Ascoltare e lavorare insieme.
Stefano Tosi   tosi@tosi.it
inserito il 22/3/2012 alle 16:02

La contrattazione di secondo livello integra il contratto collettivo nazionale di lavoro con leggi principalmente in materia di retribuzione, premi, orario, condizioni di lavoro, formazione, ambiente e sicurezza.
La sfida è capire come ampliare questa forma di contrattazione, ottenendo benefici che vadano a vantaggio dei lavoratori e delle aziende. Si tratta di catalizzare le risorse su obiettivi condivisi, che da una parte mettano il lavoratore nelle condizioni migliori per lavorare, e dall’altra portino le aziende a costruire un rapporto di fiducia con i propri dipendenti, facendo crescere il capitale umano.
Ovviamente non si tratta solo di mettere paletti, tracciando i confini tra diritti e doveri, ma di ridisegnare il concetto stesso di lavoro, ponendo il lavoratore al centro.
Il tema sarà trattato domani, nel corso di una tavola rotonda dal titolo “welfare integrativo” che si svolgerà a Milano, a palazzo Pirelli, dalle 9.30 alle 13.
Parteciperanno il segretario regionale del Pd Maurizio Martina, Emilio Gabaglio presidente del forum lavoro del Pd, sindacati e associazioni di categoria. Interverranno anche Walter Passerini, giornalista della Stampa. Piergiorgio Caprioli di Cisl Lombardia. Nino Baseotto, segretario Cgil Lombardia. Gabriele Ghinelli, vicepresidente Hr Europe Patheon. Fausto Cacciatori, presidente Ebna. Laura Specchio, responsabile lavoro Pd Lombardia.
Io introdurrò i lavori.
 

Commenti dei lettori: - scrivi il tuo commento
Archivi:
Ultimi post:
(27/12/2012 - 18:18)
(14/12/2012 - 17:23)
(12/12/2012 - 20:37)
(10/12/2012 - 17:27)
(4/12/2012 - 16:30)
(1/12/2012 - 16:41)
(30/11/2012 - 15:26)
(29/11/2012 - 15:00)
(26/11/2012 - 14:47)
Links: