Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 11/11/2009 alle 08:03

La Lombardia produce complessivamente oltre 13 milioni di tonnellate (ma ne gestisce circa 17 milioni) di rifiuti ( 4,9 milioni di tonnellate di rifiuti urbani e 8,1 milioni di tonnellate di rifiuti speciali, quasi 2 milioni dei quali pericolosi). Dai dati dell’ARPA la produzione totale di rifiuti urbani passa da 4.944.926 di tonnellate del 2006 ai 4.932.316 di tonnellate nel 2007, con un decremento dello 0,3%. Se si osservano però i dati su un periodo temporale maggiore e li si paragona per esempio ai dati del 1998 si assiste ad un aumento del 13,8%. La media di rifiuti urbani pro-capite in Regione Lombardia è di 512 Kg a fronte dei 449 del 1998. Negli USA (che è il paese che produce più rifiuti al mondo la media è di 1000 kg pro capite). La Regione Lombardia, secondo i dati dell’ARPA relativi al 2006, produce 6.282.780 tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi e 1.813.051 tonnellate di quelli pericolosi per un totale di 8.096.088. Vanno inoltre aggiunti le 327.324 (324 mila non pericolosi e 3.298 pericolosi) tonnellate prodotti dalla rottamazione dei veicoli fuori uso. Quindi il dato finale è di 8.423.412 tonnellate di rifiuti speciali. Il costo per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi è di circa 20 miliardi di euro a fronte dei 200 miliardi spesi nazionalmente. Una cifra impressionante se pensiamo che il bilancio della Regione Lombardia si aggira intorno ai 24 miliardi. Questo dato fa ancor più impressione se si considera che per mettere in sicurezza le scuole pubbliche di ogni ordine e grado servirebbe “solo” 1 miliardo di euro che la Giunta dice di non avere. Il costo dello smaltimento non è pagato solo dalla collettività ma anche dai privati che producono rifiuti speciali pericolosi. Esso ha però una ricaduta sul costo dei prodotti in commercio e quindi sulle tasche dei cittadini. Lo smaltimento più impegnativo riguarda le grandi quantità di amianto accumulate in edifici e fabbriche. Giova ricordare che la regione Lombardia detiene il triste record delle patologie tumorali legate all’amianto. In nove anni sono state 2800 le persone che si sono ammalate di tumore per colpa dell’amianto.

Categoria: Lombardia
Commenti dei lettori: 1 commento -
agostinelli sa bene che il problema non solo quanti rifiuti si producono ma ,sopratutto,come si smaltiscono.Sappiamo tutto dei rifiuti urbani,poco o nulla dei rifiuti tossico nocivi,e della loro fine. Sappiamo comunque che nelle campagne napoletane e nelle discariche abusive della calabria abbondano rifiuti tossico nocivi made in lombardia.Intanto la provincia di varese ha pubblicato i dati RSU anno2008 nessuno ne vuole discutere?
Scritto da angelo m il 11/11/2009 alle 13:39
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)