Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 29/3/2010 alle 15:09

Molti lettori di questo blog conoscono Stefano Mele, un compagno generoso, passionale, pugliese. Tre caratteristiche che ne descrivono bene la caratura. Dico compagno come si è sempre detto di chi conserva  ideali forti e mantiene rispetto per quelli degli altri e di chi è capace di grandi amicizie e possiede  un “fiuto politico” che corregge e giustifica ogni irruenza.

Alle ore 0:15 del 27 Marzo all’ospedale di Bollate è deceduta a 95 anni Recchia Marianna, la sua mamma. Una donna che aveva radunato 7 figli nella periferia milanese, facendo perno sulla autorevolezza della sua figura matriarcale per inserirli in una società che negli anni ’60 e ’70 ha saputo fondere locali e immigrati in un processo di crescita popolare oggi purtroppo non più imitato. Marianna potrebbe ricordare  la madre di Rocco del film di Visconti, così amorevole e così fiera delle sue origini quando si affacciava sulle ringhiere e sui sogni delle case popolari.  Oggi, dopo le esequie a Novate ritorna a Presicce con il nostro saluto e tutto l’affetto per Stefano.

 

Categoria: Persone
Commenti dei lettori: 5 commenti -
Stefano Mele l'ho conosciuto nel 1977, allora era responsabile del PCI a Busto. In questi giorni siamo stati insieme per la campagna elettorale di Sinistra Ecologia LibertÓ. Stefano non Ŕ cambiato affatto. Stessa passione per la politica come trent'anni fa, stessa generositÓ di allora, un ottimismo della volontÓ enorme e capacitÓ organizzative fuori del comune. Non conoscevo sua mamma, conosco sua moglie Lina e i figli: splendide persone, spledidi ascendenti. Gli sono vicino con affetto. Pino
Scritto da Pino Vanacore il 29/3/2010 alle 17:33
A Stefano, nell'impossibilitÓ di manifestargli la mia vicinanza al momento in altro modo, un forte abbraccio. Valerio
Scritto da Valerio Crugnola il 29/3/2010 alle 19:04
Negli anni ho conosciuto Stefano in tante, forse troppo sfuggevoli occasioni, ma sempre cogliendo la sua pulizia, generosiÓ e capacitÓ. Un abbraccio affettuoso
Scritto da giorgio malnati il 30/3/2010 alle 08:53
Questa Ŕ la storia di una 'bella vita'. Popolare. Una storia di gente perbene, uno spaccato del quale il nostro Paese deve andare fiero e orgoglioso. Soprattutto un esempio che pu˛ aiutarci a crescere esaltando il lavoro, il sacrificio, la famiglia e la capacitÓ di vivere in una comunitÓ, nonostante i problemi, in modo armonico e civile.
Scritto da paolo rossi il 31/3/2010 alle 10:58
Questa Ŕ la storia di una 'bella vita'. Popolare. Una storia di gente perbene, uno spaccato del quale il nostro Paese deve andare fiero e orgoglioso. Soprattutto un esempio che pu˛ aiutarci a crescere esaltando il lavoro, il sacrificio, la famiglia e la capacitÓ di vivere in una comunitÓ, nonostante i problemi, in modo armonico e civile.
Scritto da paolo rossi il 31/3/2010 alle 10:58
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)