Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 17/12/2009 alle 07:26

Nel blog di ieri ho anticipato i caratteri negativi e l’inconsistenza di fronte alla crisi della Finanziaria di Formigoni. Un provvedimento di bilancio che non fissa le priorità generali e perciò non stanzia risorse aggiuntive. Da parte nostra abbiamo avanzato quindi la proposta di uno stanziamento di 100 milioni di euro prelevati dai fondi di riserva già messi a bilancio:

-         a favore dei lavoratori coinvolti nella crisi;
-         per promuovere, nell’anno del summit di Copenaghen, interventi nel campo dell’efficienza energetica, delle energie rinnovabili e dell’acqua come bene pubblico;
-         per l’innalzamento da 15 mila a 30 mila euro del limite per reddito esente da Irpef;
-         per la sospensione dell’aumento dei canoni Aler e per un sostegno agli affitti;
-         a favore di una politica industriale per la mobilità e le energie naturali con l’obiettivo 20/20/30 rilanciato per il dopo-Kyoto dalla Ue e per sfuggire alle sanzioni di 14€ al secondo a carico dei cittadini lombardi, sanzioni di cui la Regione Lombardia è responsabile per infrazione del Protocollo di Kyoto.
-         Tutte le nostre richieste sono state respinte!
Così è passata una Finanziaria pessima, con alcune voci nascoste dal bombardamento propagandistico a cui Formigoni ci ha abituati e di cui do conto di seguito.
-         Le entrate Irpef regionali sono aumentate.
-         Non viene istituito il Fondo per gli anziani non autosufficienti e non c’è traccia dei 50 milioni promessi da Formigoni ai Sindacati.
-         Il buono scuola ai ricchi e alle private cresce ormai a 50 milioni di euro contro i 3 milioni di assegni di studio per chi frequenta la scuola pubblica.
-         Cresce ancora il “welfare della sussidiarietà”, campo di azione della Compagnia delle Opere: più 500 milioni in particolare su voucher e posti letto privati per anziani in casa di cura, a fronte della diminuzione di 23 milioni di Euro per nuovi alloggi o dello stanziamento di 400 mila € per l’integrazione dei lavoratori immigrati, impressionante se paragonato ai 104 mila € per targhe, coppe e premi!
-         Il fondo per la ripresa economico-sociale, non essendoci altre risorse disponibili, prosciuga completamente il fondo di sostegno alle imprese.
-         Per la comunicazione (e propaganda), il fondo viene aumentato di 1 milione di Euro, a fronte di soli 4 milioni per il materiale rotabile: i pendolari si consoleranno con spot pubblicitari sulle loro condizioni!
-         Il capitolo di spesa per ricerca e innovazione nella sanità si riduce da 20 milioni di Euro nel 2005 a 2 milioni nel 2009.
-         Il capitolo valorizzazione del territorio è dimezzato dal 2005 a oggi, mentre è in costante ascesa il contributo alle famiglie.
-         Le politiche per la casa registrano assegnazioni di spesa equivalenti per tutto il quinquennio e non ci sono stanziamenti significativi per nuovi alloggi, come se l’emergenza abitativa non fosse un problema per intere fasce sociali, per i giovani e per gli immigrati.

A chi ci legge il compito di valutare….

Categoria: Lombardia
Commenti dei lettori: 1 commento -
Non che nei 140 mila euro di targhe coppe e premi c'erano gli appannaggi per l'assessore Prosperini ieri arrestato per tangenti?
Scritto da Marco romeo il 17/12/2009 alle 08:52
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)