Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 8/2/2012 alle 14:36

Costi: scende il fotovoltaico, sale il nucleare

Sembra una polemica distante, di altri tempi, quella per cui il famoso professor Battaglia andava da Vespa a magnificare il futuro del nucleare a cui non si sarebbe potuto rinunciare senza danni irreparabili. Poi è venuto il referendum, ma i nuovi governanti hanno diffuso una valutazione ambigua: con la crisi bisognerà ripensare all’emotività che ha spinto gli Italiani a respingere la privatizzazione dell’acqua e a chiuderla con l’atomo.

E’ di ieri però la notizia che l’authority per l’energia francese ritiene fuori mercato i reattori in costruzione  e che i nuovi moduli per i pannelli solari hanno prezzi progressivamente sempre più concorrenziali: insomma, siamo a quello che si chiama il “crossover”, il punto in cui due tecnologie si scambiano i ruoli e quella del sole diventa sempre più conveniente, mentre quella basata sulla fissione dell’uranio è sempre più economicamente svantaggiosa. Benedetta saggezza del popolo italiano! Se avessimo dovuto affidarci ai tecnici (il neo ministro Clini si è presentato il primo giorno del suo mandato ai cittadini con una nostalgico richiamo all’atomo), probabilmente saremmo stati indotti alla soluzione sbagliata...

 

Commenti dei lettori: 4 commenti -
ottime notizie!!! io ho votato come altri milioni di italiani per l'abolizione del nucleare in italia e ora che si dimostyra anche pi costoso del fotovoltaico non posso che gioire... anche per il bene delle prossime generazioni... ottimo! W il sole!
Scritto da Francesca il 8/2/2012 alle 16:24
e cosa ne della decommissionig in italia?
Scritto da angelo m il 8/2/2012 alle 18:01
e cosa diciamo di questo articolo delirante di oggi di Battaglia? http://www.ilgiornale.it/interni/e_adesso_scaldatevi_e_accendete_luce_fotovoltaico/08-02-2012/articolo-id=571028-page=0-comments=1
Scritto da GIovanni Carrosio il 8/2/2012 alle 18:56
Agostinelli ha riprodotto un grafico preso dal Corriere della sera di qualche mese f, ma poi contestato. Il crossover non avvenuto nel 2010, a meno che si calcolino per il nucleare i costi delle scorie. E' vero che la linea di tendenza quella indicata, ma l'anno dell'inversione dell'andamento non sar prima del 2013. Comunque anche cos il risultato del referendum risulta preveggente.
Scritto da Bardi il 8/2/2012 alle 19:35
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)