Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 24/3/2010 alle 14:43

A tutto c’è un limite. Si può utilizzare l’ironia anche su temi particolarmente gravi e complessi per renderli più leggeri. Si può esagerare con le promesse pre-elettorali. Persino può succedere di non riuscire a trovare l’equilibrio del buon senso scadendo nella goffaggine e nel ridicolo, ma purché non si manchi di rispetto agli interlocutori e agli avversari. Sabato scorso invece il limite è stato superato quando, al colmo dell’euforia intristita da un nervosismo rancoroso, Berlusconi dal palco di
San Giovanni ha dichiarato testualmente: “Vogliamo anche vincere il cancro che colpisce ogni anno 250mila italiani e che riguarda quasi due milioni di nostri cittadini”. Davanti alla sofferenza delle persone che vivono il dramma della malattia che a volte è senza speranza, bisogna avere il coraggio di tacere se non si conoscono o non si sanno pronunciare le parole giuste per incoraggiare e consolare. Scadere nell’irrisione e nella parte di un gaglioffo mai. È triste e degradata la politica senza limiti a disposizione di giocatori d’azzardo impuniti e impunibili. Soprattutto da parte di chi ha deciso di tagliare anche i fondi per la ricerca e, come nel caso da me denunciato ieri in conferenza stampa, abbraccia e sostiene un Formigoni che ha dimezzato negli ultimi tre anni i fondi all’Istituto dei Tumori pubblico e aumentato di converso considerevolmente i finanziamenti agli istituti privati di Don Verzè e Veronesi. Le persone che vivono il cancro nella propria carne attendono le scuse. Almeno quelle..

Categoria: Persone
Commenti dei lettori: 6 commenti -
Ho un figlio che a 11 anni ha avuto un tumore, nonostante pesanti conseguenze collaterali permanenti abbiamo sconfitto quel tipo di tumore (e Berlusconi 23 anni fa non c'era ancora). Mia moglie mi ha detto che "che affermazione di cattivo gusto" da parte del "predicatore B". Ha ragione, che centra la politica con la scienza che cerca di combattere le malattie pi terribili, forse qualcosa centra con la i tagli alla ricerca scientifica che B ha fatto di recente. Che schifo!!!
Scritto da robinews il 24/3/2010 alle 16:02
...quando poi il cancro viene causato dagli inquinanti colpevolmente disseminati nell'ambiente: nei terreni, nelle cave, nell'acqua, nell'aria...e chi preposto al controllo si fa complice di chi controlla,...be, l'offesa ancora pi amara e dolorosa. .
Scritto da giovanni il 24/3/2010 alle 16:04
Caro Mario, tu capisci che se si arriva a questi livelli..........!!! Per dirla banalmente: 'non c' pi fondo'. Che in giro ci siano personaggi di questo genere francamente non mi sorprende. Che facciano ll Presidente del Consiglio, nel mio (e nostro) Paese, mi deprime.
Scritto da paolo rossi il 24/3/2010 alle 16:20
Caro Paolo, per questo che occorre uno sforzo eccezionale e comune, per ripristinare un senso delle istituzioni e della rappresentanza che possa riattivare un rapporto coi cittadini. Anche per questo bene andare a votare!
Scritto da Mario Agostinelli il 24/3/2010 alle 17:38
@paolo rossi. @Mario Agostinelli. - Cercansi ovunque, disperatamente, persone oneste, moralmente ed intellettualmente. Questo il vero miracolo che sconfigge il cancro dell'inefficienza che tutti i cittadini sono costretti a dover subire e a pagare.
Scritto da Rosella e Carlo il 24/3/2010 alle 18:00
E' veramente subdolo e squallido giocare con i problemi di molte persone ......solo in Italia si pu arrivare a tanto (colpa di noi ITALIANI che lo permettiamo).In questi anni in italia si destinato alla ricerca solamente lo 0,10/0,20% del PIL e con i governi di Berlusconi ci sono stati solo tagli....... grazie al buon cuore degli italiani se si riescono a tenere aperti i centri di ricerca. Si sciaqui la bocca con la nitroglicerina prima di aprirla il presidente del consiglio .
Scritto da Domenico il 24/3/2010 alle 23:16
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)