Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 4/3/2011 alle 15:47

"poiché il re non aveva quasi nessun potere sulla sorte dei giudici, che non poteva né revocare, né trasferire, e , nella maggiore parte dei casi, neppure promuovere, poiché in una parola non li controllava né con l'ambizione né con la paura, si sentì ben presto disturbato da questa indipendenza"

da: A. Toqueville, L'ancien régime et la Révolution, 1856, cap IV.

In Italia L'antico regime e la rivoluzione è pubblicato da Rizzoli, Milano, 1996

 

Commenti dei lettori: 1 commento -
Troviamo giusti riferimenti all'indipendenza e all'autonomia della Magistratura in scritti tanto antichi quanto attuali. Negli stati moderni, come sanno tutti i cittadini, la separazione dei poteri il risultato di un processo storico, a conclusione del quale viene superato il potere autoritario. La nostra costituzione - come tutte quelle liberali - ha il suo ascendente nelle rivoluzioni americana e francese (1764 e 1789) e nella pi vicina vittoria sul fascismo del 25 Aprile 1945. Pino
Scritto da Pino Vanacore il 4/3/2011 alle 17:09
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)