Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 21/9/2011 alle 15:00

Con il raggiungimento in totale di circa 12 GW, l'Italia si av via a diventare entro la fine di quest'anno il Paese che negli ultimi due anni ha installato più potenza fotovoltaica al mondo. Secondo le elaborazioni dell'Ufficio Studi del Gse, a fine 2011 l'Italia raggiungerà un livello di potenza di 12 GW con un numero di impianti che toccherà 300 mila unità.

Per rendersi conto della portata di questa rivoluzione basti pensare che il previsto nuovo reattore nucleare dell'impianto finlandese di Olkiluoto, gemello di quelli che il governo Berlusconi-Bossi voleva mettere in Italia, ma che sono stati respinti dal referendum, con una potenza di 1.600 MW una volta ultimato sarà grado di produrre circa 9,6 GWh di elettricità l'anno, mentre la capacità produttiva del solare italiano può arrivare a circa 13,2 GWh. Insomma, è come se l'Italia nel giro di pochi mesi si fosse dotata di una centrale atomica e mezza, mentre la data di consegna della nuova struttura scandinava, dopo gli innumerevoli problemi di sicurezza incontrati e i costi lievitati in maniera esponenziale,ha sforato di ben cinque anni sui tempi previsti e resta un'incognita.

La produzione solare italiana coprirà quest'anno circa il 3% dei consumi elettrici.Nel 2012 è preventivabile l'allaccio alla rete nazionale di un'ulteriore potenza di 4.000 MW, il che, restando al paragone precedente, porterebbe la produzione al livello di circa due centrali nucleari. Una quantità pari al 5,5% dei consumi elettrici nazionali e alla metà della produzione delle centrali a carbone attualmente in funzione. In compenso la manovra approvata dal Governo in questi giorni ha messo una tassa del 10,5% sulla produzione e dispacciamento da energie rinnovabili!

Commenti dei lettori: 1 commento -
grande notizia, a riprova che Ŕ giusto il risultato del referendum, anche perchŔ l'uranio finirÓ , come il petrolio, fra pochi decenni, rimanendo poi le scorie e non sapendo quanti altri disastri, nel senso globale del termine, inteso come la vita stessa sulla terra
Scritto da ZVA il 16/10/2011 alle 23:02
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)