Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 28/2/2010 alle 08:09

Oggi riporto una puntualissima osservazione di Don Tonio Dell’Olio direttore dell’Associazione Libera:

“Cricche e combriccole. Così siamo ridotti! Di consorterie di interessi è costellato il Belpaese. Di gente che briga e che imbroglia, di gruppi che da appalti e commesse, spreme utili e prebende. Elegantemente furbi nei loro abiti scuri, sembrano arruolati nei corpi speciali dell'assalto all'appalto. Compiacenze rispettabili e mazzette mimetizzate. Tutte rigorosamente a carico del contribuente su cui si abbattono i costi finali. Una sciagura nazionale che sembra trasformarsi in un male endemico. La pellagra dei tempi moderni che non colpisce chi i soldi non ce li ha, ma soltanto imprenditori e politici già profumatamente pagati e soddisfatti. E puntualmente vengono definiti eccezione. Escrescenza impropria di un sistema che regge. Invece sembra essere "eccezione diffusa". E pertanto, regola di cui danno conto ampiamente gli archivi delle procure più che le sentenze dei tribunali. E la barca va. Navigando tra imbrogli e tangenti, truffe, frodi, estorsioni, corruzioni e concussioni. Un vocabolario penale e amministrativo che ormai straripa di definizioni che rincorrono la genialità perversa degli imbroglioni. A quando il coraggio di dire stop alle puntate? Rien va plus, le jeux son faits! A chi spetta pronunciare la frase? Magistratura, classe imprenditoriale, educatori, politici, istituzioni d'ogni genere? Tutti e tutti insieme per favore. Per un Paese pulito e per sperare finalmente di costruire. Senza tangenti.” Riflettendo su queste autorevolissime parole penso alla nebbia che avvolge gli elettori che sono chiamati a rinnovare i Consigli Regionali. Non tutti sanno che il 6% del PIL va in corruzione e che con quei soldi si salverebbero 300.000 posti di lavoro, si rinnoverebbero i contratti, si aumenterebbero le pensioni, si varerebbero gli ammortizzatori sociali di cui tutti parlano ma di cui non si vede ombra. E sembrano così impunibili i nostri governanti che nelle elezioni in Lombardia vengono candidati all’elezione – e quindi all’impunità - ben tre indagati nelle liste del centrodestra del “candido” Formigoni!
Commenti dei lettori: 5 commenti -
Lei continua a prendersela con la destra per invidia. Forse pensa che la sua capacitÓ di fare vada denunciata con i sospetti della magistratura e delle tangenti, che sono invenzioni di tutti voi paracomunisti. Svegliatevi!
Scritto da Manolo Verdi il 28/2/2010 alle 08:37
Osservazioni del prete pertinenti, attuali: cercasi onestÓ, in ogni colorazione politica, con annessi e connessi. Anche nello stesso campo della chiesa istituzionale e gerarchica devono valere le parole del prete che, Ŕ proprio il caso di dirlo, sono... sante e sacrosante. Cercasi ovunque persone oneste: che sicuramente ci sono, e come! Vanno, semplicemente, sempre, dovunque, comunque, SOSTENUTE da parte di tutti.
Scritto da Roscar il 28/2/2010 alle 09:37
@Manolo. Io non invidio quelli che usano i soldi delle tasse dei cittadini per arricchirsi. Se lo fa la destra deve vergognarsene e la sinistra Ŕ bene che tenga la schiena dritta e le mani pulite, come indica il mio amico Agostinelli, che ha sempre fatto il sindacalista e il consigliere a servizio.Quelle come lui sono le persone da invidiare!
Scritto da Adrian zanolla il 28/2/2010 alle 10:30
x verdi, povero manolo, basta che un prete parla di questione morale per diventare comunista, basta che qualcuno dica che c'Ŕ una questione morale e diventÓ invidioso, MA QUANDO APRIRA' OCCHI PER VEDERE E ORECCHIE PER SENTIRE? chi si deve svegliare prima che sia troppo tardi sono tutti quelli come manolo verdi
Scritto da robinews il 28/2/2010 alle 10:57
Io prendo 744 euro al mese come cassintegrato. Mi dicono che sono fortunato perchŔ altri non hanno nemmeno quello. Intanto non so se riprender˛ il lavoro normale, per˛ dicono che la crisi Ŕ finita. Oggi non girano le macchine, ma io non me ne sono accorto. Domani gli immigrati faranno un giorno di sciopero perchŔ ci si accorga di loro. Intanto l'Italia si chiede se Berlusconi, il primo cittadino, possa essere processato o no per i reati contestati. Ma come fare a sperare il meglio a 59 anni?
Scritto da Rosario, marchigiano a Varese il 28/2/2010 alle 16:26
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)