Ascoltare e lavorare insieme.
Stefano Tosi   tosi@tosi.it
I post di Marzo 2011
inserito il 1/3/2011 alle 17:09
Malgrado il tentativo della Lega di boicottare i festeggiamenti, oggi in Regione abbiamo definitivamente approvato le celebrazioni del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia e lo statuto del Comitato d’intesa.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 2/3/2011 alle 19:18
Sono 3.732 i residenti in provincia di Varese che si sono laureati nel 2008, solo il 60% ha trovato lavoro dopo un anno di ricerca. E di questi, il 50% ha un contratto a tempo determinato. La bassa percentuale di laureati occupati dopo un anno non sorprende: nel 2008 siamo entrati in un periodo di crisi. Invito però a riflettere sul tipo di contratto che ha ottenuto chi è riuscito a superare le selezioni: nel 50% dei casi si tratta di contratti a termine, con un aumento dei tirocini e delle collaborazioni. Chi è occupato, dunque, rimane per lungo tempo precario.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 3/3/2011 alle 19:36
L'immigrazione continua a crescere, ma i dati che si riferiscono al 2010 (forniti dal rapporto dell'Osservatorio regionale per l'integrazione e la multietnicità presentato oggi al Pirellone) mostrano un rallentamento considerevole rispetto al passato.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 4/3/2011 alle 17:26
Il Governo non può giocare sulle risorse destinate a servizi essenziali come la sanità ed i trasporti.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 6/3/2011 alle 18:46
Il tasso di occupazione femminile della provincia di Varese, nel 2009, è stato pari al 51,76%. Nel 2008 era del 55,63%. Un dato troppo basso, come quello regionale e nazionale. Una percentuale che risente della crisi e di difficoltà strutturali e culturali aggravatesi in questi anni. Il Governo ha peggiorato la situazione annullando gli incentivi all’imprenditoria ed all’occupazione femminile e cancellando le politiche sociali che aiutano a conciliare lavoro ed impegni di cura.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 8/3/2011 alle 14:51
In provincia di Varese le donne occupate sono 164 mila. Ma il tasso di attività é ancora basso. Le donne diventano occupate con maggiore difficoltà e spesso lasciano il lavoro per l'impossibilità di conciliare gli orari dell’ufficio con quelli della famiglia. La maggior parte delle aziende ritiene che una dipendente donna e mamma, “pesi” soprattutto in termini di assenze. Bisogna spingere per una maggiore semplificazione e per il miglioramento della qualità delle politiche sociali, per un approccio culturale più dinamico. Concludo con un augurio: mamme, impiegate, professoresse, chiunque voi siate, continuate a chiedere con forza maggiori incarichi e responsabilità. C’è bisogno della vostra capacità. Buon 8 marzo.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 9/3/2011 alle 15:33
Lo avevamo denunciato per tempo. E così è stato. Prima gli aumenti del biglietto, poi i tagli delle corse. In provincia di Varese, sono saltati 185mila e 500 chilometri di corse di autobus, pari al 4% del servizio di trasporto pubblico.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 10/3/2011 alle 15:32
Lo dico da alpino: l’esercito è cambiato. Non si tratta più di una leva, ma di un corpo professionale. In questo contesto, però, gli alpini sono rimasti gli stessi. La loro forza è, ed è sempre stata, quella di trovare uno spirito comune che deriva dalla frequentazione montana a prescindere dalla rilevanza territoriale e dai dialetti. Mi sembra quindi assurda la legge proposta dalla Lega per favorire il reclutamento di volontari nei reparti degli alpini nelle regioni del nord.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 11/3/2011 alle 17:37
Oggi sono state presentate le iniziative organizzate a Varese per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. Al di là di ogni punto di vista, il programma appare serio e articolato, pensato per tutti. Auguro un bel 150esimo in modo che ognuno possa vivere la ricorrenza nel profondo, pensando a cosa questo anniversario significa e riflettendo sulla nostra storia.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 12/3/2011 alle 21:43
Oggi abbiamo festeggiato il Carnevale. Abbiamo riso, scherzato, siamo stati in allegria con i nostri cari, ma non abbiamo potuto fare a meno di pensare a quello che sta accadendo in Giappone, dove è pesantissimo il bilancio delle vittime causate dal terremoto e del successivo tsunami.
Tags: tsunami, terremoto, Giappone     Categoria: Persone
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 13/3/2011 alle 20:39
Oggi a Gazzada ho partecipato ad un incontro per celebrare il passaggio di Garibaldi con la posa di una targa. A pochi giorni dal 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia vorrei ricordare gli eroi varesini del rinascimento.
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 14/3/2011 alle 20:57
E’ iniziato, in Regione, il percorso volto a definire degli strumenti di sostegno per i titolari di partita Iva, per i professionisti e per i lavoratori che hanno un contratto di collaborazione. Vi terrò aggiornati sui risultati.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 15/3/2011 alle 17:54
I beni culturali e la famiglia sono due elementi che caratterizzano fortemente il nostro Paese. La dimissione di queste ore di Andrea Carandini (presidente del consiglio superiore dei beni culturali) e quella ventilata da Carlo Giovanardi (sottosegretario alla presidenza del Consiglio) dimostrano che siamo arrivati ad un momento critico, oltre al quale è impossibile andare senza far decadere le nostre possibilità di rilancio.
Tags: famiglia, cultura, rilancio, welfare     Categoria: Persone, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 16/3/2011 alle 18:42
Per le relazioni fra impresa e lavoro dipendente continuano gli esempi che fanno della nostra provincia un modello. Oggi è stato siglato un accordo territoriale tra l’Unione degli Industriali della provincia di Varese e i sindacati Cgil, Cisl e Uil. Questa intesa, che durerà per tutto il 2011, consente alle imprese del varesotto associate a Confindustria di detassare le parti di salario dei lavoratori che favoriscono la produttività e la competitività aziendale. Si tratta di una delle prime applicazioni del patto siglato a livello nazionale finalizzato a dare agevolazioni fiscali sia ai dipendenti che ai lavoratori atipici.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 17/3/2011 alle 08:54
Auguro a tutti di partecipare alle tantissime iniziative promosse dal basso e popolari che oggi animeranno tutta la provincia, da Luino fino a Busto Arsizio. Ci saranno cerimonie, discorsi, giochi per i bambini, rinfreschi, spettacoli teatrali. Il mio augurio è che questa ricorrenza sia un’occasione per ricordare la nostra storia e per valorizzare l’unità della gente.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 17/3/2011 alle 16:33
Nonostante il maltempo, oggi gli eventi organizzati per celebrare il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia hanno registrato una forte partecipazione. Ha vinto l’Unità. E’ stato molto bello vedere in piazza Repubblica, a Varese, tanti bimbi con in mano il Tricolore. Intenso il momento dell’alzabandiera seguito dalle note dell’Inno d’Italia. Si respirava un’atmosfera di comunanza e condivisione. Ho visto che molte abitazioni hanno voluto esporre il Tricolore, un bel segno. Il 17 marzo sta per concludersi, ma la ricostruzione della nostra storia continua per tutto il 2011 con tante iniziative che testimoniano quanto vogliamo sentirci fieri di essere italiani. Da questo comune sentire possiamo trovare la forza di sconfiggere la crisi, i tanti problemi che abbiamo, e guardare con fiducia al futuro.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 19/3/2011 alle 15:57
Mi hanno commosso le testimonianze dei 50 lavoratori di Fukushima che stanno cercando di raffreddare il combustibile nucleare, esponendosi a rischi altissimi. Nessuno ha dubbi sulla pericolosità delle radiazioni. E non si può evitare di fare un paragone con Chernobyl, tanto più che è ancora recente il ricordo dei lavoratori ucraini che nell’86 si sacrificarono volontariamente per tentare di arginare la catastrofe nucleare. Sono stati ribattezzati “Fukushima 50”: sono 50 degli 800 lavoratori dell’azienda Tepco. Cinquanta eroi. Le e-mail che hanno spedito ai famigliari sono un vero e proprio inno al coraggio. Hanno il sapore delle lettere scritte dal fronte. C’è chi fa come se nulla fosse e pensa alla imminente pensione. C’è chi chiede alla moglie di non preoccuparsi e di avere pazienza. C’è chi è conscio della sua sorte, e l’accetta. Alla paura si sommano condizioni di lavoro molto critiche e pare che anche il cibo stia scarseggiando. Quei lavoratori stanno lottando per tutti noi, samurai del nuovo mondo.
Tags: Fukushima, nucleare, eroi, samurai     Categoria: Persone
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 20/3/2011 alle 14:30
La decisione di attaccare il regime libico per difendere i civili, la cosidetta “ingerenza umanitaria”, è certamente motivata dalla risoluzione dell’ONU e dalla volontà di evitare una repressione disumana. Ma occorre sempre ricordare che non si può intervenire solo con un attacco militare per portare la pace e il rispetto dei diritti umani. Serve una politica tesa a sviluppare la cooperazione ed il reciproco rispetto nel Mediterraneo, fra l’Europa ed i paesi del Nord Africa .
Tags: Libia, ONU, Odissea all'alba     Categoria: Persone, Idee e proposte
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 21/3/2011 alle 18:52
In tutti gli incontri di oggi, dal primo in Comune all’ultimo in Camera di commercio, il Presidente ha confermato di essere la figura di garanzia del Paese. Una figura rassicurante per gli italiani che, soprattutto in questo momento, chiedono sicurezze, fiducia e onestà.
Tags: varese, Giorgio Napolitano, presidente     Categoria: Persone
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 22/3/2011 alle 19:45
Questa sera prenderà il via la rassegna di cortometraggi Cortisonici. Una manifestazione giovane e frizzante che coinvolge tantissimi appassionati di cinema. Un ottimo esempio che dimostra come, partendo dal basso, si possono fare belle cose. Più di tanti discorsi fatti a tavolino, eventi di questo tio fanno capire ad una città quale sia la propria vocazione.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 23/3/2011 alle 19:35
Il Consiglio dei Ministri ha dato via libera al decreto legge contenente misure a difesa delle imprese italiane e contro le scalate straniere nei settori strategicamente rilevanti. Peccato che si sia mosso molto tardi, confermando una preoccupante confusione di idee sui temi riguardanti le politiche industriali.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 24/3/2011 alle 19:13
E’ responsabile del 60% del trasporto pubblico lombardo. Nel 2010 ha fatto viaggiare 680 milioni di passeggeri, con un incremento rispetto al 2007, quando i passeggeri furono 619 milioni. Atm ha un ruolo centrale in Lombardia per il trasporto pubblico e adesso deve fare i conti con i tagli imposti dal Governo che andranno ad incidere soprattutto nel rinnovo dei metrò. E’ emerso oggi, in commissione territorio e infrastrutture, dall’audizione di Elio Catania, presidente e amministratore delegato di Atm.
Commenti dei lettori: 5 commenti
inserito il 25/3/2011 alle 17:11
Ancora un caso in cui il tentativo di semplificare la burocrazia si scontra con i ritardi della burocrazia stessa. Entro il 29 marzo i comuni dovrebbero accreditarsi ai nuovi requisiti tecnici per operare in via telematica e razionalizzare procedure, termini, modelli e atti che fino ad oggi seguivano iter frammentati e diversi. Ad oggi, dopo 7 mesi, in Lombardia risultano attivati circa 300 SUAP su un totale di 1546 comuni. Pochissimi.
Tags: suap, burocrazia, semplificazione, imprese     Categoria: Lombardia
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 27/3/2011 alle 14:06
Antonio Panzeri, eurodeputato del Pd, lunedì sera, alle 21, sarà a Varese, alla sala Upel di via Como 30, per un incontro dal titolo: .
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 29/3/2011 alle 18:43
Nato per snellire le procedure per le aziende, lo Suap è rimasto vittima di quegli ingranaggi burocratici che avrebbe dovuto semplificare ed ha subito l'incapacità dei vari livelli di governo nazionale e regionale di coordinarsi.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
Archivi:
Ultimi post:
(27/12/2012 - 18:18)
(14/12/2012 - 17:23)
(12/12/2012 - 20:37)
(10/12/2012 - 17:27)
(4/12/2012 - 16:30)
(1/12/2012 - 16:41)
(30/11/2012 - 15:26)
(29/11/2012 - 15:00)
(26/11/2012 - 14:47)
Links: