Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 22/10/2011 alle 13:00

Tra le leggende che hanno tenuto botta in questi anni, c’è quella che accredita la Lega di un amore per il proprio territorio che la spinge a governarlo conservandone i valori paesaggistici e naturali, nonché valorizzando l’insediamento delle culture locali. Voglio offrire ai lettori uni spaccato di questo “amore”.

 

Si definisce SAU  (superficie agricola utile) quella misura del territorio che conteggia la disponibilità e la destinazione delle aree ad usi non commerciali, non industriali, non abitativi e tanto meno speculativi dal punto di vista immobiliare. In sostanza, “il polmone” per l’attività agricola e per una fruibilità del territorio da parte di chi potrebbe o vorrebbe coltivarlo, sottraendolo pertanto alla cementificazione e alla asfaltatura.

Ogni percentuale di SAU persa corrisponde ad una trasformazione irreversibile dell’ambiente naturale in ambiente artificialmente modificato con perdita definitiva del verde. Mettendo in fila le province in Lombardia nelle quali si è persa più SAU tra il 2000 e il 2010, ci si accorge che sono clamorosamente in testa quelle dove sono più alti i risultati del partito di Bossi e dove gli enti locali sono stati governati prevalentemente dal centrodestra e in particolare da coalizioni incentrate sulla Lega.

Ecco la “classifica”: per la provincia di Bergamo la SAU è diminuita del 23,7%, per quella di Sondrio del 19,2%, Per quella di Lecco del 13,1%, per quella di Varese e di Milano dell’8,5%, per Monza del 7%, per Como del 5,5%, per Pavia del 3,6%. A Lodi e a Brescia la SAU è rimasta inalterata, a Mantova è aumentata dello 0,9%, a Cremona è cresciuta dell’1,1%. C’è una evidente correlazione tra distruzione o recupero del territorio e orientamento politico dei governanti. E la Lega primeggia nel favorire l’uso speculativo e commerciale del territorio della Lombardia.

 

Commenti dei lettori: 5 commenti -
le bugie sin da picccolino mi han sempre detto che han le gambe corte! . finalmente! .. la balla dell padania inventata all'osteria et relative balle su balle .. cominciano non solo a scoppiettare ma a scoppiare!!!?? .. era ora che le foglie cadessero .. certo una trista storia .. quanta gente gabbata .. et con roma ladrona quante trote piazzate .. forse le baggianate ora si mostrano per quel che sono .. era ora!
Scritto da sandro sardella il 22/10/2011 alle 14:46
Bello questo pezzo, Lei dice solo la verita . Nel mio paese, Biandronno, la lega governa da 15 anni e i risultati si vedono basta fare un giro per rendersi conto che la speculazione edilizia l'ha fatta da padrone . In materia urbanistica i leghisti nostrani o sono i malafede o sono degli ignoranti. Pietro
Scritto da pietro il 22/10/2011 alle 18:37
Il punto che la lega nata per spiegarci come era sporca la politica e che doveva essere premiato il merito e non favorire gli amici degli amici. Dopo venti anni che governano in regione, provincie e comuni lombardi, e dieci anni al governo nazionale, le cose sono peggiorate ed sempre colpa di quelli che c'erano prima (ma per essere colpa vostra quanti anni ci vogliono). Quando si sono seduti sulla "cadrega" hanno scoperto che era bello. A Pontida leoni, a Roma pecoroni.
Scritto da giorgio il 22/10/2011 alle 22:58
Complimenti Mario, i tuoi post sono sempre gradevoli, concreti, istruttivi. La Lega non ama il suo territorio, come non ne ama la storia, le tradizioni, la cultura vera. La Lega ama solo se stessa e il potere che riesce ad accumulare per s e compari. Se cos non fosse non avrebbe bisogno di inventarsi nuove liturgie ed improbabili simboli. Non avrebbe bisogno di cavalcare onde di cartapesta costruite per animare scenari da reality.
Scritto da giovanniderosa il 23/10/2011 alle 16:32
complimenti per le delucidazioni...illuminanti, al solito fatte da persona pacata, intelligente e valida, grazie a nome di tutti
Scritto da ZVA il 24/10/2011 alle 10:59
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)