confrontarsi, riunendo periodicamente un tavolo di verifica che dovrà pronunciarsi nelle prossime settimane sui temi del mercato del lavoro e della riforma degli ammortizzatmercato.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 9/12/2011 alle 21:29
E’ vero, non si è raggiunto l’obiettivo di un accordo unico europeo. Ma l’incontro di Bruxelles si è concluso ottenendo una posizione comune tra i Paesi membri della zona Euro, che hanno formalizzato un pacchetto che prevede regole fiscali più stringenti. Un passo avanti che ha rilanciato l’ottimismo degli investitori e che ha fatto registrare un progresso a piazza Affari. Se la borsa aumenta e lo spread diminuisce si stabilizza la situazione sui mercati finanziari. Adesso, mantenendo i capisaldi della manovra, andrebbero introdotte alcune modifiche che la renderebbero più equa. La prima riguarda l’innalzamento della soglia per il riconoscimento dell'inflazione per le pensioni fino ai 1500 euro. La seconda dovrebbe aumentare la detrazione (ora di 200 euro) sull’Ici per la prima casa, cosa che andrebbe a vantaggio di chi vive in un immobile di non ampie dimensioni.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 8/12/2011 alle 00:07
Il vertice di domani può essere un buon punto di partenza per rispondere alla crisi finanziaria e trovare il modo di moltiplicare i nostri sforzi per rilanciare l'economia, sostenendo gli investimenti e la creazione di posti di lavoro. L'obiettivo è quello di rafforzare la governance economica europea. Facciamo in modo che si vada nella direzione giusta, non perdiamo l'ennesima occasione. Partecipanti al vertice, non deludete gli europei.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 6/12/2011 alle 17:35
Con l’approvazione della manovra ed i passi successivi bisognerà intervenire su : la mancata indicizzazione delle pensioni alzando la soglia di 936 euro, il rafforzamento della lotta all’evasione fiscale con la tracciabilità dei pagamenti a 500 euro e l’estensione delle detrazioni (sull’esempio del 55% sulle ristrutturazioni), sugli over55 che devono essere seguiti e coperti durante il periodo che porta al trattamento previdenziale, sulla copertura previdenziale per i giovani. Come devono essere rafforzate ad ogni livello (regionale e locale) le misure previste dal Governo per favorire l’occupazione giovanile e femminile.
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 4/12/2011 alle 17:39
Alla vigilia delle misure varate da Monti, pur ammettendo la condizione economica difficile, le ristrettezze e i punti da migliorare, mi sembra di vedere qualche traccia di miglioramento rispetto alla manovra precedente da 54 miliardi di euro.
Tags: Mario Monti, evasione, fisco, sviluppo     Categoria: Economia, Persone
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 4/12/2011 alle 15:40
Dobbiamo costruire uno scenario credibile in cui l'Europa svolga una funzione internazionale e sia capace di limitare il mondo della speculazione finanziaria.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 2/12/2011 alle 15:09
I risultati dell’analisi presentata ieri all’osservatorio economico della camera di commercio di Varese ribadiscono l’emergenza lavoro per i giovani. Ormai siamo in una situazione di enorme criticità e occorrono misure nuove e incisive.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 28/11/2011 alle 17:05
Sabato, a Monza, durante la conferenza nazionale per il lavoro autonomo e la micro e piccola impresa organizzata dal Partito Democratico, ci siamo confrontati su temi attinenti il lavoro autonomo, le politiche fiscali, gli incentivi, le semplificazioni burocratiche da attuare, la riduzione ed il rispetto dei tempi di pagamento. Questa mattina, poi, ci siamo messi a lavorare sul progetto che prevede di rafforzare il collegamento ferroviario diretto tra Crema e Milano. Riconosco che stiamo vivendo in un periodo segnato dalla sfiducia, ma questi esempi mostrano che la politica può essere propositiva.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 25/11/2011 alle 14:22
Continua il lavoro che ci vede impegnati sia nella discussione del progetto di legge che riguarda i trasporti, che in un’iniziativa politica per evitare i tagli di 142 milioni di euro inferti al settore. Tagli che, come ho ribadito nel post precedente, sono inaccettabili.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 23/11/2011 alle 17:01
La crisi economica si fa sentire nelle tasche degli italiani. Si è verificata, infatti, una forte riduzione del risparmio mensile delle famiglie italiane. Lo dice la Fondazione Censis, secondo cui, nel 2011 rispetto al 2010, il risparmio medio mensile per famiglia è passato da 620 a 420 euro, con una contrazione del 32% circa. Quali saranno le conseguenze sui nostri atteggiamenti? Si avvierà un circuito vizioso di ansia che impedirà di guardare al futuro?
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 22/11/2011 alle 20:24
Oggi, in commissione territorio e infrastrutture, si è discusso il bilancio preventivo del 2012. Come prevedibile, è stata ufficializzata una situazione difficile per quanto riguarda il trasporto pubblico locale e il servizio regionale ferroviario. Le ferrovie lombarde, allo stato attuale, vedono contratti coperti per 392 milioni di euro e si sono viste ridurre le risorse di circa 142 milioni di euro. Questo a causa dei tagli del governo Berlusconi.
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 21/11/2011 alle 17:35
Per il prossimo anno è previsto un taglio di 400 milioni di euro che si somma ai tagli strutturali dei due anni precedenti di un miliardo e cento milioni. In questi due anni la capacità autonoma di spesa si è ridotta del 25%.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 18/11/2011 alle 17:06
Domani, al Pirellone, si svolgerà la conferenza regionale sulla piccola impresa. E’ uno degli ultimi appuntamenti in previsione della Conferenza nazionale per il lavoro autonomo e la piccola e micro impresa che si svolgerà il 26 novembre a Monza. Mentre si forma un governo di emergenza è importante ribadire la priorità e il sostegno alla forza produttiva delle imprese. Il partito democratico in prima persona se ne farà carico.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 17/11/2011 alle 18:45
Finalmente possiamo dire finito il governo di Berlusconi. Un governo che ha portato l’Italia sul bordo del baratro, a un passo da una rovinosa caduta. Un governo di cui continueremo a pagare gli strascichi. Io penso che a questo punto dobbiamo avere fiducia in Monti e nella sua squadra. Ci dobbiamo augurare che riesca a risanare il paese con trasparenza. Ne abbiamo tutti bisogno.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 12/11/2011 alle 22:24
Berlusconi si è dimesso dopo 1284 giorni. Si è chiusa la fase del Governo che ha portato il nostro paese sull'orlo della crisi finanziaria, che ha aumentato tasse e tariffe e che ha portato alla riduzione del pil. Certo ciò che ho visto fare da Formigoni, che ha risposto alle contestazioni davanti a palazzo Grazioli facendo le corna e alzando il dito medio, non testimonia una grande saldezza di nervi. Diciamo che è l’esatto opposto di ciò di cui abbiamo bisogno per riguadagnare la stima in Europa.
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 9/11/2011 alle 17:34
Siamo nel bel mezzo di una tempesta finanziaria, con spread tra Btp e Bund salito a un livello record. La borsa italiana ha registrato una preoccupante flessione e il nostro Paese è in balia del vento, come una nave al cui timone non c’è nessuno. In un momento come questo, invece, servirebbe avere un “capitano” in grado di dare una direzione al Paese. Altrimenti il rischio è quello di affondare.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 5/11/2011 alle 17:02
Oggi il Partito democratico ha tenuto una grande manifestazione nazionale in piazza San Giovanni a Roma. In questi giorni si sono effettuati e si faranno anche altri tanti incontri parlando delle proposte del PD. Oggi è stato un appuntamento dall’alto valore simbolico. L’intento è quello di riunire tutti coloro che hanno a cuore il futuro del Paese per avviare insieme una ricostruzione democratica, sociale ed economica dell`Italia. I partecipanti sono stati tantissimi da tutta l’Italia. Una festa di popolo, di cittadini, di associazioni impegnate nella società.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 2/11/2011 alle 18:14
Le pmi hanno sempre avuto difficoltà nell'accesso al credito. La difficile situazione economica attuale non fa che peggiorare la situazione e si traduce anche nella impossibilità di investire in innovazione e formazione. Se ne parlerà domani – giovedì 3 novembre - , alle 21, al De Filippi di Varese, nel corso di un dibattito dal titolo: “accesso al credito della micro e piccola impresa della provincia di Varese, analisi e prospettive”.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 1/11/2011 alle 21:06
In questa fase in cui è precario l’equilibrio economico e finanziario dell’Italia non sono più ammesse sottovaluzioni, leggerezze, discorsi sul nulla.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 31/10/2011 alle 19:44
Oggi, in Regione, si è tenuta la commissione attività produttive. Ci siamo incontrati con una rappresentanza dell’Oto Melara di Brescia per esaminare la loro situazione aziendale. Successivamente abbiamo continuato la discussione del progetto di legge sulla rete di distribuzione dei carburanti in Lombardia, con particolare riguardo per il gas metano e il gpl.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 29/10/2011 alle 19:12
Proprio nei giorni in cui il Ministero ribadisce la necessità di conservare il posto di lavoro anche nel caso di caduta della produzione, come si è fatto in Italia e in Germania in questi ultimi tre anni, arriva la notizia che Whirlpool Corporation ha intenzione di contrarre la forza lavoro in Nord America e in Europa. In totale si parla di 5.000 licenziamenti.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 28/10/2011 alle 18:55
La piccola impresa manifatturiera oggi a mala pena riesce a resistere, sommersa com’è da tasse e oneri burocratici e dalla competizione. Da qui l’esigenza di pensare a nuovi strumenti, come l’aggregazione delle imprese e i contratti di rete che possano potenziare le capacita' ed opportunita' imprenditoriali.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 25/10/2011 alle 20:26
Oggi il Consiglio regionale ha approvato un documento importante proposto dall’opposizione a sostegno dello sviluppo economico per aggredire la grave crisi che sul piano occupazionale colpisce centinaia di lavoratori.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 20/10/2011 alle 21:27
I lavoratori della Inda di Caravate che continuano la protesta salendo anche sul tetto dell’azienda sono uno dei simboli delle aziende manifatturiere lombarde in crisi. I dati sulle imprese in difficoltà sono in aumento in tutta la Lombardia.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 9/10/2011 alle 19:39
Per quanto riguarda l'agricoltura, l'obiettivo della Regione è confermare il budget di questi 7 anni, ovvero 4 miliardi e 600 milioni. Fondi che vanno divisi tra 50 mila aziende lombarde. Purtroppo, in dipendenza di diversi fattori tra cui l’entrata di nuovi paesi nella Comunità Europea, quest’anno ci si prospetta un ulteriore diminuzione del 15 %. Nella nostra zona, inoltre, si avverte la necessità di avere uno strumento a sostegno dell’agricoltura prealpina. L’attenzione deve essere alta. L’agricoltura non solo costituisce un presidio sul nostro territorio, ma è una spinta per coltivare stili di vita positivi e sani. Salvaguardarla è un’occasione che non possiamo perdere.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 7/10/2011 alle 16:56
Domani pomeriggio, al Collegio De Filippi di via Brambilla, si terrà il convegno organizzato dal Partito Democratico «conciliazione famiglia-lavoro: chi l’ha vista?». Alle 15 interverrò sul tema: «L’occupazione femminile come leva per lo sviluppo economico e sociale del territorio».
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 4/10/2011 alle 17:45
La disponibilità di credito per le imprese torna ad essere un problema e le associazioni delle imprese artigiane hanno lanciato un chiaro messaggio. I tassi di interesse hanno avuto un rialzo medio dal 3,5 al 4,5 percento. Di conseguenza le aziende sopportano un aggravio di costi. Per esempio quelle varesine pagano 465 euro in più dall'inizio dell'anno. Da gennaio a settembre il sistema delle imprese italiane ha speso due miliardi in più sui prestiti erogati dalle banche per l'aumento degli interessi. In questo contesto è importante sostenere i consorzi Fidi, ma è necessario intervenire per contenere i tassi bancari.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 30/9/2011 alle 19:11
Continuo a chiedere al Governo di elaborare misure per lo sviluppo. Il perché è chiaro. A settembre l'inflazione è salita oltre il previsto, superando il 3% tendenziale e attestandosi sui livelli più alti degli ultimi tre anni. Il dato risente del passaggio dell'Iva dal 20 al 21%. Di conseguenza il potere d'acquisto è in calo (-0,3% nel periodo, al netto dell'inflazione) e le famiglie tagliano un po' su tutto, anche sul cibo.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 27/9/2011 alle 21:11
Volevamo limitare l'impatto della manovra nazionale sul bilancio regionale e sulle politiche sociali. Purtroppo le nostre proposte, formalizzate anche dopo l'incontro con le parti sociali, non sono state per ora accolte. Ma abbiamo appena iniziato una lunga stagione che ci porterà ancora a confrontarci nelle prossime settimane con la maggioranza. Per uscire dalla crisi e dalla morte del federalismo.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 26/9/2011 alle 20:35
Oggi il Gruppo regionale del Pd ha organizzato un incontro a Milano, a palazzo Pirelli, per elaborare una strategia anti-crisi che riesca a garantire lavoro e servizi ai cittadini. Le proposte emerse, alcune delle quali già presentate in Regione, verranno sottoposte domani al vaglio dell'aula consigliare, durante la seduta straordinaria chiesta dal nostro gruppo, che affronterà proprio i temi della crisi economica. In pratica, le nostre idee vogliono dare indicazioni su come superare le difficoltà derivate dalle misure del Governo riguardanti il trasporto pubblico locale, la sanità, il welfare e i comuni.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 23/9/2011 alle 07:49
Oggi visiterò Ediltek, la fiera dell’edilizia dedicata agli operatori del settore, che sarà a Malpensafiere fino a domenica. E’ un appuntamento che quest’anno guardo con particolare interesse vista le difficoltà del settore e la crisi economica. La domanda che si pongono tutti è: può l’edilizia aiutarci in questo momento storico? E se si, a quale prezzo? Come coniugare un mercato da sempre trainante come quello dell'edilizia con la tutela dell’ambiente e la qualità della vita ? Quali vincoli porre al settore, come arginare il fenomeno della speculazione, come incrementare le energie green?
Tags: crisi, edilizia, fiera, Ediltek     Categoria: Idee e proposte, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 19/9/2011 alle 19:56
Oggi è stato registrato un aumento di 1,4 centesimi per la benzina verde, di 1,3 per il diesel e di 0,5 per il Gpl. L'aumento dell'Iva dal 20% al 21% ha avuto un effetto immediato – ma ingiustificato - sui prezzi dei carburanti.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 15/9/2011 alle 20:26
Oggi, con una conferenza stampa e un volantinaggio alla stazione centrale di Milano, abbiamo aperto la campagna per dire no ai tagli al trasporto pubblico locale.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 14/9/2011 alle 18:40
Oggi è stata approvata la manovra correttiva dei conti pubblici. Una finanziaria che taglia 1,2 miliardi di euro per il trasporto pubblico. Invito dunque i parlamentare lombardi di Pdl e Lega a partecipare a un pubblico dibattito nelle stazioni ferroviarie. In questo modo potranno spiegare per quale motivo, per salvare le casse dello Stato, si debba arrivare a tagliare un treno su due, peraltro dopo aver eliminato già gran parte delle risorse.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 13/9/2011 alle 21:27
Se i tagli contenuti nell'ultima versione della manovra dovessero essere confermati, un treno su due non potrà più circolare in Lombardia. Le previsioni di Giuseppe Biesuz, amministratore delegato di Trenord, sono terrificanti e fanno pensare a un vero e proprio massacro per i pendolari. Anche per il personale la situazione è critica: si prospetta una riduzione di 1.500 dipendenti delle ferrovie. Bisogna assolutamente bloccare questo provvedimento. Dobbiamo protestare tutti insieme contro le misure del governo che colpiscono servizi essenziali e già interessati da pesanti aumenti nel 2011.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 12/9/2011 alle 17:28
Primo giorno di scuola. Come ogni anno si torna a parlare di tagli, di servizi che saltano, di docenti precari (uno su otto in provincia di Varese). Ma c’è un altro tema che ci accompagna sempre, da una decina di anni a questa parte. Un tema trasversale all’orientamento del governo, alla finanziaria, al momento storico che stiamo vivendo. Quello del peso delle cartelle e degli zaini. Veri e propri macigni, tanto è vero che ultimamente i ragazzi usano il trolley per non caricare troppo la colonna vertebrale.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 8/9/2011 alle 16:38
La manovra finanziaria da 54 miliardi di euro che è passata ieri in Senato è la più pesante della storia italiana, dal 1990.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 6/9/2011 alle 17:38
Rosso in piazza, con la Cgil che si è riunita per protestare contro la manovra. Rosso in piazza affari: la Borsa di Milano ha ancora perso. I messaggi che ha lanciato il Pd sono per il dialogo con tutte le parti sociali. La ricerca di una soluzione per uscire dalla difficoltà testimonia la nostra cultura di ricerca dell'interesse nazionale. Non perdiamola.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 5/9/2011 alle 18:48
Domani sarò a Varese, in piazza con la Cgil, dimostrando quanto sia importante opporsi alle scelte che sta compiendo il Governo. Scelte che noi del Pd giudichiamo inique perché ricadono su chi già paga le tasse, senza dare nessun aiuto allo sviluppo del Paese, senza favorire le attività economiche e l’occupazione.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 3/9/2011 alle 15:40
In questi giorni si stanno rafforzando le voci che sostengono l’inizio di una nuova fase di recessione economica. I dati che arrivano dagli USA hanno accentuato le preoccupazioni. Le scelte compiute anche in Europa hanno indebolito le possibilità di riprendere la crescita. Per noi occorrerebbe il “miracolo” di “salvare” il Paese, facendolo rientrare il debito avviando una ripresa. In questo contesto la manovra finanziaria nazionale rischia di trascinarci ancora di più nella recessione. E questo perché non prevede interventi certi (dopo settimane di confusione), non contiene misure strutturali per favorire le attività e l’occupazione. In pratica, la manovra mette goffamente una pezza (dopo tre anni di governo in cui si è negata la gravità della situazione) invece di pianificare qualche intervento per “risanare” il Paese dalle fondamenta, e farlo crescere. Ormai siamo in molti a sostenere questa tesi. L’intervento di oggi del Presidente Napolitano punta a evidenziare la drammaticità del momento e la necessità di guardare al futuro, finalmente con la consapevolezza adeguata ad un cambiamento storico. Non è sicuramente all’altezza dei suoi compiti un Governo pasticciato e una maggioranza molto debole. I nostri interlocutori ci chiedono affidabilità e serietà. Garantiamole.
Tags: finanza, Usa, recessione economica, manovra     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 31/8/2011 alle 17:00
Oggi, grazie alle proteste giustificate ed al vizio di probabile incostituzionalità, è arrivato il dietro-front sulle pensioni. Salta così, fortunatamente, il provvedimento ingiusto che prevedeva il mancato riscatto degli anni della laurea e del servizio militare. Si torna quindi a ipotizzare un aumento dell'Iva e del contributo di solidarietà.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 30/8/2011 alle 20:41
I ritocchi alla manovra regalano continue (sgradite) sorprese. E’ di oggi la notizia che «verrà mantenuto l’attuale regime previdenziale già previsto per coloro che abbiano maturato quarant’anni di contributi con esclusione dei periodi relativi al percorso di laurea e al servizio militare». In pratica: i mesi di servizio militare o civile non contano più un fico secco ai fini dell’età pensionabile.
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 17/8/2011 alle 11:15
Fatta la manovra, si scopre che è difficilmente applicabile. Un esempio “varesino” sono i 23 comuni con meno di 1000 abitanti che non possono essere accorpati perché mancano i requisiti.
Tags: 1000 abitanti, Comuni, manovra     Categoria: Economia, Persone
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 13/8/2011 alle 18:25
Due manovre approvate in poche settimane sono decisamente troppe, tanto più se la seconda segue di pochi giorni la prima ed è stata raffazzonata in extremis per andare a parare una situazione difficile aggravata dagli errori del governo compiuti negli scorsi tre anni.
Tags: manovra, Sindacati, semplificazione     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 10/8/2011 alle 20:45
Sangue freddo di fronte alla crisi. I dati di oggi sono drammatici per le borse, in particolare per i titoli bancari. Il Ftse Mib lascia il 6,65%, mentre l'Ftse Italia All Share cede il 6,07% a 15.398 punti. In ribasso anche l'Ftse Star, che lascia il 2,12% a quota 9.436 punti. Le voci sul declassamento del debito della Francia, poi smentite, hanno aggravato il clima. L'incontro di oggi fra parti sociali e Governo non ha dato frutti concreti. Le indicazioni sono ancora generiche e si andrà a settimana prossima. Quando, tra il 16 e il 18 agosto, ci sarà un consiglio dei ministri per varare un decreto legge con le misure anti-crisi richieste all'Italia dalla Banca centrale europea. Unico punto fermo: il ministro dell'Economia Giulio Tremonti ha confermato l'obiettivo di anticipare di un anno, al 2013, il pareggio di bilancio. Sarà dunque necessario ristrutturare la manovra approvata a luglio. Per farlo, i principi indicati dalle parti sociali sono: rigore, equità, semplificazione istituzionale e riduzione dei costi della politica, tranciabilità dei pagamenti e lotta all'evasione e all'elusione fiscale, intervenendo anche con una tassazione significativa sui grandi patrimoni. Un concetto deve essere chiaro: non devono pagare ancora i soliti e la povera gente.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 8/8/2011 alle 17:07
Pioggia, freddo, nuvole. Vento, temporali e la colonnina di mercurio che a stento supera i 26 gradi. Purtroppo però non sono solo i capricci del meteo a rendere questo agosto “da brivido”. Più di tutto ci si mette la situazione economica, con Piazza Affari che precipita verso il basso, in picchiata quanto il termometro. E paghiamo le previsioni (sbagliate) del nostro Governo.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 4/8/2011 alle 20:23
Il governo ha rimandato a settembre il confronto con le parti sociali, dimostrando di non comprendere le urgenze sia sui temi dello sviluppo, che sugli obiettivi di risanamento dell'economia del Paese. Il tema fondamentale dell'incontro di oggi era come riprendere lo sviluppo. Rimandare significa rischiare di perdere la disponibilità delle parti sociali. Un rischio da scongiurare soprattutto in questo momento difficile. Pensiamo a come la speculazione internazionale si sta accanendo per il crollo delle borse, in particolare quella di Milano. Oggi, poi, abbiamo assistito alle vendite borsistiche che hanno riguardato tutti i principali titoli italiani testimoniando un problema di credibilità del nostro sistema. Anche il differenziale tra buoni del tesoro e bund tedeschi è tornato sopra i 390 punti. Il governo sbaglia a voler lanciare messaggi rassegnati invece di reagire, come suggeriscono le parti sociali e l'opposizione. Pensare una strategia di sviluppo è fondamentale per rendere credibile la possibilità di rientrare dal debito: in Italia il rapporto tra debito e prodotto interno lordo è del 120%. Sarebbe quindi doveroso lanciare messaggi chiari subito, raccogliendo tutte le disponibilità che sono state offerte.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 3/8/2011 alle 20:32
Il parlamento oggi ha dato un segnale positivo accorciando le ferie e decidendo di riprendere i lavori prima della fine del mese. Un messaggio lanciato grazie al PD che ha proposto un anticipo sia nella conferenza dei capigruppo di ieri mattina, sia in assemblea, mentre si svolgevano le votazioni sul bilancio interno a Montecitorio. Deludente, invece, il discorso del premier. Non ha dato nessun segnale di discontinuità rispetto al passato. Ha rassicurato sulla solidità della politica e dell'economia dell'Italia e sulla manovra economica: non ha dunque fatto alcuna proposta concreta per aiutare il nostro Paese a rimettersi in pista. Di questo passo anche il confronto con le parti sociali – previsto per domani e dopodomani - si preannuncia come un nulla di fatto. Berlusconi dovrebbe fare un passo indietro, perché così facendo non si risolve alcun problema, anzi.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 1/8/2011 alle 19:46
L'accordo Usa sul debito ha influenzato i mercati, ma negativamente. La speculazione ha colpito l’Europa e in particolare chi è visto più debole e instabile. A questo punto bisogna urgentemente riunirsi - governo, opposizione e forze economiche del Paese - per trovare delle soluzioni affinché la situazione dei mercati non si abbatta ancora di più sull’Italia. Bisogna mettere da parte gli antagonismi e occorre dare chiari segnali di discontinuità per rassicurare. Non si può rimanere indifferenti e non fare nulla di fronte a mercati in subbuglio, che stanno influenzando la condizione attuale e il futuro degli italiani. Servono, oltre a misure per favorire la solidità finanziaria e la ripresa economica, anche chiari messaggi di determinazione e consistenza politica. E bisogna fare in fretta.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 29/7/2011 alle 18:36
La lunga lista delle cose che non vanno in Italia fa pensare che siamo proprio in alto mare. I giornali di questi giorni sembrano un bollettino di guerra. Prima di tutto i titoli di stato, con costi record per il tesoro. Tra sbandate, rialzi sulle aste, discese di Piazza Affari, sembra di stare su una nave in una giornata di tempesta.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 27/7/2011 alle 14:16
Anche se ci sono stati timidi segnali di ripresa nel sistema produttivo lombardo, la disoccupazione al termine del 2010 si è attestata al 5,1%, il tasso di occupazione è sceso al 65%, il settore industriale ha perso il 5,1% e quello edile è sceso del 7,7%. Il restringimento della base occupazionale ha colpito in modo particolare la componente femminile, con un calo del 3,2% rispetto allo 0,4% di quello maschile. Il Consiglio Regionale ha approvato una proposta del PD di cui sono stato primo firmatario che indica le priorità di intervento nei prossimi mesi.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 25/7/2011 alle 21:39
Del debito Usa si discute da mesi in maniera approfondita, anche con opinioni molto diverse tra il presidente Obama e i parlamentari. In Italia invece, dove abbiamo una conflittualità politica molto elevata, in pochissimi giorni é stata definita e votata la finanziaria con posizioni molto diversificate e con il nostro voto contrario. Si tratta di una stranezza, a pensarci. Meno nebulosi sono gli effetti: noi rimaniamo con l’acqua alla gola e sull’Italia si ripercuote anche la crisi del debito americano.
Tags: debito, Usa, Italia, mercati finanziari     Categoria: Persone, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 21/7/2011 alle 15:37
Ahimè, saranno i redditi medi e bassi quelli che faranno risparmiare allo stato la maggior parte della manovra finanziaria. La legislazione ora in vigore prevede detrazioni relative al coniuge e figli a carico inversamente proporzionali al reddito: fare a meno di questa agevolazione significa colpire le famiglie più numerose e meno abbienti.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 18/7/2011 alle 16:20
Domani, martedì 19 luglio, alle 13.30, in diretta web su BlogDem (www.blogdem.it) si svolgerà un mini-convegno sui trasporti.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 17/7/2011 alle 19:10
Il Governo ha adottato una manovra pesante. E questo dopo aver passato anni a dire che la situazione era tranquilla, che saremmo usciti dalla crisi senza sforzo. Ma era un castello costruito sulla sabbia, destinato a sgretolarsi, a mostrare la sua assenza di fondamenta.
Tags: servizi, tasse, manovra     Categoria: Economia, Persone
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 12/7/2011 alle 19:04
Ieri ho preso il treno alle 18.49 da Cadorna, in quella che è stata una vera e propria serata di “passione” per i pendolari. Caldo, afa e ritardi hanno dato luogo a un clima generalizzato di malcontento. Come se non bastasse, sono previsti ulteriori aumenti delle tariffe: nel mese di agosto un rincaro del 10%. Il Pd si sta opponendo con una campagna ad hoc (vedi il post “Trasporto pubblico: da agosto +23% rispetto a inizio anno” pubblicato sul mio blog il 6 luglio scorso).
Tags: treni, rincari, ritardi, Pendolari     Categoria: Economia, Persone
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 11/7/2011 alle 14:41
Nel mese di giugno in Lombardia continua il trend di aprile e maggio che vede diminuire le richieste di CIG. Ma Varese fa eccezione. Se in Lombardia si contano 16.801.642 ore contro 19.211.967 ore, con una diminuzione complessiva del -12,5%, Varese spicca tra le province lombarde per un +50,7%.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 9/7/2011 alle 16:21
Continuano gli appuntamenti alla festa democratica lombarda, in corso alla Schiranna fino al 18 luglio. Questa sera, alle 21, si parlerà di lavoro e impresa. Due temi che sono al centro dell’agenda del Pd.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 7/7/2011 alle 22:03
Dice bene il Corriere della Sera, usando il paragone “della pizza”. Negli ultimi dodici mesi diecimila euro investiti in Bot avrebbero maturato interesse per due pizze (circa 25 euro). Nel 2012, la pizza rischia di diventare una (10 euro). Nel 2013, potrebbe scomparire del tutto dal piatto. Rischia, infatti, di duplicare l’imposta sui titoli. Con Bot per 10 mila euro, il rendimento si ridurrebbe a 10 euro all’anno.
Tags: Bot, ticket, manovra, imposte     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: 4 commenti
inserito il 6/7/2011 alle 20:28
Questa mattina in Giunta regionale è stato approvato un ulteriore aumento del 9,09% delle tariffe del trasporto pubblico regionale. Un aumento che segue quello del 12% applicato per decisione della Giunta a partire da febbraio. Un rincaro del 23% non era mai avvenuto prima nella storia del trasporto pubblico regionale. Ricadrà su tutti gli utenti, senza che vi sia alcun miglioramento del servizio. Nel caso del trasporto su gomma e urbano si prevede una riduzione significativa delle corse in molte città lombarde. Siamo molto preoccupati anche per gli ulteriori tagli che il governo potrebbe effettuare nel 2012.
Commenti dei lettori: 4 commenti
inserito il 29/6/2011 alle 15:43
Ieri è stato siglato un uovo accordo tra Confindustria, Cgil, Cisl, Uil e Ugl sulla rappresentanza sindacale e l'esigibilità dei contratti. Si puo' aprire una nuova fase nelle relazioni sociali. Il PD anche nella Conferenza nazionale sul lavoro di Genova ha manifestato l'esigenza di arrivare a un nuovo accordo, superando le divisioni degli ultimi anni. Le parti sociali lanciano un messaggio positivo che va raccolto. I punti fondamentali sono le rappresentanze nei luoghi di lavoro, il referendum dei lavoratori e la deroga al contratto nazionale.
Tags: Cgil, CISL, uil, confindustria     Categoria: Idee e proposte, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 28/6/2011 alle 15:34
Riprendendo un tema che si affronta spesso, ma a cui difficilmente si dà seguito, con il gruppo del PD ho presentato una proposta di legge regionale finalizzata a ridurre e ridefinire in modo corretto il trattamento complessivo dei consiglieri regionali. Si tratta di una proposta aperta alla discussione di tutti i gruppi consigliari.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 21/6/2011 alle 18:55
Serve un cambio di rotta rispetto al passato. Fino ad oggi si è pensato al presente, senza guardare a come si vivrà nei prossimi venti-trenta anni. Si è fatto pochissimo per evitare che le giovani costituissero di fatto una generazione che guarda al futuro con pessimismo.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 20/6/2011 alle 17:03
La sfida per far ripartire l’Italia si può riassumere in due parole: sviluppo ed equilibrio finanziario.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 17/6/2011 alle 14:39
L’emergenza disoccupazione e precarietà non è solo una conseguenza della crisi, ma il risultato di cambiamento epocale. Temi quali la mancanza di posti di lavoro, il basso livello di occupazione femminile, la difficoltà dei giovani a inserirsi, devono essere affrontati con un riequilibrio tra i diritti del lavoro, la dimensione dell’efficienza produttiva e le regole di mercato. Se ne parlerà a Genova oggi e domani, nella Conferenza nazionale per il lavoro.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 14/6/2011 alle 19:30
Le notizie di queste ore riguardanti la manovra finanziaria confermano la delicatezza della situazione economica. Mentre si sta parlando di tagli e aumento delle imposte le notizie di Roma evidenziano come ci debba essere fortissima lotta contro chi agisce rubando, eludendo ed evadendo. Non sono piccoli evasori che hanno attività ai margini della sussistenza, ma organizzati circoli con traffici esteri. Ci sono persone che danneggiano la ricchezza collettiva ai fini di un arricchimento personale, pilotando bancarotte, riciclando denaro, trasferendo all’estero società. Tali episodi di bancarotta finiscono per ricadere sui lavoratori delle varie società coinvolte, sui fornitori, sui creditori e alla fine sui contribuenti. Episodi come quello di Roma ci dicono che la battaglia deve essere condotta con fermezza, l’onestà deve prevalere.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 9/6/2011 alle 15:38
Dopo tante parole arriva uno studio di Confindustria che presenta la reale situazione delle imprese manifatturiere italiane. Spero che i dati costringano tutti a confrontarsi su come reagire e sugli strumenti di sostegno da adottare.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 7/6/2011 alle 21:13
Ieri in Regione la commissione attività produttive ha svolto un lavoro di esame del comparto moda tessile ed abbigliamento. È emerso che nel 2009 il settore ha perso il 20% di fatturato. Nel 2011 si sta avendo una ripresa, ma si sono perse centinaia di imprese. Un danno pazzesco se pensiamo che Milano è nota nel mondo per la creatività degli stilisti, tanto da ospitare appuntamenti internazionali come Parigi e New York.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 4/6/2011 alle 17:20
E' iniziato il dibattito che accompagna l’iniziativa del Pd Nazionale per discutere sul territorio il documento redatto sulla base delle proposte approvate dall’Assemblea Nazionale nel maggio 2010.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 24/5/2011 alle 11:18
L’Osservatorio di Demos-Coop ha realizzato un’interessante analisi riguardo alla classe sociale percepita dagli italiani. Un sondaggio volto a capire se le persone si collocano nella classe operaia, tra i ceti popolari o nel ceto medio. Il 48% del campione nazionale dice di sentirsi parte della “classe operaia” (39%) oppure della “classe popolare” (9%). Il 43% si posiziona nel “ceto medio”. Solo il 6%, infine, si definisce “borghesia” o “classe dirigente”.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 22/5/2011 alle 16:16
Italia a rischio di rientro dal debito? L'agenzia Standard & Poor's ha ridotto la valutazione sulla possibilità dell’Italia di riportare i conti a posto nei prossimi anni. Al di là delle polemiche sulle società di rating di cui si è parlato in questi giorni sui giornali, è bene porre attenzione sulle priorità economiche fondamentali per il nostro Paese.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 15/5/2011 alle 14:40
Crescita zero per l’Italia. L’economia italiana segna il +0,1% nel primo trimestre 2011. Un gap enorme ci separa dalla Germania, che segna il + 1,5%. L’Italia cresce meno anche dell’Europa, che segna il +0,8%. Dov’è il Governo? Perché continua a dimostrarsi assente? Avevo già sottolineato il problema della lentissima crescita lombarda. Non si può perdere altro tempo.
Tags: credito, crescita economica, Pil, Italia     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 12/5/2011 alle 17:46
Tasse in busta paga: purtroppo l’Italia scala la classifica Ocse (organizzazione cooperazione e lo sviluppo economici) e si situa al quinto posto per tassazione sugli stipendi e al 22esimo per livello dei salari a parità di potere d'acquisto. Occorre diminuire la pressione fiscale per il mondo del lavoro italiano. Occorre riprendere il percorso di riduzione del cosiddetto cuneo fiscale sul lavoro iniziato nel 2007 ed interrotto dal governo Berlusconi.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 10/5/2011 alle 16:22
Oggi Rete Imprese Italia, l’organizzazione delle Pmi che associa le imprese del commercio, artigianato e servizi, compie un anno. Una ricorrenza che invita a tracciare bilanci e a porsi nuovi traguardi. Il primo dato è che Rete Imprese a livello nazionale, affianco al governo, ai sindacati e a Confindustria, è diventata un quarto ente decisivo per il confronto. Un risultato positivo al quale si accompagnano, però, tante partite ancora aperte e sfide non giocate fino in fondo. Pensiamo alla burocrazia che costa decine di migliaia di euro ogni anno alle imprese italiane.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 6/5/2011 alle 17:57
Questa mattina ci sono stati due eventi importanti che sollecitano il dibattito sul lavoro, sull’economia e sul nostro futuro: la manifestazione in piazza della Cgil e la giornata dell’economia della Camera di Commercio, dal titolo “Il Bisogno di Guardare Oltre”. La distanza, non solo fisica, fra i due eventi era molto ridotta perché ho trovato preoccupazioni comuni. Una visione condivisa sul futuro è fondamentale. Costruiamola.
Tags: uil, CISL, Cgil, camera di commercio     Categoria: Economia, Persone
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 4/5/2011 alle 19:10
Ieri, in Unioncamere, a Milano, sono stati presentati i dati congiunturali dell’industria e dell’artigianato. E’ emerso che in Lombardia è in corso una lentissima ripresa. Il 2011, infatti, si apre con mezzo punto di crescita rispetto al trimestre precedente. Di segno “+”, ma contenuto, anche il dato sul fatturato per industria e artigianato che segna un + 1,3%, mentre va decisamente meglio il fatturato estero su base annua con una crescita di + 4,3%. Non si può perdere altro tempo. La Regione deve intervenire semplificando l’accesso ai fondi disponibili per le imprese, sostenendo il credito, semplificando l’amministrazione, riducendo il carico fiscale, indirizzando le scelte di politica industriale e riuscendo ad attrarre investimenti esteri.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 22/4/2011 alle 16:49
Fa ancora discutere, per l’incoerenza con l’azione di Governo, l’intervento del Ministro Tremonti in cui ha dichiarato che bisogna muoversi per semplificare le attività di controllo sulle imprese e che sta lavorando in tal senso. Peccato che i fatti vadano nella direzione opposta, anche nella nostra provincia.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 21/4/2011 alle 16:37
Tremonti ha poi lanciato una proposta finalizzata a ridurre il controllo sulle imprese, dicendo che ci avrebbe già iniziato a lavorare. Peccato che sono anni che si continua a parlare di questi temi, senza che mai si arrivi ad un dunque. Anzi l’attuale Governo aumenta la pressione fiscale e le misure che avrebbero dovuto aiutare le imprese non sono state attivate.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 20/4/2011 alle 16:55
Trasparenza delle informazioni e possibilità di scegliere vanno di pari passo per un sistema moderno ed accessibile.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 14/4/2011 alle 19:17
Domani (venerdì 15 aprile), alle 21, nella sala consiliare del comune di Malnate di via De Mohr, si svolgerà una tavola rotonda dal titolo “Il valore del lavoro italiano in Svizzera: un’alleanza contro la crisi”. Il Pd e' l'unico partito che ha promosso un Forum interprovinciale sul lavoro e l'economia transfrontaliera.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 12/4/2011 alle 14:42
Lo Stato taglia le risorse, di conseguenza, per far quadrare i conti, si aumentando sempre di più le tariffe per servizi, acqua potabile, trasporti, rifiuti ed energia elettrica.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 10/4/2011 alle 17:53
“L’Italia è ancora una Repubblica fondata sul lavoro?”. Questo è il titolo del dibattito che si svolgerà domani sera a Fagnano Olona (l’appuntamento è alle 20.45 alla scuola media di piazza A. Di Dio). Io e Pietro Ichino, senatore del Pd e docente universitario in diritto del lavoro, ci interrogheremo su come dare un nuovo slancio al mercato del lavoro.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 7/4/2011 alle 18:26
Si è verificato il primo aumento del tasso Bce dal 2008.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 31/3/2011 alle 17:17
Due aneddoti che illustrano come il turismo italiano, a volte, non riesca a fornire i servizi più semplici.
Tags: turismo     Categoria: Economia, Infrastrutture, Lombardia
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 29/3/2011 alle 18:43
Nato per snellire le procedure per le aziende, lo Suap è rimasto vittima di quegli ingranaggi burocratici che avrebbe dovuto semplificare ed ha subito l'incapacità dei vari livelli di governo nazionale e regionale di coordinarsi.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 23/3/2011 alle 19:35
Il Consiglio dei Ministri ha dato via libera al decreto legge contenente misure a difesa delle imprese italiane e contro le scalate straniere nei settori strategicamente rilevanti. Peccato che si sia mosso molto tardi, confermando una preoccupante confusione di idee sui temi riguardanti le politiche industriali.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 16/3/2011 alle 18:42
Per le relazioni fra impresa e lavoro dipendente continuano gli esempi che fanno della nostra provincia un modello. Oggi è stato siglato un accordo territoriale tra l’Unione degli Industriali della provincia di Varese e i sindacati Cgil, Cisl e Uil. Questa intesa, che durerà per tutto il 2011, consente alle imprese del varesotto associate a Confindustria di detassare le parti di salario dei lavoratori che favoriscono la produttività e la competitività aziendale. Si tratta di una delle prime applicazioni del patto siglato a livello nazionale finalizzato a dare agevolazioni fiscali sia ai dipendenti che ai lavoratori atipici.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 15/3/2011 alle 17:54
I beni culturali e la famiglia sono due elementi che caratterizzano fortemente il nostro Paese. La dimissione di queste ore di Andrea Carandini (presidente del consiglio superiore dei beni culturali) e quella ventilata da Carlo Giovanardi (sottosegretario alla presidenza del Consiglio) dimostrano che siamo arrivati ad un momento critico, oltre al quale è impossibile andare senza far decadere le nostre possibilità di rilancio.
Tags: famiglia, cultura, rilancio, welfare     Categoria: Persone, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 14/3/2011 alle 20:57
E’ iniziato, in Regione, il percorso volto a definire degli strumenti di sostegno per i titolari di partita Iva, per i professionisti e per i lavoratori che hanno un contratto di collaborazione. Vi terrò aggiornati sui risultati.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 6/3/2011 alle 18:46
Il tasso di occupazione femminile della provincia di Varese, nel 2009, è stato pari al 51,76%. Nel 2008 era del 55,63%. Un dato troppo basso, come quello regionale e nazionale. Una percentuale che risente della crisi e di difficoltà strutturali e culturali aggravatesi in questi anni. Il Governo ha peggiorato la situazione annullando gli incentivi all’imprenditoria ed all’occupazione femminile e cancellando le politiche sociali che aiutano a conciliare lavoro ed impegni di cura.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 2/3/2011 alle 19:18
Sono 3.732 i residenti in provincia di Varese che si sono laureati nel 2008, solo il 60% ha trovato lavoro dopo un anno di ricerca. E di questi, il 50% ha un contratto a tempo determinato. La bassa percentuale di laureati occupati dopo un anno non sorprende: nel 2008 siamo entrati in un periodo di crisi. Invito però a riflettere sul tipo di contratto che ha ottenuto chi è riuscito a superare le selezioni: nel 50% dei casi si tratta di contratti a termine, con un aumento dei tirocini e delle collaborazioni. Chi è occupato, dunque, rimane per lungo tempo precario.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 28/2/2011 alle 23:00
Non sono soddisfatto dell’esito della commissione Attività Produttive di oggi. Andrea Gibelli, assessore e vicepresidente, non ha risposto alle domande relative allo sportello unico Suap che dovrebbe avviarsi a marzo. Non sono chiare le procedure tra i vari enti per avviare, trasformare e gestire l’impresa, ancora manca il pacchetto software che dovrebbe permettere la gestione telematica del dialogo tra imprese e pubbliche amministrazioni. C'é il rischio di rendere ancora più complesso l’accesso ai servizi da parte delle imprese.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 18/2/2011 alle 09:04
La multiculturalità e la globalizzazione portano occasioni di sviluppo, ma anche di cambiamento nel mondo del lavoro. Curioso osservare che nei call center italiani si sta verificando lo stesso fenomeno accaduto negli Usa e in Gran Bretagna. Ovvero che, dall’altra parte della cornetta, a parlare in italiano ci siano stranieri.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 16/2/2011 alle 19:48
Serve una politica orientata allo sviluppo, la mancanza di proposte del Governo per le imprese ed il lavoro continua a preoccupare ed è una delle cause della nostra fiacca ripresa.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 9/2/2011 alle 20:29
La crisi è pesante e la ripresa fatica ad intravvedersi, ma Varese cerca di reagire. Vi è una grande necessità di avere misure a sostegno del lavoro. Oggi Berlusconi, dopo aver ammesso che l'attività ha subito un arresto a causa delle vicissitudini della maggioranza, ha presentato più parole che efficaci provvedimenti a sostegno dell'economia. parole...parole... Solo parole
Tags: crisi, varese, michele graglia, univa     Categoria: Economia, Persone
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 5/2/2011 alle 17:14
La benzina, a gennaio, è aumentata del 3,5% su base mensile e dell'11,3% su base annua. Il gasolio ha avuto un rialzo del 4% in un mese e del 15,7% in un anno. Questa situazione ci deve spingere ad investire di più nelle energie green per ridurre le importazioni di combustibili fossili. Il primo passo deve essere il risparmio energetico.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 4/2/2011 alle 16:20
Sono perfettamente d’accordo con il Presidente Giorgio Napolitano che ieri ha comunicato al presidente del Consiglio di non poter ricevere, a garanzia della legittimità di un provvedimento di così grande rilevanza, il decreto legislativo in materia di federalismo fiscale municipale approvato ieri dal governo.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 2/2/2011 alle 16:24
Per il prossimo futuro le nostre imprese hanno bisogno di una valutazione che tenga conto dello scenario indotto dalla crisi, dalla congiuntura ancora debole e dal persistere di problemi di liquidità. L’obiettivo è superare la criticità: serve un patto per la crescita finalizzato al riequilibrio della struttura finanziaria ed all’ampliamento dell’accesso al credito, destinato alle imprese con prospettive di crescita.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 27/1/2011 alle 20:32
In mezzo agli affari del premier, si dovrebbe trovare un po’ di spazio per parlare delle misure in scadenza, quelle delle quali nessuno conosce il destino. Mi riferisco alla «moratoria», ovvero al provvedimento preso nell’agosto 2009 come risposta alla crisi. In estrema sintesi: grazie ad un accordo con la stragrande maggioranza del sistema bancario, è stato possibile per 180 mila imprese prorogare il pagamento dei mutui e dei debiti. Ma adesso siamo arrivati al termine: il prossimo 31 gennaio la moratoria scadrà e bisognerà rimpiazzarla con un altro provvedimento.
Tags: moratoria, restiti, mutui, imprese     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 26/1/2011 alle 15:06
Sono stato nominato responsabile del Forum economia e impresa del Pd lombardo. Si tratta di uno strumento di partecipazione all’elaborazione delle proposte economiche del Pd. È un canale aperto a tutti. Chi vuole può collaborare o inviarmi suggerimenti.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 25/1/2011 alle 17:04
Per vincere il boom di cassa integrazione, la carenza di posti di lavoro e la diminuzione della ricchezza, vogliamo avanzare proposte concrete che consentano di passare dalla fase di riduzione dell’impatto della crisi tramite gli ammortizzatori sociali, a quella dell’allargamento dell’attività economica e dell’inclusione occupazionale.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 24/1/2011 alle 16:10
Oggi l'università Carlo Cattaneo – Liuc ha festeggiato il ventesimo anno accademico. Si tratta di una università nata dalle imprese, per creare i professionisti che servono alle imprese. Una realtà caratteristica nella nostra provincia, la cui presenza si somma a quella dell’università dell’Insubria a Varese che ha raggiunto la propria autonimia nel 1998.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 22/1/2011 alle 13:31
Per questi lavoratori e per i titolari di partita Iva serve una nuova rete di protezione sociale che comprenda ad esempio la maternità per le lavoratrici donne. Bisogna poi pensare una nuovo modo di fare formazione e un supporto per quanto riguarda la previdenza. Inoltre, per questi lavoratori, bisogna definire nuovi strumenti di politica attiva del lavoro. I prossimi mesi ci impegneranno nel lavoro di costruire un nuovo sistema di welfare e una nuova rete di sostegno ed opportunità.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 20/1/2011 alle 15:51
Nelle prossime settimane il PD avvierà un'iniziativa in tutta la Regione per predisporre nuovi strumenti dedicati all'occupazione giovanile, riformando la legislazione e gli incentivi attuali.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 17/1/2011 alle 19:18
In dieci anni, la Cina ha superato l’Europa come partner commerciale degli Stati Uniti. Quella cinese è un’economia che cresce a ritmi del 10 per cento (il triplo rispetto agli Usa) e secondo le previsioni diverrà la prima del mondo verso il 2020. Entro il 2018, si stima che il pil cinese sarà uguale a quello degli Usa (anche se, con 1,4 miliardi di abitanti, il pil procapite sarà molto inferiore). I dati ci dicono anche che la crescita in Cina e negli Stati Uniti è più del doppio rispetto a quella dell’Unione Europea. Soprattutto, è fondamentale osservare che il sostegno alle attività economiche in Cina e Usa è più forte di quello che ha previsto l’Europa nei prossimi anni. E che, se non si approccia in modo diverso lo sviluppo, investendo di più in innovazione e ricerca, sarà difficile sperare di entrare in competizione con questi Paesi.
Tags: Usa, Cina, Europa, summit     Categoria: Economia, Idee e proposte
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 15/1/2011 alle 13:00
Ora che la decisione è stata presa, è importante che ognuno si assuma le proprie responsabilità, il governo con politiche industriali e sociali, tutto il sistema Paese accettando la sfida della competitività e facendola diventare un obiettivo comune, senza scaricarlo sui soli lavoratori. Si sta chiedendo, infatti, una ulteriore flessibilità e un cambiamento di mentalità a persone che hanno manifestato grande coraggio, ma che hanno gli stipendi bassi. E che quindi sono l’anello più debole. E la Fiat mantenga gli impegni, non tradendo i lavoratori e chi in Italia vuole ancora fare industria.
Tags: Mirafiori, Fiat, Voto, lavoratori     Categoria: Persone, Economia
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 14/1/2011 alle 19:37
Come mai, alla fine, il cittadino deve sempre pagare di più? Mi riferisco alla nuova carta sconto benzina, che a marzo verrà sostituita dalla carta regionale dei servizi. Da dieci anni a questa parte la carta sconto costava 5,16 euro, una somma che andava pagata una volta sola, al momento della consegna. Ora, invece, il servizio costerà 1,50 euro all’anno.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 12/1/2011 alle 17:28
Oggi, alle 18.30, sarò alla triennale di Milano per vedere Lo Stato del Quinto Stato, uno spettacolo teatrale nato per illustrare il mondo di un ‘partita Iva’ a chi non lo conosce. Durante l’evento verrà presentato il “Manifesto dei lavoratori autonomi di seconda generazione” promosso dall’Associazione del terziario avanzato (Acta). L’iniziativa si afferma come un tentativo dei lavoratori delle partite IVA di far conoscere la propria condizione lavorativa e fiscale messa a dura prova nell’attuale crisi.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 10/1/2011 alle 17:07
Nel biennio 2008 - 2009 i consumi hanno fatto un balzo indietro e sono ritornati ai livelli precedenti al 1999.
Tags: crisi, occupazione, inflazione, consumi     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 7/1/2011 alle 16:30
Nel 2011 si intrecceranno i momenti di riflessione sulle memorie storiche dell'Italia con le riforme e le scelte prioritarie da intraprendere, dalle politiche economiche e del lavoro all'applicazione dei principi costituzionali. Per riprendere vigore il nostro Paese ha bisongo di far vivere nei cittadini, nel popolo, la sua storia ed il suo futuro, dal basso e in ogni comunità.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 4/1/2011 alle 12:58
Il calo dei consumi e l’aumento dell’inflazione sono una combinazione preoccupante per lo stato della nostra economia. Una spirale che deve essere fermata prima che, nel 2011, dopo due anni di crisi, vengano indebolite ulteriormente le famiglie e le imprese.
Tags: crisi, consumi, Carburanti, inflazione     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 28/12/2010 alle 12:52
Bisognerebbe lavorare per creare una cultura previdenziale: per i giovani di oggi, che andranno in pensione con il nuovo sistema contributivo, è fondamentale avere consapevolezza di ciò che devono mettere da parte. Questo anche per valutare la possibilità di stipulare una previdenza complementare, sono troppo pochi infatti i lavoratori che l’hanno avviata e la loro pensione sarà molto bassa. Il dovere di informare deve essere rispettato, come è dovuta una maggiore attenzione alle generazioni future che avranno una copertura previdenziale più bassa.
Commenti dei lettori: 4 commenti
inserito il 15/12/2010 alle 16:36
Occorre avviare efficaci politiche attive del lavoro sia riducendo il carico fiscale per i giovani dipendenti e le nuove assunzioni, che favorendo l’avvio di nuove attività. Certo che, per mettere insieme le forze con l’obiettivo di riprendere la crescita economica, occorrerebbero dei Governi ed un confronto politico che pensino solo a questi temi.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 6/12/2010 alle 15:55
Gli aumenti sono già da record. Oggi il Quotidiano Energia ha diffuso la media nazionale dei prezzi della benzina (in modalità servito): negli impianti di catena viene venduto da 1,432 euro/litro a 1,453 (livello mai toccato da settembre 2008). Le no-logo sono a 1,380. Molto più conveniente il gpl: prezzo medio si posiziona da 0,715 euro/litro a 0,693 per le no-logo.
Tags: tariffe, prezzi, inflazione, Carburanti     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 4/12/2010 alle 14:27
L’aumento del prezzo delle materie prime può alimentare la crescita dell’inflazione e l’erosione del potere d’acquisto. Attenzione.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 2/12/2010 alle 19:19
Togliere fondi al sociale - così come previsto dalla finanziaria – e abolire il 5 per mille significa davvero mettere in ginocchio il nostro Paese. L’ultima speranza, aimè vana, è rappresentata dal decreto Milleproroghe. Il Pd sta cercando di far approvare un ordine del giorno per chiedere che il provvedimento venga inserito all'interno del primo decreto legge che verrà discusso in aula.
Commenti dei lettori: 6 commenti
inserito il 22/11/2010 alle 21:30
Oggi, in Commissione, è stato approvato il bilancio previsionale per il settore delle attività produttive. Il Pd ha dato voto negativo: ci sono troppi tagli e nessuna misura efficace per aiutare le imprese lombarde e sostenerle in questo momento difficile.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 19/11/2010 alle 16:10
“Altro che ratt, senza frontalieri la Svizzera si ferma” è lo slogan della nostra contro-campagna che risponde ai manifesti shock di Balairatt, nei quali i lavori italiani erano paragonati a topastri mangia formaggio.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 13/11/2010 alle 07:51
C'è burrasca sui mercati finanziari. L'Irlanda, in crisi, potrebbe chiedere aiuto al fondo salva stati della comunità europea. La sfiducia ha travolto anche l'Italia, dove pesa l'incertezza politica del paese.
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 7/11/2010 alle 18:24
Domani, in Consiglio regionale, si terrà un seminario dal titolo: . L’iniziativa è stata promossa con l’obiettivo di fornire il quadro delle norme e degli oneri amministrativi e burocratici sulla competitività del sistema lombardo basato sulle piccole imprese. Allo stesso modo, nel seminario,si individueranno gli attori e le politiche per la semplificazione a livello regionale, indicando possibili piste di lavoro futuro.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 29/10/2010 alle 17:22
Allarmanti i dati sulla disoccupazione complessiva, che è passata dall'8,1% di agosto all'8,3% di settembre. Quella giovanile ha toccato quota 26,4%, quasi un punto e mezzo in più rispetto al mese precedente. Per quanto riguarda l'inflazione: l'indice è cresciuto del 1,7% su base annua a ottobre 2010 e dello 0,2% su base mensile. La stima provvisoria delineata dall'Istat per il 2010 in base ai livelli registrati a ottobre è dell'1,5%.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 26/10/2010 alle 15:11
L’esigenza di sostenere le piccole e medie imprese lombarde è una sfida per la penetrazione dei mercati esteri ed è una delle priorità che il nostro sistema deve supportare. Consolidare il ruolo nel mercato internazionale significa accrescere la competitività e favorire l’occupazione.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 18/10/2010 alle 20:16
Durante l’Assemblea Nazionale del Pd, che si è tenuta a MalpensaFiere tra l’8 e il 9 ottobre, è stata approvata la proposta di riforma del fisco del PD. Oggi Pier Luigi Bersani ha inviato al Ministro Tremonti il documento con le nostre proposte.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 13/10/2010 alle 14:54
La professionalità e le capacità sono un patrimonio per la nostra provincia con le ali. Occorre impegnarsi perché si faccia avanti qualche investitore disposto a rilevare la compagnia e a far ripartire l'attività. Ognuno deve fare la sua parte, per quanto mi riguarda la Regione Lombardia non può rimanere assente.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 12/10/2010 alle 15:17
Per sensibilizzare i consumatori lombardi all’uso dell’acqua pubblica, i consiglieri regionali del Pd propongono la costruzione di un distributore di acqua alla spina (ma anche di latte crudo, formaggi e yogurt) in ogni comune.
Commenti dei lettori: 4 commenti
inserito il 11/10/2010 alle 20:02
Oggi, in Regione, si è riunita la commissione lavoro. Su nostra richiesta l’assessore al lavoro Gianni Rossoni ha fatto il punto sui dati relativi all’occupazione in Lombardia. Nella nostra Regione ci sono 251mila disoccupati e 22 mila lavoratori in mobilità. Vi è un consistente aumento del ricorso alla cassa integrazione straordinaria e una riduzione di quella ordinaria. Un dato che indica come sia in atto una ristrutturazione della produzione, con la conseguente perdita dei posti di lavoro.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 7/10/2010 alle 19:08
Sono in fase di allestimento gli spazi di Malpensafiere che ospiteranno l’Assemblea Nazionale del Pd. L’attenzione è molto alta e si preannuncia una super affluenza di pubblico. Si incomincia domani alle 16. Dopo l’apertura del presidente dell’assemblea nazionale Rosy Bindi e del vicesegretario nazionale Enrico Letta, partiranno i lavori delle commissioni. Si discuterà di scuola, agricoltura, fisco, piccole e medie imprese, trasporti, mobilità, autonomie locali, federalismo e immigrazione.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 6/10/2010 alle 17:46
Mancano due giorni al via dell’Assemblea Nazionale del Pd che si terrà a MalpensaFiere l’8 e il 9 ottobre. Gli organi di stampa stanno dando rilevanza all’evento e c’è attesa per i contenuti che da Busto Arsizio verranno lanciati al Paese. L’attuale situazione politica italiana è in continua fibrillazione, motivo per cui sarà particolarmente importante il messaggio politico complessivo che emergerà dall’assemblea.
Commenti dei lettori: 4 commenti
inserito il 2/10/2010 alle 17:19
Il Pd, all'assemblea nazionale che si svolgerà l'8 e il 9 ottobre a Malpensa fiere, presenterà una riforma fiscale che prevede zero tasse sugli utili che gli imprenditori investono nella propria azienda. In questo modo si vuole favorire la ripresa economica.
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 1/10/2010 alle 15:38
L’Istat parla chiaro. La crisi economica, nel 2009, ha colpito pesantemente il nord Italia. Le regioni che hanno sofferto di più sono state Lombardia e Piemonte, dove è maggiore la produzione industriale. Noi, di conseguenza, siamo tra gli italiani che hanno pagato più caro il conto della crisi.
Commenti dei lettori: 4 commenti
inserito il 30/9/2010 alle 17:14
Era meglio non insultare, che insultare e poi chiedere scusa. Un insulto è più importante di una mozione di sfiducia: se Bossi ha chiesto scusa per non far cadere il Governo, le sue scuse valgono ancora meno. Anche per l'incoerenza di votare 500 milioni destinati alla capitale.
Commenti dei lettori: 5 commenti
inserito il 29/9/2010 alle 17:04
La campagna pubblicitaria che paragona i lavoratori frontalieri italiani ai topi è inaccettabile. Un pessimo segnale che può creare delle tensioni. Tutte le istituzioni italiane e svizzere devono evitarlo.
Commenti dei lettori: 9 commenti
inserito il 27/9/2010 alle 21:08
Oggi l’assessore ai trasporti Raffaele Cattaneo ha detto che, se i tagli saranno confermati così come vuole la manovra economica, per stare nei costi si dovrà applicare un “mix” tra la riduzione di servizi e l’aumento delle tariffe.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 25/9/2010 alle 21:22
La speranza è che, di fronte all'allarme lanciato dagli industriali e dai sindacati, si agisca con interventi concreti. Certo sarebbe necessaria una maggioranza di governo non così conciata e lontana dai temi economici del Paese.
Tags: emma marcegaglia, confindustria, Cigl, crisi     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 23/9/2010 alle 19:59
La direzione nazionale del PD oggi ha avuto un confronto molto intenso che tutti speriamo abbia posto fine a un dibattito che sembrava indebolire il partito.
Commenti dei lettori: 7 commenti
inserito il 21/9/2010 alle 21:09
La proposta di istituire una tassa universale su tutte le transazioni finanziarie rilanciata a New York nel summit “Millenium goals” é condivisibile se colpisce gli speculatori. I risparmiatori non devono essere toccati.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 20/9/2010 alle 21:32
Ancora nera la situazione lavorativa nella nostra provincia. I dati divulgati dalla Cgia di Mestre ci mettono al decimo posto per saldo negativo tra licenziati e nuovi assunti e al primo posto in Lombardia per elevato tasso di disoccupazione. Lo scenario è davvero critico. Alla fine dell’anno rimarranno a casa 4050 persone. Un dato che si ottiene facendo la differenza tra gli 8720 licenziamenti e le 4670 nuove assunzioni.
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 19/9/2010 alle 16:39
L'Expo è alle porte e, quindi, penso che sia necessario fare lo sforzo di coordinare tutte le aree fieristiche presenti in Lombardia.
Tags: expo, Schiranna, Fiere     Categoria: Idee e proposte, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 17/9/2010 alle 14:45
Giovedì scorso si è riunita la Commissione Attività Produttive. Su mia proposta abbiamo fatto il punto sugli strumenti di incentivo alle imprese della Regione, riscontrando che alcuni non hanno avuto l'esito previsto. Molti strumenti, infatti, sono stati abbandonati e i fondi rimasti inutilizzati.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 9/9/2010 alle 20:37
Le prospettive di ripresa sono incerte, così come il processo di aggiustamento dei bilanci. La crisi, quindi, non è ancora passata nonostante le rassicurazioni del governo. Bisogna tenere conto dei segnali che provengono dall'economia, della realtà di fatto e non di quella che si sogna.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 9/9/2010 alle 13:42
Le parole ambigue e inaccettabili
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 6/9/2010 alle 19:50
Occorre modificare il Piano Regionale di Sviluppo tenendo conto di una situazione regionale difficile e di una finanziaria nazionale che riduce indiscriminatamente le risorse a disposizione. Il 2011 rischia di essere l’anno peggiore per la finanza locale. Io e tutti i consiglieri regionali del Pd siamo impegnati nell’introdurre modifiche per affrontare questa situazione, ascoltando i suggerimenti che arriveranno dalle associazioni e dai cittadini. È interesse di tutti uscire dalla crisi e impegno comune trovare le soluzioni per riprendere la crescita e dare un futuro alla Lombardia e al Paese.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 16/8/2010 alle 17:05
Disoccupazione e salari fermi hanno portato Varese all’ottavo posto nella classifica delle città italiane dove le famiglie si indebitano di più. Il dato figura da un’analisi elaborata dalla CGIA di Mestre. Prima di noi ci sono Roma, Lodi, Milano, Trento, Prato, Como e Bolzano.
Tags: famiglia, mutuo, crisi, debiti     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 16/8/2010 alle 17:05
Disoccupazione e salari fermi hanno portato Varese all’ottavo posto nella classifica delle città italiane dove le famiglie si indebitano di più. Il dato figura da un’analisi elaborata dalla CGIA di Mestre. Prima di noi ci sono Roma, Lodi, Milano, Trento, Prato, Como e Bolzano.
Tags: debiti, crisi, mutuo, famiglia     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 14/8/2010 alle 14:31
C'è chi corre e chi cammina, chi esplode e chi annaspa. Sarebbe proprio il caso di dirlo: crescita Germania- crescita Italia, uno a zero. Anzi, 2,2 a 0,4.
Tags: Germania, Pil     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: 4 commenti
inserito il 8/8/2010 alle 10:16
Le “vacanze-limone” sono l'ultima tendenza dell'estate. Durano al massimo 72 ore. Sono pianificate minuto per minuto, da spremere fino all'ultima goccia. Ma c'è chi, alla super organizzazione, preferisce ancora mettersi in auto come negli anni '60 e '70, su autostrade “da bollino nero”. Un aspetto, però, accomuna le vacanze limone e quelle da bollino nero: la necessità di risparmiare.
Commenti dei lettori: 5 commenti
inserito il 6/8/2010 alle 18:56
La Giunta Regionale ha deciso un adeguamento del 2.39% delle tariffe del trasporto pubblico locale.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 6/8/2010 alle 14:20
Estate, tempo di aumenti e di tasse. Sarà colpa del solleone (quando c'è) - o forse del Governo? - ma i soldi piano piano stanno evaporando nel portafoglio dei cittadini. Scivolano via silenziosi, senza che se ne parli troppo. Senza far troppo clamore. Ecco dunque, tra fatti, presentimenti e timori, qualche voce di spesa in fase di lievitazione a cui è necessario ribellarsi.
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 22/7/2010 alle 14:38
La priorità
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 16/7/2010 alle 12:49
L'altro giorno mi sono soffermato a rileggere una relazione spedita dal presidente Formigoni a tutti i consiglieri regionali sul tema della competitività. Un capitolo in particolare vorrei discutere con voi, quello che si intitola "cruscotto delle prestazioni del sistema produttivo lombardo". Guardando le lancette della grafica dei cruscotti viene spontaneo immaginare la Lombardia come un'automobile. Mi è venuto in mente un bel diesel. Uno di quei modelli che, anche se spingi tanto sull'acceleratore, mantiene sempre la stessa velocità. Ma poi mi venuto un dubbio: magari la Lombardia è più simile ad una Ferrari che tiene a freno l'istinto di correre o che ha paura di rovinare il motore sul terreno accidentato dalla crisi e dal cambiamento.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 10/7/2010 alle 14:01
Siamo arrivati a toglierci il pane di bocca. Il rapporto Istat del 5 luglio parla chiaro: erano 10 anni che i consumi delle famiglie non scendevano tanto in basso. Non si tagliano più solo gli optional, ma anche i generi prima necessità. Nello specifico, è diminuita del 3% rispetto al 2008 la spesa media per alimenti e bevande (le famiglie sono passate da 475 a 461 euro). E per il 2010, con la manovra economica, la situazione potrebbe peggiorare. Occorre quindi non far aumentare le tariffe e ridurre il carico fiscale si redditi e le pensioni.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 25/6/2010 alle 15:03
L'assenza del governo a Malpensa
Commenti dei lettori: 4 commenti
inserito il 24/6/2010 alle 14:56
Tagli e tasse
Tags: Tagli e tasse     Categoria: Economia, Lombardia
Commenti dei lettori: 6 commenti
inserito il 23/6/2010 alle 14:41
Federalismo demaniale
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 22/6/2010 alle 15:45
manovra finanziaria
Tags: manovra finanziaria     Categoria: Economia, Lombardia
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 21/6/2010 alle 16:10
Una stanca Pontida
Tags: Una stanca Pontida     Categoria: Economia, Lombardia
Commenti dei lettori: 7 commenti
inserito il 19/6/2010 alle 12:42
PD antifurbetti
Tags: PD antifurbetti     Categoria: Economia, Idee e proposte
Commenti dei lettori: 3 commenti
inserito il 18/6/2010 alle 15:25
fare risalire l'economia
Tags: economia     Categoria: Lombardia, Economia
Commenti dei lettori: 6 commenti
Archivi:
Ultimi post:
(27/12/2012 - 18:18)
(14/12/2012 - 17:23)
(12/12/2012 - 20:37)
(10/12/2012 - 17:27)
(4/12/2012 - 16:30)
(1/12/2012 - 16:41)
(30/11/2012 - 15:26)
(29/11/2012 - 15:00)
(26/11/2012 - 14:47)
Links: