Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 24/1/2012 alle 08:00

Il grafico di ieri seguiva l’impennata dello spread. Ho assunto la tesi, in questa nuova serie del blog, che uno sguardo ossessivo allo spread e alla finanza ci porta a non osservare più quello che succede davvero nella nostra vita e nel nostro pianeta e ci fa preoccupare solo con angoscia di cose su cui il potere democratico di cittadini ci è stato tolto. Ogni giorno, cercherò di portare all’attenzione un tema generalmente oscurato, ma che ci tocca da vicino.

Per parare i colpi del mercato finanziario, le banche si rifanno sui clienti. I mutui vengono progressivamente pagati sempre di più sulla base del mercato impazzito e nonostante il fatto che la BCE abbia passato agli istituti di credito 400 miliardi di Euro di soldi nostri  al tasso irrisorio dell’1%, che le stesse banche preferiscono  reinvestire immediatamente in buoni dello stato al lauto 7% di interesse. Quindi, le banche non fanno il loro dovere di sostegno con un prestito a mutui bassi alle imprese e ai cittadini che vorrebbero avere una casa o una attività e guadagnano due volte: sulla speculazione e sui mutui già aperti, per cui hanno interesse a che lo spread si mantenga alto. (Più alto lo spread, più alto l’interesse sui titoli di stato, e più alta la rata che il cliente di un mutuo già avviato paga alla banca.).

 

Per queste ragioni concomitanti non si fanno praticamente più nuovi mutui perché le banche  guadagnano di più comprando BOT e BTP e sui mutui già aperti il titolare del debito viene strangolato. Risultato… lo spread si mantiene alto e il numero di mutui crolla, scomparendo così dalla nostra vita e attività quotidiana uno strumento che, se ben usato, rappresentava la speranza in un futuro sicuro.

 

 

Commenti dei lettori: 1 commento -
certo, l'abbiamo capito ormai, appunto si deve porre rimedio avendo individuato le cause scatenanti di tanti mali; evidentemente Ŕ anche vero che spesso l'occasione fa diventare...quasi accecati..nel senso dei paraocchi e prevalere di egoismi, ai vari livelli, fino allo spread...per intenderci, vedremo cosa si potrÓ fare, o faranno...a breve
Scritto da zva il 24/1/2012 alle 09:56
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)