Politica, istituzioni e territorio. Dialogo oltre i partiti
Giuseppe Adamoli   adamoli1@alice.it
inserito il 30/3/2009 alle 16:00

In contrapposizione a proposte  di legge sulla regolamentazione della rete presentate da D'Alia, Carlucci e Barbareschi (Pdl) che minacciano la Rete di divieti e censure, i parlamentari Vita e Vimercati (Pd), propongono un progetto di legge per internet libero, neutrale e accessibile a tutti. Questi i punti principali:
- accesso libero e senza filtri a internet, contro ogni forma di censura;
- diffusione del software “open source” (ovvero non soggetto a copyright) nella pubblica amministrazione;
- abbattimento delle barriere tecnologiche che creano cittadini di serie A e di serie B e quindi, tra l'altro, banda larga alla totalità della popolazione entro il 2012;
- aiuto per entrare nella società dell'informazione a coloro che "versano in condizioni di disabilità, disagio economico e sociale e di diversità culturale".
In pratica, una Rete libera, neutrale e per tutti. Come era stata pensata quando era stata creata. Qui potete scaricare il testo in pdf della proposta di legge.

Tags: pdl, pd, internet     Categoria: Idee e proposte
Commenti dei lettori: 7 commenti - scrivi il tuo commento
Questa mi sembra un'ottima proposta. Lo sviluppo della rete ha "accellerato" in maniera esponenziale la diffusione delle informazioni e della conoscenza. Inoltre si è ormai costituita come un "luogo della democrazia", come tale è debole, attaccabile e strumentalizzabile ma offre ancora l'illusione di essere una frontiera da percorrere ed esplorare.
Scritto da Lele il 30/3/2009 alle 17:37
Grazie per queste informazioni. Ormai sei (oppure lei è) diventato un blogger affermato. Mi fa piacere e complimenti.
Scritto da Luisa Cardin il 30/3/2009 alle 17:57
La rete deve restare libera anche se regolata in maniera chiara e non intrusiva.
Scritto da Nando il 31/3/2009 alle 13:59
più incentivi sui pc o su strumenti che consentano l'accesso a internet, partendo magari da quei pc (i netbook) che costano già senza incentivi da listino 299 (o 249)€... corsi di internet per adulti...servirebbe anche ad aumentare il dialogo coi figli, che alle volte parlano di cose che i genitori non san nemmeno cosa siano... sviluppo di zone nelle città wifi, ad esempio parchetti o zone al chiuso...che aumenterebbero luoghi di ritrovo e magari aiuterebbero contro il degrado di certe zone..
Scritto da emanuele martini il 31/3/2009 alle 14:01
Internet può essere un mezzo realmente democratico se tutti sono messi in grado di accedervi. Altrimenti aumenta le differenze fra chi può e chi non può.
Scritto da Il pirata il 31/3/2009 alle 17:47
Però dovete ammettere che internet deve essere regolata. Un conto è la censura che bisogna respingere un altro conto è una certa disciplina che è utile.
Scritto da Leonardo Bianchi il 31/3/2009 alle 21:01
Caro Leonardo, veramente internet è già regolata... Non è un caso che ci sia un reparto della polizia che già si occupa dei reati commessi su questo media
Scritto da Pino il 1/4/2009 alle 09:03
Archivi:
Ultimi post:
(12/6/2014 - 09:06)
(10/6/2014 - 11:29)
(8/6/2014 - 19:04)
(5/6/2014 - 12:08)
(28/5/2014 - 08:54)
(27/5/2014 - 09:40)
(26/5/2014 - 08:10)
(25/5/2014 - 09:04)
(24/5/2014 - 12:08)
(22/5/2014 - 17:23)