Ascoltare e lavorare insieme.
Stefano Tosi   tosi@tosi.it
inserito il 27/6/2011 alle 14:09

L'Atlante politico di Demos rileva che le preferenze degli elettori stanno cambiando. Se nello scorso dicembre oltre il 60% degli intervistati prevedeva una vittoria di centrodestra, adesso il 52% considera vincente il centrosinistra. Il Pd è salito di oltre cinque punti rispetto ai valori di inizio anno e arriva al 30%. Lega e Pdl arretrano e perdono apprezzamento i rispettivi leader. Che fosse in atto un profondo cambiamento nel clima di opinione è stato dimostrato dalle ultime elezioni. Il giornalista Ilvo Diamanti, nell'articolo “il movimento invisibile che rende visibile il cambiamento del Paese”, analizzando i dati di Demos, individua alcuni fattori che hanno portato l'elettorato a cambiare le proprie preferenze. Il primo è la delusione nei confronti del governo Berlusconi e della Lega. Il secondo è la voglia di partecipazione, quella che ha spinto gli elettori a votare al referendum contrariamente alle indicazioni o all'indifferenza dimostrata dalla maggioranza. Poi c'è l'entusiasmo delle nuove energie (pensate che il 60% di chi ha partecipato alla campagna elettorale non lo aveva mai fatto prima). Anche le modalità con cui si è svolta la campagna fanno riflettere: metà di coloro che si sono impegnati attivamente nelle elezioni e nel referendum ha usato il passaparola tra amici e social network: due modelli che entrano nella vita privata delle persone sottraendosi ai canali di comunicazione tradizionali. Si avverte in modo forte la voglia di avvicinare la politica ai cittadini.

Commenti dei lettori: - scrivi il tuo commento
Archivi:
Ultimi post:
(27/12/2012 - 18:18)
(14/12/2012 - 17:23)
(12/12/2012 - 20:37)
(10/12/2012 - 17:27)
(4/12/2012 - 16:30)
(1/12/2012 - 16:41)
(30/11/2012 - 15:26)
(29/11/2012 - 15:00)
(26/11/2012 - 14:47)
Links: