Ascoltare e lavorare insieme.
Stefano Tosi   tosi@tosi.it
inserito il 4/2/2011 alle 16:20

Sono perfettamente d’accordo con il Presidente Giorgio Napolitano che ieri ha comunicato al presidente del Consiglio di non poter ricevere, a garanzia della legittimità di un provvedimento di così grande rilevanza, il decreto legislativo in materia di federalismo fiscale municipale approvato ieri dal governo.
Tecnicamente, non sussistono le condizioni per procedere alla richiesta emanazione. Non è stato, infatti, perfezionato il procedimento per l'esercizio della delega previsto dai commi 3 e 4 dall'art. 2 della legge n. 42 del 2009 (tali commi sanciscono l'obbligo di rendere comunicazioni alle Camere prima di una possibile approvazione definitiva del decreto in difformità dagli orientamenti parlamentari, come avvenuto con la votazione della Commissione Bicamerale che non ha approvato la proposta).
Credo che un procedimento così importante debba essere discusso con estrema cautela, senza forzature e nel completo rispetto dell’iter procedurale e politico. Non dimentichiamo, inoltre, l’impatto economico che il federalismo municipale avrebbe con il conseguente aumento dei costi e delle tasse.
Spero che possa svilupparsi un serio confronto mettendo fine a ultimatum e strappi.
 

Commenti dei lettori: - scrivi il tuo commento
Archivi:
Ultimi post:
(27/12/2012 - 18:18)
(14/12/2012 - 17:23)
(12/12/2012 - 20:37)
(10/12/2012 - 17:27)
(4/12/2012 - 16:30)
(1/12/2012 - 16:41)
(30/11/2012 - 15:26)
(29/11/2012 - 15:00)
(26/11/2012 - 14:47)
Links: