Un grafico al giorno leva lo spread di torno
Mario Agostinelli   agostinelli.mario@gmail.com
inserito il 5/6/2012 alle 13:19

Esportazioni italiane di armi (in milioni di € al valore 2011)

Sabato 3 giugno è morto in un incidente stradale Stefano Ferrario - “Stefanone” - uno straordinario portatore di pace, generoso quanto mite, intransigente  nella difesa dei valori a cui ha dedicato il suo tempo, la sua passione, la sua lucida intelligenza in una vita troppo breve.

Lo ricordo nella forma che si è dato questo blog: porre in forma grafica sotto gli occhi delle persone con cui abitualmente ci si incontra, le vicende e i problemi spesso irrisolti che stampa e televisioni mettono all’ultimo posto e di cui la politica spesso non si occupa affatto. Magari descrivendoci un mondo e incolpandoci di una crisi che si vorrebbero mantenere e risolvere a tutto vantaggio di chi l’ha reso iniquo e da chi l’ha provocata.

Stefano sentiva il peso di questa mistificazione ed ha sorriso dietro alle bandiere della giustizia e della pace, arricchendoci tutti e facendosi conoscere tra la gente. Sicuro come era che il cambiamento si gioca nelle piazze e nell’incontro precluso agli egoismi, non nei “salotti che contano” e che continueranno a non sapere niente di lui. Lobby sempre più distanti, che non preparano certo un futuro desiderabile da tutti. Basta vedere il grafico di oggi per capire quanto la battaglia che abbiamo condiviso con lui sia lontana purtroppo dal successo.

Commenti dei lettori: 2 commenti -
STEFANO FERRARIO, un pacifista mite a dispetto della sua mole- da cui l'appellativo di "Stefanone" - morto in un incidente stradale! Lo apprendo solo ora dal tuo blog, Mario, e ti ringrazio per le cose che hai scritto di lui: dati concreti, come concreta la lotta per la pace, anche quando appare cos irragiungibile, come nei tempi in cui viviamo. Io ho conosciuto Stefano Ferrario, in alcuni "incontri" che abbiamo organizzato come Acli di Morazzone (con la partecipazione di don Renato Sacco, redattore di Mosaico di Pace) sulla figura di don Tonino Bello rimpianto presidente di Pax Christi, e ne conservo un ricordo bellissimo. Riposa in Pace, Stefano!
Scritto da giovanniderosa il 5/6/2012 alle 15:01
Volevo segnalare che il povero Stefano, che nn conoscevo, ma ero presente al momento dell'impatto NON MORTO SUL COLPO!!!! RIMASTO IN AGONIA per ben 35 minuti senza che nessuno facesse nulla!! Gli interventi nn sono avvenuti tempestivamente BENSI 35 minuti dp l'impatto.. Lui era vivo nn coscente ma respirava!!! Ed ha smesso 5 minuti prima che arrivassero i soccorsi. Ho trovato la cosa agghiacciante si sarebbe potuto salvare, forse...invece morto in mezzo allla strada! informaz. fasulla!
Scritto da piper il 6/6/2012 alle 14:12
Archivi:
Ultimi post:
(23/5/2012 - 12:46)
(22/5/2012 - 11:37)
(21/5/2012 - 14:41)
(18/5/2012 - 10:23)
(17/5/2012 - 14:09)
(16/5/2012 - 13:10)
(15/5/2012 - 12:05)
(13/5/2012 - 22:00)
(11/5/2012 - 18:35)
(10/5/2012 - 13:50)