Ascoltare e lavorare insieme.
Stefano Tosi   tosi@tosi.it
I post di Settembre 2011
inserito il 2/9/2011 alle 11:07
Zitti zitti, quatti quatti, i treni hanno ripreso a funzionare male. Anzi, non hanno mai funzionato peggio. Nel mese di giugno la Lombardia ha registrato il record di cattivo funzionamento e di valori oltre il bunus. Bocciate ben 10 linee, contro le 5 di gennaio. E quello fu un mese che, se ben ricordate, era stato pessimo per via del ghiaccio sui binari. Quel ghiaccio che attanaglia anche qui al nord. Che mette a ko i nostri treni. E non si capisce come mai non si riesca a progettare una linea che funzioni, magari prendendo spunto dei Paesi che sono più in alto di noi e che il giaccio lo conoscono meglio. Ma adesso siamo a giugno. Con il caldo perché i treni non vanno? Mistero o scarsità di mezzi per tenerli in buono stato? Una linea fra le peggiori è stata la Milano-Gallarate-Luino. E, beffa delle beffe, i disagi sono arrivati subito dopo che è stato aumentato il biglietto. Robe da matti.
Tags: bonus, ritardi, Pendolari, treni     Categoria: Lombardia, Persone
Commenti dei lettori: 1 commento
inserito il 2/9/2011 alle 18:19
L’esperienza di VareseNews, interpretando le nuove opportunità consentite dal web, ha anticipato i tempi consentendo ai lettori di essere spesso protagonisti delle notizie. E, per quanto mi riguarda, di rendere conto in diretta dell’attività che svolgo, ricevendo suggerimenti, critiche ed osservazioni utili; cercando di rappresentare il lavoro faticoso e serio di costruzione di un progetto, in questi momenti in cui tutto viene ridotto a sceneggiata o reso banale. Tanti tanti auguri di Buona Festa.
Tags: informazione, quotidiano, festa, Varesenews     Categoria: Persone
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 3/9/2011 alle 15:40
In questi giorni si stanno rafforzando le voci che sostengono l’inizio di una nuova fase di recessione economica. I dati che arrivano dagli USA hanno accentuato le preoccupazioni. Le scelte compiute anche in Europa hanno indebolito le possibilità di riprendere la crescita. Per noi occorrerebbe il “miracolo” di “salvare” il Paese, facendolo rientrare il debito avviando una ripresa. In questo contesto la manovra finanziaria nazionale rischia di trascinarci ancora di più nella recessione. E questo perché non prevede interventi certi (dopo settimane di confusione), non contiene misure strutturali per favorire le attività e l’occupazione. In pratica, la manovra mette goffamente una pezza (dopo tre anni di governo in cui si è negata la gravità della situazione) invece di pianificare qualche intervento per “risanare” il Paese dalle fondamenta, e farlo crescere. Ormai siamo in molti a sostenere questa tesi. L’intervento di oggi del Presidente Napolitano punta a evidenziare la drammaticità del momento e la necessità di guardare al futuro, finalmente con la consapevolezza adeguata ad un cambiamento storico. Non è sicuramente all’altezza dei suoi compiti un Governo pasticciato e una maggioranza molto debole. I nostri interlocutori ci chiedono affidabilità e serietà. Garantiamole.
Tags: finanza, Usa, recessione economica, manovra     Categoria: Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 5/9/2011 alle 18:48
Domani sarò a Varese, in piazza con la Cgil, dimostrando quanto sia importante opporsi alle scelte che sta compiendo il Governo. Scelte che noi del Pd giudichiamo inique perché ricadono su chi già paga le tasse, senza dare nessun aiuto allo sviluppo del Paese, senza favorire le attività economiche e l’occupazione.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 6/9/2011 alle 17:38
Rosso in piazza, con la Cgil che si è riunita per protestare contro la manovra. Rosso in piazza affari: la Borsa di Milano ha ancora perso. I messaggi che ha lanciato il Pd sono per il dialogo con tutte le parti sociali. La ricerca di una soluzione per uscire dalla difficoltà testimonia la nostra cultura di ricerca dell'interesse nazionale. Non perdiamola.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 8/9/2011 alle 16:38
La manovra finanziaria da 54 miliardi di euro che è passata ieri in Senato è la più pesante della storia italiana, dal 1990.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 9/9/2011 alle 18:21
E’ stata approvata in Senato la manovra da 54,2 miliardi di euro, ma noi continuiamo a spingere per introdurre modifiche. Questa è una finanziaria di cui, è proprio il caso di dirlo, sentiamo il fiato sul collo. Pensiamo per esempio a cosa comporta per gli enti locali, dove ci saranno meno fondi per i trasporti, la sanità, gli asili.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 10/9/2011 alle 17:40
Come ogni anno torna nitido il ricordo dell’11 settembre 2001. Avevo appena terminato le vacanze in Turchia, un grande Paese al confine di due mondi, tra l’occidente e l’islam. Era pomeriggio e mi trovavo in azienda a lavorare. Stavamo lanciando un progetto Erp, quando arrivò all’improvviso la notizia di un aereo che si era schiantato contro le torri gemelle, a New York.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 12/9/2011 alle 17:28
Primo giorno di scuola. Come ogni anno si torna a parlare di tagli, di servizi che saltano, di docenti precari (uno su otto in provincia di Varese). Ma c’è un altro tema che ci accompagna sempre, da una decina di anni a questa parte. Un tema trasversale all’orientamento del governo, alla finanziaria, al momento storico che stiamo vivendo. Quello del peso delle cartelle e degli zaini. Veri e propri macigni, tanto è vero che ultimamente i ragazzi usano il trolley per non caricare troppo la colonna vertebrale.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 13/9/2011 alle 21:27
Se i tagli contenuti nell'ultima versione della manovra dovessero essere confermati, un treno su due non potrà più circolare in Lombardia. Le previsioni di Giuseppe Biesuz, amministratore delegato di Trenord, sono terrificanti e fanno pensare a un vero e proprio massacro per i pendolari. Anche per il personale la situazione è critica: si prospetta una riduzione di 1.500 dipendenti delle ferrovie. Bisogna assolutamente bloccare questo provvedimento. Dobbiamo protestare tutti insieme contro le misure del governo che colpiscono servizi essenziali e già interessati da pesanti aumenti nel 2011.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 14/9/2011 alle 18:40
Oggi è stata approvata la manovra correttiva dei conti pubblici. Una finanziaria che taglia 1,2 miliardi di euro per il trasporto pubblico. Invito dunque i parlamentare lombardi di Pdl e Lega a partecipare a un pubblico dibattito nelle stazioni ferroviarie. In questo modo potranno spiegare per quale motivo, per salvare le casse dello Stato, si debba arrivare a tagliare un treno su due, peraltro dopo aver eliminato già gran parte delle risorse.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 15/9/2011 alle 20:26
Oggi, con una conferenza stampa e un volantinaggio alla stazione centrale di Milano, abbiamo aperto la campagna per dire no ai tagli al trasporto pubblico locale.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 17/9/2011 alle 17:56
Questa è la settimana europea della mobilità sostenibile. Un appuntamento che ogni anno ricorda a amministrazioni e cittadini quanto sia importante investire sulla bicicletta, mezzo ecologico e a zero emissioni di Co2. L’entusiasmo certo non manca. Tre anni fa fui relatore della legge regionale sulla mobilità ciclistica e le idee erano sempre tante. Basta pensare che all’ultimo bando regionale sono stati presentati più di 250 progetti. Purtroppo, però, la voglia di fare si scontra con la finanziaria. C’è preoccupazione per le scarse risorse economiche da impiegare nella mobilità sostenibile. I tagli che si preannunciano non fanno sperare granché. Occorre così definire le priorità di intervento.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 19/9/2011 alle 19:56
Oggi è stato registrato un aumento di 1,4 centesimi per la benzina verde, di 1,3 per il diesel e di 0,5 per il Gpl. L'aumento dell'Iva dal 20% al 21% ha avuto un effetto immediato – ma ingiustificato - sui prezzi dei carburanti.
Commenti dei lettori: 2 commenti
inserito il 20/9/2011 alle 20:30
Oggi, in Consiglio Regionale, è stata approvata la mozione che impegna la Giunta a chiedere al Governo di lasciare ai comuni che gravitano su Malepensa i fondi derivanti dalla riscossione della tassa d’imbarco. Domani sarà un’altra giornata in cui si parlerà di Malpensa. L'invito avanzato dall'assessorato alle inftastrutture permetterà di fare il punto della situazione per capire cosa è stato fatto ad un anno dal consiglio straordinario per Malpensa. Rifletteremo anche sul mancato avvio dal piano territoriale d'area e della Vas. I lavori sarebbero in fase avanzata se le cose fossero state fatte per tempo. Adesso riprenderemo il ragionamento, sperando di essere ascoltati.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 21/9/2011 alle 21:21
In Italia si fanno molti tavoli. Molto spesso sembra che il fine politico sia la loro costituzione. Anche in questo caso c’è questo fortissimo rischio, soprattutto se non verrà attivato da subito un piano territoriale che permetta la programmazione trasparente e concertata degli interventi.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 23/9/2011 alle 07:49
Oggi visiterò Ediltek, la fiera dell’edilizia dedicata agli operatori del settore, che sarà a Malpensafiere fino a domenica. E’ un appuntamento che quest’anno guardo con particolare interesse vista le difficoltà del settore e la crisi economica. La domanda che si pongono tutti è: può l’edilizia aiutarci in questo momento storico? E se si, a quale prezzo? Come coniugare un mercato da sempre trainante come quello dell'edilizia con la tutela dell’ambiente e la qualità della vita ? Quali vincoli porre al settore, come arginare il fenomeno della speculazione, come incrementare le energie green?
Tags: crisi, edilizia, fiera, Ediltek     Categoria: Idee e proposte, Economia
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 23/9/2011 alle 17:40
Questa mattina sono stato a Ville Ponti per la riunione di pubblico accertamento del miele varesino. Si tratta di uno dei passaggi necessari per arrivare alla registrazione del prodotto nella categoria dop (denominazione di origine protetta).
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 25/9/2011 alle 19:59
Ridere o piangere? Mi riferisco alla gaffe di Mariastella Gelmini, che con un comunicato ha svelato l'esistenza di un inimmaginabile tunnel che collega Abruzzo e Svizzera. Un'opera fantascientifica per finanziare la quale il ministero ritiene che il governo abbia speso 45 milioni di euro.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 26/9/2011 alle 20:35
Oggi il Gruppo regionale del Pd ha organizzato un incontro a Milano, a palazzo Pirelli, per elaborare una strategia anti-crisi che riesca a garantire lavoro e servizi ai cittadini. Le proposte emerse, alcune delle quali già presentate in Regione, verranno sottoposte domani al vaglio dell'aula consigliare, durante la seduta straordinaria chiesta dal nostro gruppo, che affronterà proprio i temi della crisi economica. In pratica, le nostre idee vogliono dare indicazioni su come superare le difficoltà derivate dalle misure del Governo riguardanti il trasporto pubblico locale, la sanità, il welfare e i comuni.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 27/9/2011 alle 21:11
Volevamo limitare l'impatto della manovra nazionale sul bilancio regionale e sulle politiche sociali. Purtroppo le nostre proposte, formalizzate anche dopo l'incontro con le parti sociali, non sono state per ora accolte. Ma abbiamo appena iniziato una lunga stagione che ci porterà ancora a confrontarci nelle prossime settimane con la maggioranza. Per uscire dalla crisi e dalla morte del federalismo.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 28/9/2011 alle 20:38
Oggi, in Regione, abbiamo ascoltato Walter Bergamaschi, direttore generale dell'ospedale del Circolo. Dopo le sue dichiarazioni sul progetto di riorganizzazione dell'ospedale - e la riduzione delle risorse prevista dalle norme nazionali e dalla loro applicazione regionale - io e il collega Alessandro Alfieri abbiamo pensato fosse opportuna un'audizione in consiglio regionale. Ne è nato un confronto interlocutorio, aperto all'ascolto ma minacciato dal taglio delle risorse, che mi ha confermato la necessità di aprire un dialogo continuativo tra i responsabili della politica sanitaria e le comunità locali.
Commenti dei lettori: scrivi un commento
inserito il 30/9/2011 alle 19:11
Continuo a chiedere al Governo di elaborare misure per lo sviluppo. Il perché è chiaro. A settembre l'inflazione è salita oltre il previsto, superando il 3% tendenziale e attestandosi sui livelli più alti degli ultimi tre anni. Il dato risente del passaggio dell'Iva dal 20 al 21%. Di conseguenza il potere d'acquisto è in calo (-0,3% nel periodo, al netto dell'inflazione) e le famiglie tagliano un po' su tutto, anche sul cibo.
Commenti dei lettori: 1 commento
Archivi:
Ultimi post:
(27/12/2012 - 18:18)
(14/12/2012 - 17:23)
(12/12/2012 - 20:37)
(10/12/2012 - 17:27)
(4/12/2012 - 16:30)
(1/12/2012 - 16:41)
(30/11/2012 - 15:26)
(29/11/2012 - 15:00)
(26/11/2012 - 14:47)
Links: