Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
inserito il 22/6/2014 alle 08:45


Dopo una lunga valutazione ho deciso di chiudere il blog. Ci pensavo dal giugno dell’anno scorso ma allora si annunciava un anno di congressi, di cambiamenti e di instabilità governativa e di tutto ciò volevo discutere con voi come nei cinque anni precedenti.
Sono rimasto praticamente il solo a scrivere sistematicamente in “Varesepolitica”,  un contenitore ormai esausto. Ma c’è un motivo più rilevante:  Varesepolitica era stato ideato per far dialogare parlamentari, consiglieri regionali, dirigenti di partito con i cittadini ed io non ho più cariche politico-istituzionali dal 2010.
Il mio orgoglio è di aver guidato uno “spazio” di discussione realmente libero.  Avrò cestinato non più di una decina di commenti in sei anni pieni, intensi, appassionati. Sono stato incoraggiato e stimolato dalla vostra partecipazione della quale sono grato sia alla pattuglia dei commentatori sia all’esercito dei lettori. 
Proseguirò le mie riflessioni su Facebook (dopo un paio di settimane di vacanza) e magari su qualche giornale cartaceo oppure online, non più come politico ma come attento osservatore dei fatti sociali, culturali, istituzionali, pubblici. E’ un cambio “d’abito” che sento necessario e che spero comprenderete.
Un ringraziamento particolarmente sentito  a Varesenews e al direttore Marco Giovannelli.
 

Commenti dei lettori: 103 commenti - scrivi il tuo commento
Ciao Adamoli, ti sarò sempre grato per le opportunità di intervento che mi hai concesso e,in parte,comprendo la tua decisione che non deve essere stata facile... Mi piacerebbe tanto una specie di:"visto da sinistra e visto da destra",ma personalmente non ho la forza per proporlo; se ritieni percorribile la strada.... Grazie di tutto, Aldo Passarello (uno che conta quanto il due di coppe,quando la briscola è a mazze..)
Scritto da aldo passarello il 22/6/2014 alle 09:13
Caro Giuseppe, di questa tua decisione ne avevamo parlato tempo fa, quando manifestasti un' intenzione poi, per fortuna, saggiamente sospesa. Non sono abituato a 'discutere' delle scelte degli altri. Ti conosco e sono certo che questa sia stata meditata. Mi spiace moltissimo perché il tuo blog è stato per anni uno 'splendido' e prezioso riferimento quotidiano, gestito e condotto con intelligenza e rara maestria, che ha incontrato vasto interesse e grande partecipazione. Un abbraccio.
Scritto da paolo rossi il 22/6/2014 alle 09:44
Caro Giuseppe, dopo la tua di ieri, mi era balenato il pensiero della chiusura del blog. Si, hai ragione: non mi fa piacere. Ma capisco e non posso che accettare. Ti ringrazio molto per quanto hai fatto con il tuo blog e per aver suscitato dibattito, dialogo, confronto. Saluto anche gli altri frequentatori, tutti con una passione politica profonda, che accomuna nonostante le differenze. Se vi interessa, penso riusciate facilmente a trovarmi. Un caro saluto. A presto, di certo su altri schermi:-)
Scritto da FrancescoG. il 22/6/2014 alle 09:44
E' stata un'esperienza positiva e molto utile che ha contribuito a chiarire, attraverso una discussione talvolta anche accesa, molti "nodi" della politica e non solo. Un grazie sincero e un arrivederci in altri spazi.
Scritto da Cesare Chiericati il 22/6/2014 alle 10:05
grazie a te..ma non è un addio..ci siamo sempre..l'impegno non era indifferente e forse superiore alla media..arrivederci a presto di cuore
Scritto da zva il 22/6/2014 alle 10:16
Credo che dobbiamo "tutti" prendere doverosamente atto della tua decisione. Dire grazie per la tua "ospitalità" è troppo poco. Fa piacere che non ci perdiamo di vista e che con modalità diverse potremo continuare a "incontrarci" in altri luoghi della "comunicazione", L'altra sera alla festa della CGIL alla Schiranna ho incontrato Marco Giovanelli che credo non lascerà cadere nel vuoto la tua voglia di essere presente in mezzo a noi e con noi. Ciao Giuseppe, non addio e un grande abbraccio.
Scritto da robinews il 22/6/2014 alle 10:20
Un ringraziamento a te, caro Giuseppe, che hai garantito uno spazio di confronto aperto nel quale persone che politicamente non si conoscevamo hanno avuto la possibilità di farlo. La tua riflessione sui limiti di Varesepolitica è corretta e comprensibile. Il passaggio al social offrirà sicuramente la necessaria continuità. Un saluto a tutti.
Scritto da Leonardo C. il 22/6/2014 alle 10:21
Colgo l'occasione di questo ultimo intervento per inviare un cordiale saluto a tutti coloro con i quali ho avuto modo di scambiare opinioni "diverse". Primo tra tutti @U. Monti al quale faccio i migliori auguri di buona salute e poi Sic Est, Molinari, CMF e tutti, tutti. Infine un saluto altrettanto particolare a @EG. mi mancherà non poco il suo acuto e intelligente "sarcasmo" e la sua "ironia" politica. Chissà se ci potremo ancora "incontrare" su altri luoghi della rete, ne sarei felice.
Scritto da robinews il 22/6/2014 alle 10:38
Il nostro è un "ciao e un arrivederci" in forme e luoghi diversi. Di questo ne sono sicuro per questo prendo atto della decisione di Giuseppe senza particolari dispiaceri. L'unica cosa che mi dispiacerà e mi mancherà è la "disperazione" di quei "politici" o "militonti politici" conformisti che avevano paura di questo blog, lo temevano perchè non poche volte "sparigliava" i loro giochi che sembravano già fatti.Questi si che saranno felici della fine del blog, ma vedremo come non dargliela vinta!
Scritto da robinews il 22/6/2014 alle 10:46
Mi spiace molto, questo blog era uno spazio veramente libero che ha sempre provocato un dibattito vero a volte compensando negli anni anche un vuoto di partito pur sapendo mantenere una dimensione di apertura. Ma Adamoli troverà altri ambiti dove esprimere le sue opinioni politiche o meno politiche che siano. AUGURI
Scritto da Pdvarese il 22/6/2014 alle 10:54
Caro Giuseppe, mi dispiace molto nell'aver letto questa tua decisione, sebbene le motivazioni sono più che giuste. Sei stato un eccellente punto di riferimento, un distinto signore nei modi e per la imparzialità dei giudizi. Sarò felice di continuare a leggerti su facebook e sui giornali cartacei e online. Tanti, tanti sinceri e cordiali saluti. Una forte stretta di mano. Martino Pirone
Scritto da Martino Pirone il 22/6/2014 alle 11:39
Caro Giuseppe, mi spiace moltissimo per la tua decisione. Il tuo blog è stato una palestra di confronto che ritengo abbia avuto notevoli ricadute sulle idee di tutti noi. Sono anche rassegnato, seppure a malincuore, del fatto che tutte le esperienze, prima o poi, sono destinate ad avere un termine. Un sentito grazie per l’impegno profuso e un saluto cordiale.
Scritto da Angelo Eberli il 22/6/2014 alle 12:01
Condivido la decisione che era preannunciata e prevedibile. La formula "blog" mi ha sempre suscitato perplessità, perché sono convinto scateni l'esibizionismo di noi frequentatori ( e di uno non ho dubbi - dico di me stesso). Ora prometti di "cambiare abito" e fai cenno a un foglio on line: per me è una necessità di orientamento politico etico di costume ecc... Un osservatore e commentatore della tua levatura, cultura, esperienza, sensibilità democratica è una guida necessaria. Ti seguirò.
Scritto da ulderico monti il 22/6/2014 alle 12:18
Eri diventato il mio punto di riferimento anche se da giovane ero diessina. Aprirò la pagina facebook per seguirti.
Scritto da Lettrice affezionata il 22/6/2014 alle 12:42
Ringrazio @robinews: abbiamo duellato senza risparmiarci fendenti. Siamo fatti per il combattimento? "...e chi non ha una spada venda il suo mantello e se ne procuri una...". Per chi ama il buon combattimento - di cui diceva Paolo di Tarso - il mio indirizzo: ulderico.monti@gmail.com. Saluti a tutti.
Scritto da ulderico monti il 22/6/2014 alle 13:04
ciao Giuseppe. Grazie di tutto. Roberto
Scritto da roberto caielli il 22/6/2014 alle 13:10
Scelta giusta. Varesenews da qualche tempo fa solo cronaca locale. Indirizzo editoriale che non condivido.
Scritto da Nicora il 22/6/2014 alle 13:56
Da tempo non scrivevo sul tuo blog, ma lo ho letto sempre quotidianamente. Mi permetto di non condividere l'opinione dell'illustrissimo @Ulderico Monti. Questo è stato ed è uno strumento di confronto originale ed utilissimo. Sei stato sempre molto bravo ad evitarne una possibile deriva, ad equilibrane la vita senza mai soffocare l'opinione dei suoi frequentatori, anche quella dei dissenzienti. Non una cosa tanto semplice. Aprire Varesenews e non trovare più i tuoi post sarà triste.
Scritto da ex-Margherita il 22/6/2014 alle 14:28
Ero marantelliano e sono diventato quasi adamoliano. A parte gli scherzi, hai sopportato benissimo le mie provocazioni con risposte intelligenti.
Scritto da Iscritto Varese il 22/6/2014 alle 15:20
Noto l'assenza dei parlamentari e dei dirigenti Pd. Secondo me sono contenti per non avere più un confronto culturale e politico per loro imbarazzante.
Scritto da Valceresio due il 22/6/2014 alle 15:34
Comprendo benissimo e condivide le tue motivazioni però devo dirti che mi spiace un po. Credo sia doveroso a te un grande grazie mio e di tutti.Ciao Giuseppe, ti seguirò sulle riflessioni su "Facebook".
Scritto da Ravani il 22/6/2014 alle 16:08
Solo un enorme grazie a te, non solo per questi anni di blog! Come ti ho già detto, mi piacerebbe averti ancora come maestro e credo che questa frase sia espressione non solo mia ma di un gruppo di politici più o meno giovani che hai contribuito a far crescere in questi anni, anche con questo strumento. Grazie ancora!!
Scritto da Pietro Resteghini il 22/6/2014 alle 16:53
Giuseppe come mai se posso? Un blog da far invidia a certi professionisti!
Scritto da Erica D'Adda il 22/6/2014 alle 17:03
Ho abbandonato come commentatore il blog da diversi mesi. Non ho mai smesso di leggerlo. Giusto accettare la scelta di Adamoli, ma è un peccato. Questo strumento non era voce del PD ma così facendo questo partito perde una delle poche voci libere. Saranno finalmente contenti di questa tombale chiusura, come afferma il mio conterraneo @Valceresio due, i suoi dirigenti e parlamentari? Sicuro, se sono dei minus e degli stupidi. Un' eventualità, a dire il vero, che sembrerebbe alquanto probabile.
Scritto da Ceresium il 22/6/2014 alle 17:09
@Eica D'Adda (17.03) - Accidenti Erica, mi metti in crisi. Il fatto è che Varesepolitica era destinato ai "politici" in servizio permanente effettivo qual ero anch'io fino a quattro anni fa. Alcuni lettori pensavano che mi fossi messo in panchina in attesa di rientrare in gioco e sul blog (e molti privatamente) facevano ancora il mio nome per varie cariche, ad esempio come futuro candidato sindaco di Varese. Voglio chiudere con questi equivoci. Ci tengo a dire che non sono neanche presidente di una bocciofila di paese. Siccome moltissimi cittadini ritengono che politici ed ex politici siano solo avidi di posti, di cariche, di prebende, questo è il modo modo di dimostrare che ciò non è vero.
Scritto da Giuseppe Adamoli il 22/6/2014 alle 17:14
Io la seguirò volentieri su FB.
Scritto da Donatella Scaburri il 22/6/2014 alle 17:16
Giuseppe è la tua decisione che mette in crisi noi.
Scritto da Federico Antognazza il 22/6/2014 alle 17:21
Adamoli tu sei un politico in servizio permanente effettivo! Non per un ruolo inteso come posto occupato, ma per il ruolo che ti sei guadagnato negli anni con il lavoro l'intelligenza la passione! Un politico non lo crea una poltrona. Possono pensarla alcuni pseudo politici ma sappiamo tutti che nn è così. Se quando parli tu in un luogo qualsiasi del Pd tacciono iscritti e non, ci sarà una ragione. Possiamo non essere sempre d'accordo, ma l'unico dispiacere è non averti conosciuto nel senso di fare politica prima di trovarci nel Pd.
Scritto da Erica D'Adda il 22/6/2014 alle 17:31
Grazie a Giuseppe Adamoli e a tutti i collaboratori, E' stata un'esperienza positiva; non condivido la decisione di chiudere il blog perchè è una delle rare occasione in cui c'è dialogo vero, sincero, alle volte appassionato su temi spesso profondi e inusuali. Ma dopo sei anni non posso pretendere da Giuseppe un impegno molto faticoso. E' però una perdita secca per la politica non solo locale.
Scritto da Camillo Massaimo Fiori il 22/6/2014 alle 17:46
Direi una scelta intelligente, la platea è più vasta, senza bisogno di provider. Forse espone a qualche rischio in più e occorre maggiore prudenza, comunque ottima scelta.
Scritto da Orlando Rinaldi il 22/6/2014 alle 17:57
Caro Giuseppe, mii dispiace sinceramente e sono anche contrariato, pur rispettando la tua decisione. Inoltre la mia scarsa dimestichezza con facebook (e la scelta di privilegiare la vecchia email non mi permetteranno di dialogare intensamente con te come è avvenuta finora. In ogni caso ti ringrazio per quello che hai svolto in questi anni grazie al blog e per avere arricchito il dibattito politico provinciale.
Scritto da mariuccio bianchi il 22/6/2014 alle 17:59
Peccato. Proprio adesso che stavamo iniziando a divertirci ... Un sincero ringraziamento per averci offerto l'occasione di un libero, leale confronto. Un cordiale saluto anche a tutti i commentatori.
Scritto da domenico nitopi il 22/6/2014 alle 18:10
Ricordiamoci solo che le opinioni nascono crescono e si correggono anche qui sul web. Ha torto chi ne sta fuori completamente. Spero che Adamoli prosegua almeno su Fb con riflessioni pacate e intelligenti. Di fatto mi pare di capire che di varese politica fosse l'unico blog attivo e con molti lettori.
Scritto da Mattia Colombo il 22/6/2014 alle 18:12
Vorrei che molti riflettessero sulle parole di @Valceresio due alle 15.34.
Scritto da Nicora il 22/6/2014 alle 18:26
Certamente non tutti i commentatori del blog hanno un profilo fb, in questo non gli sarà più possibile seguirti.
Scritto da Angelo Ruggeri il 22/6/2014 alle 18:53
Io ti seguirò.
Scritto da Angelo Chiappa il 22/6/2014 alle 18:54
lo avevo scritto pochi giorni fa Varese Politica non va e certo non per colpa di Adamoli, spero che VN non lasci la finestra inutilizzata ma si inventi qualche cosa di nuovo, ad Adamoli ............semplicemente GRAZIE
Scritto da angelo m il 22/6/2014 alle 19:41
@Orlando Rinaldi 17.57) - Grazie per l'apprezzamento ma penso che il mio blog, aperto anche ai lettori che usavano nickname e iniziali di nome e cognome, esponesse a maggiori rischi che non Facebook. In sostanza era proprio senza "rete". E' però vero che in questo modo mi rivolgerò ad una platea diversa e forse(?) più ampia. Su FB non metterò più soltanto dei brevi messaggi ma i post completi che cercherò comunque di fare brevi come al solito.
Scritto da Giuseppe Adamoli il 22/6/2014 alle 20:38
@Angelo Ruggeri (18.53) - Hai ragione e poi il blog ha un altro format più adatto come forum socio politico. Questo lo so bene ma le ragioni che ho ulteriormente spiegato ad @Erica D'Adda hanno preso il sopravvento. Continuerò a fare quello che posso per tener vivo il dibattito politico anche per chi non segue FB. Ho già qualche idea in testa.
Scritto da Giuseppe Adamoli il 22/6/2014 alle 20:41
Convido la scelta, Facebook è più immediato e aperto. Ad es. I post di Valerio Crugnola spesso lunghi, ma scritti benissimo sono sempre ricchi e interessanti. I mi piace e I commenti Inoltre ti dicono subito il grado di interesse. Puoi condividerli, farli tuoi ripostandoli e commentandoli. A proposito di cariche etc., a Varese manca un centro studi, una "comunità" di riflessione e ricerca socio politica. (Quello che a BO sono I quaderni del Mulino)....ne avevamo parlato a lungo ai tempi dell'ulivo e allora c'era anche chi l'avrebbe finanziato. perchè non riprendere il progetto? Tu sei nella condizione ideale...
Scritto da Emilio Paccioretti il 22/6/2014 alle 21:10
Continua su FB , i tuoi contributi sono sempre interessanti.
Scritto da Cesare Cerea il 22/6/2014 alle 21:39
Sul blog o su facebook, sarà comunque un piacere leggerti!
Scritto da Marco Fazio il 22/6/2014 alle 21:40
CONTINUERO' A LEGGERE I SUOI INTERVENTI IN OGNI CASO!
Scritto da Assunta Rozzato il 22/6/2014 alle 22:18
Credo che sia un'ottima scelta: ti vedo molto bene come educatore e f.b. dà maggiori possibilità di raggiungere livelli medio bassi di cultura politica. Il blog ospita "addetti ai lavori" ed è piuttosto elitario. Buona continuazione. I tuoi post sono sempre calibrati, interessanti ed arricchiscono culturalmente!
Scritto da Ambrogina Zanzi il 22/6/2014 alle 22:22
Giuseppe, ti seguirò comunque; mi piacerebbe trovare sempre dei momenti di riflessione e di critica e che tu possa mettere la tua esperienza e l'intelligenza politica a disposizione e a servizio dei più giovani.
Scritto da Gianfilippo Macchi il 22/6/2014 alle 23:12
Caro Giuseppe mi sembra una buona scelta in fondo Facebook e' un mare aperto dove ci puo' misurare più' direttamente con una vasta udienza. Credo che nel medio lungo periodo ik tuo ruolo di "influencer" non ne risentirà' in senso diminutivo anzi.
Scritto da Flavio Argentesi il 23/6/2014 alle 08:16
Ciao Giuseppe, dovrò togliere un link dall'elenco dei preferiti! Continuo a seguirti su FB (con tutti i limiti che caratterizzano questo "strumento"), ma sono convinto che sarai capace di trovare anche altri spazi dove proporre la tua riflessione politica. A presto!
Scritto da Giacomo Buonanno il 23/6/2014 alle 08:44
Con vero piacere.
Scritto da Loic Genini il 23/6/2014 alle 08:45
Fai bene, Varesenews dovrebbe trarre spunto dalla crisi di Varesepolitica per aggiornarsi. E' diventato solo un giornale di fatti locali, di pura cronaca. Se continuerà in questo modo imboccherà la parabola discendente e sarebbe un vero peccato. Un giornale non può vivere senza "opinioni", senza dibattito politico di nessun genere.
Scritto da ff il 23/6/2014 alle 09:04
Caro Giuseppe innanzitutto bisogna farti i complimenti per come hai alimentato la discussione in tutti questi anni, per come sei riuscito ad affrontare temi importanti e temi di partito. Lo hai fatto sempre con chiarezza e mai faziosità e sempre in modo lucido e razionale. Il maggior merito del blog? La tua gestione. Sempre corretta, rispettosa delle opinioni, ma soprattutto attenta ad evitare che la discussione degenerasse o che qualcuno potesse approfittarne per trasformare una “piazza virtuale” come il tuo blog in uno strumento di resa dei conti del PD. Per tutte queste ragioni, permettimi di dissentire dalla tua scelta. Il fatto che tu non sia più un politico a tempo pieno non impedisce che tu possa non esercitare le tue capacità culturali e politiche proprio attraverso un blog come quello che hai condotto sino ad ora. So che è inutile provare a convincerti perché quando prendi una decisione vuol dire che l’hai soppesata decine di volte. Mi spiace che tu abbia fatto questa scelta, ma sono sicuro che a breve rivedremo i tuoi scritti e potremo ancora confrontarci.
Scritto da roberto molinari il 23/6/2014 alle 09:06
Difficile mettere in discussione scelte personali che, nel tuo caso, sono state di sicuro ben meditate. Facebook, twitter, giornali on-line, va bene tutto, ma non sottovaluterei la portata di Varesenews, con oltre ben 130.000 "visite" giornaliere. Certo Varesepolitica va ripensata e rivista, ma il tuo blog era una "bomba" per l' altissimo numero di lettori, per la qualità dei suoi commenti. Per carità, ci sono anche altri strumenti, ma, scusa se mi permetto, concediti un' ulteriore riflessione!
Scritto da un caro amico il 23/6/2014 alle 09:54
Leggevo sempre, commentavo poco. Mi manchera'.
Scritto da Andrea Botta il 23/6/2014 alle 09:57
@Roberto Molinari (09.06), @Un caro amico (09.54) - Sono io che ringrazio voi per la vostra cortesia. Ci leggeremo ancora, questo è certo. Il punto è che non sentivo più Varesepolitica come il mio posto giusto. E poi che senso aveva che fossi quasi il solo a scrivere ogni giorno? A @Un caro amico lo avevo già confidato parecchio tempo fa. Lui se lo ricorderà bene. Mi pareva di occupare uno spazio non mi apparteneva più. Potevo essere percepito come il solito “giapponese”. Oltre a Facebook troverò altri canali validi di dialogo, almeno ci proverò.
Scritto da Giuseppe Adamoli il 23/6/2014 alle 10:21
Grazie di cuore ad A. per aver con tanta pazienza e tatto gestito un utilissimo blog per tanti anni. E' stato bello vedere una figura di riilievo del PD in Lombardia dare informazioni, opinioni e dialogare quotidianamente (accettando anche critiche e prediche-cosa rara) sullo stesso piano con nomi noti e non e anoninimi cittadini nel nome della Politica contro l'anti-Politica. Spero di cuore che questa esperienza continui nelle sedi appropriate al livello del Blog e della sua utilita'.
Scritto da Andreus il 23/6/2014 alle 10:32
Non voglio contestare il tuo pensiero caro Giuseppe. Hai certamente ragione rispetto al funzionamento di Varesepolitica che, come anch'io ho sostenuto, necessita di una rivisitazione. Quello che non condivido è che tu possa considerarti una specie di "giapponese combattente solitario". Sai quanta gente, me compreso, seguiva con interesse il tuo blog, anzi, posso dire, lo aspettava ogni giorno? Sai quanto è stato utile e prezioso? Una presenza coinvolgente, altro che " solinga e giapponese"!
Scritto da un caro amico il 23/6/2014 alle 10:51
No, caro Adamoli, questa decisione non solo mi rattrista ma fa venir meno forse l'unico quotidiano incontro di discussione nella nostra "piccola" Varese:Mi spiace ma i politici in servizio effettivo sono quasi sempre assenti! Questo blog,da me letto spesso e con qualche incursione "anonima" nei commenti ,ci mancherà! E fb non sarà la stessa cosa. Comunque,complimenti e auguri. Pensierino: è tempo di vacanze, dopo settembre non sarà il caso di tornarci su?
Scritto da B.R. il 23/6/2014 alle 11:00
Un vero peccato, mi spiace. Tra un paio di settimane, proverò a cercarti su altri canali. A presto, quindi ( almeno spero ).
Scritto da Lorenzo M. il 23/6/2014 alle 11:09
Per me Varesenews resta grande ma si è un pò impoverita.
Scritto da Giovane ex rottamatore il 23/6/2014 alle 11:13
Caro Giuseppe è vero che un blog si chiude ma sarebbe anche carino vedere te e Camillo Massimo Fiori in un blog di Formazione Politica e di discussione aperta. Pensaci
Scritto da Francesco Calò il 23/6/2014 alle 12:12
Innanzitutto un sincero ringraziamento per la tua "signorile" ospitalità a tutte le opinioni senza cadere mai nella sciatteria della omogeneizzazione. Indi un forte "mi dispiace" e la speranza di un "ripensamento". Grazie, grazie e ancora grazie a te e a tutti i frequentatori del blog, ognuno con le sue idee, talvolta criticabili, ma sempre rispettabilissime.
Scritto da Sic Est il 23/6/2014 alle 12:12
E' incredibile che uno come me debba rammaricarsi per la chiusura del blog di un uomo del Pd per giunta ex democristiano. E' la fotografia di come siamo conciati noi che sosteniamo o sostenevamo Sel.
Scritto da Mario T. il 23/6/2014 alle 12:25
Sono un lettore abbastanza assiduo e un commentatore saltuario del blog. Ringrazio Giuseppe Adamoli per avermi offerto l'opportunità e il piacere di riflettere su interventi e considerazioni sempre apprezzati, intelligenti e stimolanti. Come ringrazio tutti gli amici "virtuali" che mi hanno tenuto compagnia in questi anni.
Scritto da Giovanni Cogliati il 23/6/2014 alle 12:31
Comprendo le ragioni di una decisione dura e sofferta. Ti ringrazio per la passione e la vitalità spesa in questi anni e ti saluto caramente.
Scritto da ben il 23/6/2014 alle 12:51
Grazie Giuseppe, sono certo che utilizzando altri spazi digitali non mancherai di condividere punti di vista utili un abbraccio
Scritto da Fiorello Cortiana il 23/6/2014 alle 12:59
Caro Mario, Sel si è spappolata. Vendola non ce la fa più. Laura Boldrini potrebbe essere il futuro? Mah...
Scritto da Osvaldo il 23/6/2014 alle 13:47
Spero che non sia un addio ma un arrivederci da qualche altra parte o...chissà.... Varesenews perde un commentatore di politica, cultura e di vita di primissimo livello, un vero peccato. Non so se questa sia una scelta giusta, credo vada rispettata. Rimango dell' idea che il blog sia strumento più adeguato ed adatto per la politica. Facebook è un contenitore generico e dispersivo, il cinquettio di twitter come il brodo del dado rispetto a quello di gallina che faceva mia nonna. A presto.
Scritto da paperoga il 23/6/2014 alle 13:58
Leggo ora @Orlando Rinaldi. Platea più vasta quella fuori dal blog? Non ci siamo. Non stiamo parlando di vendita di saponette. La platea più vasta, per un politico va bene per farsi conoscere, per cercare voti in campagna elettorale, per mettere la foto del proprio gatto. Non è questo il caso di Adamoli. Il ragionamento intelligente ed approfondito necessita di un canale più circoscritto, più curato, più su misura. Un giornale on line potrebbe essere un' alternativa, altro no.
Scritto da paperoga il 23/6/2014 alle 14:13
Gentile Adamoli, non ho mai capito perché il Pd non le ha dato la responsabilità della formazione politica almeno al livello regionale. Per me è incomprensibile. Come se non vedessimo il livello culturale e la carenza di autentica passione politica fra i parlamentari e i consiglieri regionali.
Scritto da Dirigente regionale il 23/6/2014 alle 15:22
Caro Mario T,; se la cosa ti può consolare,sappi che anche un almirantiano si sentirà orfano di questo blog unico. Temo,però,che come tutte le cose uniche non potrà essere replicato,forse anche per la scarsa propensione di questa città al confronto.. Buon pomeriggio, Aldo Passarello
Scritto da aldo passarello il 23/6/2014 alle 15:55
Un caro saluti agli amici e compagni di SEL,@Osvaldo 13,47, Mario T. 12,25. La chiusura del blog di Adamoli coincide con la fase finale dell'esperienza di SEL. La maledizione dell'impossibilità di avere una sinistra "seria, forte, duratura" continua a colpirci senza pietà. Con Adamoli in qualche modo continueremo a dialogare, con SEL invece sembra che sia proprio finita.Non credo che ai Fratoianni, Boldrini, Migliore dopo Vendola. l'UNICA COSA SERIA CHE VEDO A SINISTRA E' CIVATI!
Scritto da robinews il 23/6/2014 alle 16:34
@Paperoga (14.13) - Non mi sfugge che le peculiarità di Facebook (l'ho già ampiamente utilizzato) sono molto diverse da quelle di un blog. Cercherò di "fidelizzare" un certo numero di lettori in modo da quasi ricreare il "clima" del blog. Sarà difficile ma ci proverò. A fine settembre tirerò le somme ma a Varesepolitica, anche se continuerà, non credo che tornerò. E' una fase della mia vita che considero superata.
Scritto da Giuseppe Adamoli il 23/6/2014 alle 17:31
Caro Giuseppe, non ho quasi mai scritto sul blog, ma quando riuscivo l'ho leggevo sempre con interesse. Ad majora, Luca Ferrari.
Scritto da Ferrari Luca il 23/6/2014 alle 20:55
Caro Giuseppe Adamoli, il mio non aveva la stupida pretesa di essere un consiglio illuminato o saggio, solo una considerazione con ogni probabilità elitaria e di certo personale, quindi totalmente relativa oltre che ininfluente. Comunque auguri di cuore per le tue nuove scelte di comunicazione che non riesco a condividere, ma che spero riscuotano il successo che ti meriti.
Scritto da paperoga il 23/6/2014 alle 23:08
Insito caro Adamoli. Facebook è una roba, il blog un'altra. Ognuna di queste realtà ha vita distinta. Cercare di adattare una sull'altra è un grave errore. Tanto anche se stai sbagliando di brutto rimani un grande lo stesso.
Scritto da paperoga il 23/6/2014 alle 23:23
E' un vero peccato.
Scritto da sirangrlo il 24/6/2014 alle 08:23
Una parte importante di voi ritiene che abbia fatto una scelta sbagliata. Così molte mail e così alcuni amici di Gallarate dov'ero ieri sera per una riunione del Pd. "Ti sentirai più solo", mi ha detto una persona che stimo molto. Se mi renderò conto di aver fatto un errore lo riconoscerò apertamente e mi organizzerò in modo diverso da come ho programmato. Di questo potete star certi. Non sarebbe la prima volta.
Scritto da Giuseppe Adamoli il 24/6/2014 alle 08:27
non ci sarebbe stato tanto bisogno dei ragionamenti espressi in questo blog se tutto fosse filato liscio e la politica funzionasse bene..con maggiori o sufficienti partecipazioni e trasparenze..grazie
Scritto da zva il 24/6/2014 alle 08:45
Anch'io ho notato come qualcun altro che i dirigenti del Pd sono completamente assenti d questo commiato dal blog. E' un segno che alcuni di loro sono contenti.
Scritto da Lavoratore Malpensa il 24/6/2014 alle 08:50
Chissà se la mitica @Mafalda che scriveva titti i giorni tanto tempo fa legge ancora il blog? Dovrebbe almeno dire una parola anche lei che era stata una protagonista.
Scritto da Lorenzo L. il 24/6/2014 alle 10:50
Ci sarò certamente anche se dovrò imparare ad usare bene facebook.
Scritto da Stefano Mele il 24/6/2014 alle 10:53
Sono molto dispiaciuto caro Giuseppe per la tua scelta. Anche se non intervenivo direttamente, leggevo sempre il tuo blog e mi confortava la quai totale condivisione delle tue proposte di lettura della situazione politica italiana. Spero comunque di vederti con frequenza su Fb e continuare da lì un dialogo tra noi è i nostri amici. Ciao Mario
Scritto da Mario Fappani il 24/6/2014 alle 11:20
@Lavoratore Malpensa, I dirigenti del PD varesino, dal primo all' ultimo, hanno sempre letto questo blog. Lo so per certo. Nessuno, ovviamente, era obbligato a commentarlo, ci mancherebbe. Se però, nella particolare circostanza, avessero inviato due righe di 'saluto' (qualcuno, per la verità, lo ha fatto), sarebbe stato gesto apprezzabile (a mio parere, doveroso), ma anche in politica si sa che stile, rispetto e generosità, sono purtroppo merci rare.
Scritto da paolo rossi il 24/6/2014 alle 11:26
Non ho mai capito perché un blog come quello di Adamoli possa aver suscitato qualche dose di invidia. Un uomo con alle spalle una carriera prestigiosa che poteva essere ancor più importante e che non lo è stata solo per scelta -e, mi si lasci dire, sfortuna-, un politico che ha deciso in questi ultimi anni di non ricoprire incarichi di alcun tipo nonostante gliene siano stati offerti diversi, un' esperienza notevole maturata negli anni sono solo e soltanto un valore aggiunto per tutti!.
Scritto da un caro amico il 24/6/2014 alle 12:17
@Paolo Rossi - Se le mie informazioni sono esatte domani mattina, caro Paolo, ritornerai in Parlamento, questa volta a Montecitorio. Siccome da stasera e per quasi due settimane non voglio toccare la tastiera ti mando subito il mio caldo “in bocca al lupo”.
Scritto da Giuseppe Adamoli il 24/6/2014 alle 13:58
Ti ringrazio Giuseppe, anche se, nella circostanza, non ho proprio alcun merito. Ho perso seccamente le primarie, solo un colpo di fortuna mi ha consentito il rientro. C'è' chi, in quella competizione, ha preso più voti di me, ma solo perché assegnata al Senato non ce l'ha fatta. Quel 'meccanismo' va rivisto. Nella vita comunque tutto è relativo. Giuro che avrei barattato alcune negative situazioni 'personali' con questa opportunita', ma non siamo noi a decidere ed è andata così. Grazie ancora.
Scritto da paolo rossi il 24/6/2014 alle 14:57
Ieri sera a Gallarate sei stato bravissimo come sempre. @Ulderico Monti ed altri presenti si sentono orfani del blog ma devono soltanto abituarsi a cercarti su facebook quando riprenderai dopo la vacanzina. Ciao e a presto.
Scritto da Un Pd Gallarate il 24/6/2014 alle 15:08
Sono di destra ma qui mi sono sentiito trattato alla pari.
Scritto da Gino D. il 24/6/2014 alle 16:50
Leggo solo ora tutti i commenti. Sottoscrivo quelli della Sen.ce Erica D'Adda. Un blog da fare invidia ai professionisti. Mi sposterò su Facebook.
Scritto da Maurizio il 24/6/2014 alle 22:15
La leggo sempre con piacere!
Scritto da Angela Reggiori il 24/6/2014 alle 23:11
Caro Giuseppe, per me è la nostra pIccola combriccola non c'è problema, ti seguiremo si fb.
Scritto da Patrizia il 25/6/2014 alle 08:24
Adamoli molla il blog e Rossi torna a Roma? tranquilli...è un brutto sogno..tra un pò vi sveglierete e non ricorderete nulla di tutto ciò..
Scritto da roby il 25/6/2014 alle 12:07
Caro Giuseppe, grazie per il tuo lavoro prezioso. Ho letto spesso e ho riflettuto sulle tue valutazioni politiche che ho solitamente condiviso. Continua così nei siti che hai scelto. Ancora grazie
Scritto da Ovidio Cazzola il 25/6/2014 alle 12:13
@Un Pd Gallarate il 24/6/2014 alle 15:08. Lunedì sera al Borgorino, luogo storico della Festa dell'Unità, dove anch'io ho fritto qualche quintale di pesce e patate .... Adamoli ha fatto una relazione politica efficace sintetica brillante con - come si dice - cuore caldo e testa fredda! Lo seguirò su Facebook (a cui sono 'iscritto', anche se non lo frequento, finora). L'altra sera con Pierluigi abbiamo sfiorato l'argomento della rappresentanza, cioè il numero dei parlamentari (e delle loro retribuzioni), ma il deputato presente ha fatto finta di niente. A ragione: un scandalo che si trascina da cinquant'anni lo vorresti affrontare alla Festa dell'Unità? Eppure è una questione di fondo. Il rapporto popolazione/rappresentanti registra in Germania 134.000 cittadini per rappresentante; in Italia 64.000 cittadini per deputato/senatore. Sulla funzionalità il disastro italiano lo viviamo quotidianamente. La sintesi è che dal dopoguerra in Italia abbiamo avuto 27 presidenti del consiglio e 63 governi; in Germania 8 (otto) cancellieri e 24 governi. Un sistema di potere che si autoperpetua, con scialo di pubblico danaro, inefficienza, corruzione, complicità con poteri paralizzanti quali la burocrazia e l'amministrazione della giustizia.
Scritto da ulderico monti il 25/6/2014 alle 12:36
@Roby, che Adamoli abbia chiuso il blog e che Rossi torni a Roma sono due fatti. Il primo m'interessa molto perchè questo spazio era importante, del secondo non me ne frega niente perchè Rossi continuerà a non fare niente come prima. Perché non sia andato Adamoli a Roma resta un mistero per me.
Scritto da Valceresio due il 25/6/2014 alle 16:55
Mi dispiace anche se ero più lettore che " scrittore", ma mi piaceva seguire le diverse riflessioni attorno ai tuoi post. Leggevo all'interno dei tuoi post e delle tue risposte un robusto e sano equilibrio che ti derivava da quegli anni di responsabilità che hai avuto nella e per la Democrazia Cristiana. Non ho mai capito la tua migrazione dalla DC al PD attraverso numerosi passi intermedi; un giorno (più in la') mi piacerebbe leggerlo nelle tue memorie.. Un caldo saluto e a presto.
Scritto da Osservatore il 25/6/2014 alle 23:53
@valceresio due, hai ragione, meglio fregarsene, pensare che torna a Roma il miracolato di barasso dopo due anni di nulla post parlamentarie e dopo 5 anni di nulla al senato (cronaca esclusa) fa solo venire il sangue cattivo.
Scritto da roby il 26/6/2014 alle 08:55
@roby, sono di Luvinate, non di Barasso. E' un peccato pero' 'sporcare' in questo modo l'ultimo post di Giuseppe (non tanto per l' opinione che hai di me, ma per un minimo di rispetto nei confronti del padrone di casa).
Scritto da paolo rossi il 26/6/2014 alle 14:45
Caro Adamoli, mi dispiace della tua decisione. Mi ero affezionato al tuo Blog. Mi mancherà moltissimo. Facci sapere come potrai essere raggiunto su Facebook. Ti ringrazio. Ernesto Alberichi
Scritto da Ernesto Alberichi il 26/6/2014 alle 16:08
Mi spiace che il blog chiuda, anche perché io avevo intuito che fossimo in chiusura dalla risposta franca e netta che aveva dato giorni fa al laticlavio Pdvarese (purtroppo si diventa franchi e netti solo alla fine e mai durante il percorso). Buona continuazione Presidente al dibattito, purtroppo io non sono in facebook ma sarò lieto di avere sue notizie direttamente o indirettamente, anche tramite F.
Scritto da V.R. il 27/6/2014 alle 10:00
Caro Giuseppe, continuerò a leggerti su FB. Ancora grazie per ila tuo personale impegno a favore dell'istituzione del Consiglio per le Pari Opportunità in Regione Lombardia che, auspico, davvero incrementi la produzione leglislativa sulle politiche di genere. Ti abbraccio.
Scritto da Rossana Caggiano il 27/6/2014 alle 11:18
Caro Giuseppe, forse c'è altro: un problema di rappresentanza politica. Apprezzai molto quando, nel 2008, invitasti a Varese Linda Lanzillotta ed Enrico Letta, ma, a sentirli quella sera, mi domandavo se si rendessero conto di dove stavano. Alla fine la prima ha dovuto cambiar partito, dopo che le avevano stravolto le riforme che dovevano dare efficienza alla PA locale. Del secondo abbiamo visto parabola e trattamento. Il tuo blog è stato un prezioso spazio. Mantieni il tuo pensiero libero.
Scritto da Sandro Frigerio il 30/6/2014 alle 11:13
Caro Giuseppe, pur non essendo un assiduo frequentatore del blog, mi mancheranno i tuoi spunti e le tue riflessioni. Avro' modo comunque di seguirti in altre circostanze. Grazie
Scritto da Romeo il 1/7/2014 alle 14:43
In pochi anni sono passato dall'impegno politico al non voto del 25 maggio. Nonostante questa progressiva disaffezione ho sempre seguito con attenzione il tuo blog nel quale ci hai stimolati con post ispirati da intelligenza politica e schiettezza. Grazie.
Scritto da larpi il 1/7/2014 alle 17:39
Archivi:
Ultimi post:
(12/6/2014 - 09:06)
(10/6/2014 - 11:29)
(8/6/2014 - 19:04)
(5/6/2014 - 12:08)
(28/5/2014 - 08:54)
(27/5/2014 - 09:40)
(26/5/2014 - 08:10)
(25/5/2014 - 09:04)
(24/5/2014 - 12:08)
(22/5/2014 - 17:23)