Ascoltare e lavorare insieme.
Stefano Tosi   tosi@tosi.it
inserito il 30/10/2011 alle 17:14

Dinosauri contro Flintstones. Ahimè, si stanno susseguendo eventi politici che sembrano segnati da tutto fuorché da proposte concrete e utili. E questo malgrado ci troviamo in un momento difficile che richiede programmi molto semplici e forti. Invece gli eventi sono sempre più incentrati sulla propaganda personale e sulla delegittimazione, sempre meno sul confronto di programmi e idee. Molto spesso si lanciano delle immagini, come quella dei dinosauri, che paradossalmente spostano il dibattito nel regno dei cartoni animati e ci riportano nella malattia di individuare in chi ci sta di fianco il principale avversario.
Quello che emerge è un quadro difficile che porta lontano dalla realtà.
Il contesto attuale richiede grande capacità di mobilitare tutte le energie.
Speriamo che i prossimi eventi siano in grado di lanciare questo messaggio.
Il Pd, che è la principale forza politica in cui si possa partecipare democraticamente, nelle prossime settimane si è dato questa priorità.
Spero che parlare di lavoro, di impresa, di cultura, di università negli appuntamenti già previsti possa servire a far lievitare le nostre proposte volte a portare l'Italia fuori dalla crisi.
Ricordando che presentarsi autorevoli nelle fasi di grande cambiamento è indispensabile. E che la novità genera speranza.

Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 5 commenti -
Mi dispiace Stefano che non hai visto in streaming cosa succedeva alla stazione della leopolda. Proposte per lavoro, impresa, cultura e universitÓ. Mi dispiace che uno attento come te per una volta tanto si sia distratto
Scritto da angelo il 30/10/2011 alle 19:05
condivido le analisi e credo che manchi maggiore spirito critico costruttivo che acceleri riforme radicali a tutti i livelli per attuare una ripartenza con persone preparate come Lei, anche un vero leader potrebbe nascere con queste manifestazioni di volontÓ, altrimenti possono rimanere solo le proposte ma si sa che l'opinione pubblica si carpisce con il dialogo diretto, rischiando sempre che una minoranza di indecisi diventi l'ago della bilancia magari costringendo a rivotare dopo 15 gg o arrivando ai referendum su cose che sarebbero invece risolvibili con la logica dei ragionamenti sui dati di fatto che possono o devono prescindere dalla politica e non conseguenti allo stesso modo di metterla in pratica, con tutte le incongruenze che maggiormente affiorano quando funziona male il sistema, grazie per il lavoro che fate e arrivederci.
Scritto da zva il 30/10/2011 alle 20:07
Mi sembra che anche il suo commento non vada molto lontano dalla delegittimazione. Mi sembra parli pi¨ per sentito dire che per vera conoscenza. Se allude agli incontri di Firenze e di Bologna mi sembra che abbia capito male: ci sono state pi¨ proposte concrete di quante il PD abbia mai fatto negli ultimi anni. Commento un po' da dinosauro?
Scritto da Marco R. il 30/10/2011 alle 22:32
Per permettere a chi crede nel PD di continuare a farlo, sarebbe bello poter leggere una dichiarazione dell'intero PD (al di sopra delle correnti) che dica ESATTAMENTE cosa farebbe se fosse al governo oggi.
Scritto da alessandro zanini il 31/10/2011 alle 12:07
Caro Marco, io mi occupo di economia, lavoro e impresa. Non mi sembra che fino a questo momento siano state formalizzate risposte nuove a riguardo. Ovviamente rimango sempre in attesa di conoscerle. Mi rendo conto che in questo momento occorre grande autorevolezza per riuscire a portarle avanti e la frantumazione Ŕ uno dei nostri limiti, non solo adesso ma in tutta la storia del centrosinistra. Comunque nei prossimi appuntamenti sarÓ importante che ognuno presenti le proprie idee e proposte senza creare a priori degli avversari.
Scritto da Stefano Tosi il 31/10/2011 alle 19:43
Archivi:
Ultimi post:
(27/12/2012 - 18:18)
(14/12/2012 - 17:23)
(12/12/2012 - 20:37)
(10/12/2012 - 17:27)
(4/12/2012 - 16:30)
(1/12/2012 - 16:41)
(30/11/2012 - 15:26)
(29/11/2012 - 15:00)
(26/11/2012 - 14:47)
Links: